Il “made in Italy” fra cucina e ambiente: IoBoscoVivo Srl
Gustare il benessere amando (e difendendo) la natura

Da un lato l’intensa e sincera passione per la natura e per il benessere di un imprenditore di successo, dall’altro le conoscenze/competenze di un giovane manager anch’egli innamorato dell’ambiente e della sua salvaguardia/valorizzazione

Luciano Landoni

vergiate

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Da un lato l’intensa e sincera passione per la natura e per il benessere di un imprenditore di successo (Flavio Vergani, presidente di Prevent PCB, azienda al top nella progettazione e realizzazione di circuiti elettronici stampati), dall’altro le conoscenze/competenze di un giovane manager anch’egli innamorato dell’ambiente e della sua salvaguardia/valorizzazione (Luigi Panno).

Risultato finale: l’azienda agricola IoBoscoVivo Srl di Vergiate con una mission perfettamente condivisa sia da Flavio che da Luigi

“La società agricola IoBoscoVivo è nata nel 2013 basando la sua filosofia – precisano entrambi – su tre concetti fondamentali: la salvaguardia dell’ambiente, il benessere delle persone, la libertà dell’uomo di (ri)avvicinarsi al mondo vegetale rafforzando il legame indissolubile che c’è fra Uomo e Natura”.

Come si fa a raggiungere simili ambiziosi obiettivi?

Semplice: coltivando funghi, in particolare il fungo Shiitake (Lentinula edodes) che possiede straordinarie doti nutrizionali, nonché la capacità di favorire un vero e proprio bio-risanamento ambientale.

L’intera squadra operativa di IoBoscoVivo (la tecnologa alimentare Maura Pasini e l’a.d. e responsabile vendite Silvia Bertesago che affiancano Luigi Panno nella direzione gestionale dell’azienda, alla presidenza della quale c’è Flavio Vergani) l’ha dimostrato nel corso del meeting intitolato: “Un viaggio di degustazione, alla scoperta del Vivere Sano” svoltosi all’interno dell’avveniristica sede della società agricola, un ambiente di lavoro e studio che rappresenta un perfetto connubio fra ricerca applicata e amore nei confronti della natura.

Gli ospiti hanno avuto la possibilità di “gustare il benessere”, nel senso pieno dell’espressione, assaggiando le prelibatezze, a base di “insaporitori allo shiitake”, cucinate dal giovane chef Giovanni Rota.

Straordinariamente gustosi i petti di pollo presentati con una salsa di panna, cocco e shiitake.

Occorre aggiungere che le creazioni dello chef Giovanni Rota sono state valorizzate dai vini pregiati della Tenuta Agricola Montemagno dei fratelli Tiziano e Flavio Barea, anche loro imprenditori nel settore elettronico innamorati della natura.

“La riscoperta della naturalità, soprattutto in rapporto a ciò che si mangia e a ciò che si beve, assume una grande importanza. E’ per questo motivo che i nostri vini – ha precisato Flavio Barea – hanno un contenuto di solfiti nettamente inferiore alla media”.

“Tutti noi – ha detto Flavio Vergani – dobbiamo scoprire il grande valore dell’educazione alimentare”.

“La coscienza verde – gli ha fatto eco Luigi Panno –  ha bisogno di un impegno concreto per diventare realmente qualcosa di importante”.

La nuova linea di insaporitori IoBoscoVivo “punta ad entrare nella grande distribuzione – ha sottolineato Silvia Bertesago – così da dimostrare ai consumatori quanto sia delizioso il fungo shitake”.

“Lo shiitake è molto conosciuto in America e nel Sud Est Asiatico, molto meno in Italia, dove – ha aggiunto Maura Pasini – vige una sorta di dittatura del porcino”.

IoBoscoVivo collabora con il Parco del Ticino, l’Università di Pavia e l’Università dell’Insubria per contrastare, mediante l’uso di funghi, il dilagare delle “infestanti arboree invasive” nella brughiera situata nel Parco del Ticino.

Copyright @2019