IL PUNTO SUI CAMPIONATI DI PALLACANESTRO
Hydrotherm hurrà sulla sirena, Borsano ok, Knights k.o.

La Hydrotherm vince a Robbio il sesto match consecutivo sulla sirena del tempo supplementare, I Knights Legnano cedono nel finale a Casale, schiacciasassi Borsano

Enrico Salomi

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm vince a Robbio il 6° match consecutivo sulla sirena del tempo supplementare, grazie ad un canestro da metà campo di Federico Vai e vede concretizzarsi le speranze di 2° posto in caso di vittoria sabato prossimo contro Lentate sul Seveso (inatteso k.o. casalingo contro Daverio). La formazione di coach Gianni Nava ha veramente dovuto stringere i denti, avendo rotazioni limitatissime visti gli infortuni che hanno costretto Ferrario e Zattra a rimanere seduti in panchina per tutti i 45’ e che hanno condizionato la prova di Portaluppi (ma anche Vai non era al meglio). Tuttavia la grande prestazione balistica proprio di Vai (27 punti, con 3/9 da 2, 5/15 da 3, 6/8 in lunetta, 18 rimbalzi, 4 assist e 28 di valutazione), di Azzimonti (13 punti, con 5/11 dal campo, 10 rimbalzi e 4 recuperi) e di Arui (19 punti, con 4/9 da 2, 1/2 da 3, 10 rimbalzi e 4 recuperi), nonché la quadratura difensiva garantita da “mister utilità” Gambaro (6 punti, con 2/4 al tiro, 2/3 in lunetta, 9 rimbalzi, 7 recuperi, 3 stoppate), è sufficiente alla Hydrotherm per sbancare il campo di Robbio. Naturalmente pure con un pizzico di fortuna a favore degli ospiti: in un supplementare sempre punto a punto, la squadra di casa arriva al rush finale con 3 punti di vantaggio, ma i bustocchi pareggiano con il 3/3 dalla lunetta di Vai a -20”; sul successivo attacco i pavesi non ottimizzano, invece il solito Vai cattura il ribalzo e, appena superata la metà campo, fa partire una fiondata che si “insacca” con l’aiuto della tabella.

Fluidotecnica Robbio-Hydrotherm Busto Arsizio: 78-81 d1ts (21-15, 36-30, 50-50, 68-68)
ROBBIO: Fanchin n.e., Gallina 10, Ilic 12, Werlich n.e., Colombo 6, Loughlimi 9, Campana 17, Ratti 4, Di Paola n.e., Buzzin 2, Kam 18. Coach Sguazzotti.
HYDROTHERM: Arui 19, Preatoni 12, Vai 27, Zattra n.e., Crespi n.e., Ferrario n.e., Portaluppi 2, Gambaro 6, Azzimonti 13, Marghella 2. Coach Nava.

 

Serie A/2: I Knights Legnano cedono nel finale a Casale

Nella penultima giornata di stagione regolare i Knights cedono nel finale sul campo della capolista Casale: si affrontano due squadre con problemi fisici (tra i piemontesi out Marcius, i legnanesi sono senza Maiocco, Martini e Gazineo), ma la partita è godibile e risolta negli ultimi due giri di orologio. Prima frazione in equilibro (19-22 al 10’) e caratterizzato dalla vivacità dei due pivot Martinoni e Pullazi, oltre che da qualche decisione arbitrale discutibile che alza la temperatura del palazzetto. Il secondo periodo di gioco si apre con due punti di Severini e la tripla di Denegri, che segnano il primo vantaggio della Novipiù: si prosegue in perfetto equilibro, con Pullazi e Sanders che nell’ultimo minuto segnano dall’area portando la partita all’intervallo sul 43-37. Al cambio di campo i ritmi si alzano, con meno canestri realizzati, ma con maggior fisicità: la capolista sciorina soluzioni offensive distribuite tra le sue bocche da fuoco, mentre gli ospiti si aggrappano a Zanelli per il 50-50 del 30’. La svolta avviene al 38’: una bomba di Martinoni ed il gioco da 3 punti di Severini strappano il punteggio al rush finale (64-59) e consegnano alla capolista il successo in un difficile match. A fare la differenza sono state le scarse rotazioni dei Knights, che hanno portato una brutta gestione degli ultimi palloni a causa della stanchezza di alcuni uomini-chiave.

NOVIPIÙ CASALE MONFERRATOFCL CONTRACT LEGNANO: 64-59 (19-22, 43-37, 50-50)
Novipiù Casale Monferrato: Martinoni 16, Blizzard 10, Severini 10, Tomassini 9, Sanders 8, Denegri 8, Valentini 3, Cattapan, Bellan, Lazzeri, Banchero, Ielmini. Coach Ramondino.

FCL Contract Legnano: Pullazi 14, Tomasini 14, Zanelli 11, Mosley 9, Toscano 7, Raivio 4, Roveda, Berra, Secco, Maiocco, Biraghi, Gastoldi. Coach Ferrari.

 

Promozione: Schiacciasassi Borsano, vista sul 6° posto

Un Cso Borsano oramai sicuro dei play-off espugna, come da pronostico, il campo di Gerenzano (67-43) e continua a cullare il sogno del 6° posto in regular season anche a causa del k.o. interno della Airoldi Origgio (61-53 per il GBA Lonate Ceppino) che consente ai borsanesi di agganciare i rivali a quota 28 in classifica. “Tutto è rimandato all’ultima giornata – commenta coach Titti Maini – dove noi ospiteremo al PalAriosto l’AS Varese, mentre Origgio riceverà il Basket School Tradate. Certo, il 6° posto è difficile, anche perché in caso di arrivo in parità conterà la differenza-canestri globale, nella quale noi siamo molto indietro… (+22 per Borsano contro +40 per Origgio n.d.r.)”. In classifica proseguono appaiati al primo posto Albizzate e i Draghi Gorlazy (40 punti), mentre il Basket Lonate insegue a 38; come detto Cso Borsano e Origgio, a quota 28, si contendono la 6a piazza. Al penultimo posto, con 12 punti, AS Varese è oramai sicura del 13° posto nella griglia play-out e precede il fanalino di coda Pallacanestro Gerenzano (senza vittorie e oramai da tempo retrocesso).

Copyright @2018