Campionati di pallacanestro
Hydrotherm per continuare la stagione. Knights e Borsano agli spareggi-salvezza

Tris di partite decisive per le squadre nostrane. La Hydrotherm, dopo la sconfitta in gara-uno, deve battere Milano 3 per continuare la stagione, mentre per Knights e Cso Borsano la vittoria è fondamentale per la salvezza nei play-out

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Tris di partite decisive per le squadre nostrane. La Hydrotherm, dopo la sconfitta in gara-uno, deve battere Milano 3 per continuare la stagione, mentre per Knights e Cso Borsano la vittoria è fondamentale per la salvezza nei play-out.

Per la Hydrotherm rivincita contro Milano 3

Dopo la sconfitta nella gara inaugurale tornano i play-off del campionato di serie C Gold. La Hydrotherm cercherà la rivincita mercoledì 8 (palla a due alle ore 21 al PalaDrago) contro Milano 3. In caso di successo bustocco l’eventuale bella si disputerà a Basiglio sabato 11. “Rispetto a gara-uno – commenta coach Gianni Nava – dovremo cercare di essere più lucidi in attacco e continui (ma soprattutto più tosti) in difesa per tutta la durata della partita. Non possiamo concedere loro, come è successo soprattutto nel quarto finale, penetrazioni facili al ferro e tiri aperti ad alta percentuale. In attacco, invece, dobbiamo riuscire a muovere la palla in continuazione, trovando ritmo offensivo proprio dalla condivisione tra i compagni e lasciando da parte ogni individualismo”. Obiettivo numero-uno sarà limitare i giocatori-chiave della formazione allenata da Sandro Pugliese che tanto male hanno fatto domenica alla Nava-band ovvero il playmaker Iacono (17 punti realizzati, 13 punti di media in stagione con quasi il 36% da 3), la guardia nonchè miglior realizzatore della squadra Giocondo (15 a Basiglio, 16.3 punti di media nell’annata) ed il centro ex Olginate Bassani (14 nella gara d’andata a fronte di 10.3 punti e 8 rimbalzi ad allacciata di scarpe nella stagione regolare): Bassani e l’arrivo a febbraio di Bertoglio sono state le aggiunte alla formazione che negli anni precedenti era arrivata in finale. Ricordiamo in regular season i milanesi vinsero entrambi gli incontri (85-72 al PalaDrago, 93-72 fuori casa). “Siamo coscienti di giocare contro una delle candidate alla vittoria finale – conclude Gianni Nava – ma vogliamo tentare tutte le carte possibili per metterli in difficoltà davanti al nostro pubblico”. Il Giudice Sportivo, nel frattempo, ha comminato una sola giornata di squalifica a Federico Vai dopo l’espulsione per proteste di domenica, motivo per cui la Hydrotherm ha pagato la multa e così il “pistolero” ex Agrigento sarà regolarmente in campo domani.

I Knights contro Cento senza un domani

I Knights cadono ancora a Cento, nel modo peggiore possibile (86-63) e riaprono completamente la serie. Ora la partita della verità sarà quella di mercoledì 8 (palla a due ore 20.30) al PalaBorsani di Castellanza. Le formazioni sono sul 2-2, con due vittorie casalinghe per entrambe. Chi vincerà incontrerà Piacenza nella finale play-out, chi perderà retrocederà direttamente in serie B. In questo caso è abbastanza inutile indicare le chiavi di una gara che al 90% si giocherà sulle motivazioni e sulle emozioni. Di sicuro i legnanesi dovranno mostrare una faccia completamente diversa da quella, irriconoscibile e inammissibile, della partita di ieri sera. Una partita durata 5’ al massimo, con l’eloquente parziale di 29-7 del 10’ e di 55-19 dell’intervallo che purtroppo dice già tutto…

BALTUR CENTO – AXPO LEGNANO: 86-63 (29-7, 55-19, 66-48)

Baltur Cento: White 26, Taylor 17, Gasparin 13, Moreno 9, Ebeling 9, Chiumenti 7, Taflaj 3, Di Bonaventura 2, Invidia, Manzi. Coach Bechi.
Axpo Legnano: Thomas 23, Raffa 19, Bozzetto 6, Bianchi 5, Bortolani 5, Serpilli 3, Ferri 2, Berra, Laganà, Corti, Biraghi. Coach Mazzetti.

Il Cso Borsano attende Senna Comasco nella sfida-salvezza

Uno-a-uno e palla al centro. La salvezza del Cso Borsano passa per la partita secca che giovedì 9 (inizio alle ore 21.30 al PalAriosto) disputerà contro Senna Comasco. Chi vincerà rimarrà in Promozione, chi perderà scenderà in Prima Divisione (al netto di possibili ripescaggi estivi). Per ora si è 1-1 con i successi in trasferta di entrambe le formazioni (48-49 per i comaschi in gara-uno, 57-65 per i bustocchi in gara-due). Sarà una sfida al calor bianco. “C’è poco da dire – commenta laconico coach Titti Maini – dobbiamo solo giocare per vincere e per salvarci…”.

Copyright @2019