IL PUNTO SUI CAMPIONATI DI PALLACANESTRO
Hydrotherm, Knights e Borsano: tutti k.o.

La Hydrotherm cade male sul campo della Valceresio e perde una ghiotta occasione di infliggere il primo stop alla capolista. Prima casalinga e prima sconfitta del campionato anche per i Knights Legnano

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm cade male sul campo della Valceresio e perde una ghiotta occasione di infliggere il primo stop alla capolista. “Una brutta sconfitta – commenta coach Gianni Nava – direi che non abbiamo capito niente della partita, anzi abbiamo giocato al contrario!”. Dopo un discreto primo tempo, gli ospiti trovano poco dai protagonisti attesi. Poco da Azzimonti (a lungo in panchina per problemi fisici), poco da Arui (a parte qualche bagliore individuale), poco da Vai (nella seconda parte con le polveri bagnate), poco da Preatoni (limitato da problemi di falli). Così il match, poverissimo di valori tecnici da entrambe le parti (8/33 da 3 per la Bustese, 6/28 per i biancoverdi), lo vince chi sbaglia di meno e chi difende di più e su questo aspetto la Valceresio ha poco da invidiare a tutti gli altri team del girone. Nonostante ciò, qualche buono sprazzo dei giovani Marotto (nella prima parte) e De Vita (nel finale) consentono alla Nava-band di potersela giocare fino in fondo, ma la tripla di Azzimonti non è fortunata e così i bustocchi escono dal campo con la sensazione di una occasione scivolata via dalle mani… “Paghiamo una brutta prestazione offensiva – prosegue coach Gianni Nava – dal punto di vista dei numeri, ma anche e soprattutto per le brutte letture in campo. In difesa non siamo mai riusciti a tenere le penetrazioni dal palleggio, mentre in attacco ci siamo ostinati a tirare troppo dalla lunga distanza, muovendo poco la palla e creando rare occasioni interne. Ad un certo punto, invece di difendere, ci siamo anche messi a fare la guerra con gli arbitri. Speriamo di imparare da questa partita, di cancellare subito quanto successo e di ripartire da settimana prossima, contro Cantù, quando affronteremo un altro scontro difficile, come tutti in questo campionato….”.

Baj Valceresio – Hydrotherm Busto Arsizio: 67-64 (17-21; 34-32; 53-50)
VALCERESIO: Bellotti P. 2, Lepri 20, Giglio, Bolzonella, Clerici 2, Bellotti L. 17, Florio 13, Gardelli, Bergamaschi, Zattra, Tonella 11, Fiamberti 2. Coach Bianchi.
HYDROTHERM: De Franco 2, Marotto 4, Mastrillo n.e., De Vita 9, Preatoni 5, Azzimonti 2, Tagliabue 8, Pariani 4, Vai 19, Ferrario 2, Arui 9. Coach Nava.

 

Serie A-2 – Knights k.o. contro Scafati

Prima casalinga dei Knights contro Scafati e prima sconfitta del campionato. I padroni di casa, ancora senza Benetti (ma le notizie dall’infermeria sembrano confortanti), stanno volando sulle ali dell’entusiasmo dopo il raid di Treviglio e con il record di quasi 1.000 abbonamenti; gli ospiti, da parte loro, devono riscattare il brutto k.o. interno contro Bergamo (peraltro momentaneamente capolista del girone visto il fragoroso successo contro la Virtus Roma) per rimettersi in carreggiata in una stagione che li vuole protagonisti. Il break decisivo è ad inizio ripresa, con un 9-0 ospite firmato da Goodwin, Thomas e Rossato (48-61, 55-68, 58-72 al 30’). Nell’ultimo periodo il solito Raffa si mette in proprio, però un ulteriore 9-0 a favore dei campani chiude la gara con i canestri di Ammannato, Thomas e Tommasini. Un match difficile, che i Knights hanno complicato con alcune ingenuità riconosciute in conferenza stampa da coach Sacco. Uno dei classici peccati di gioventù di una squadra che è ancora un cantiere, ma che non devono passare inosservati prima che diventino delle cattive abitudini.

AXPO LEGNANOGIVOVA SCAFATI: 78-92 (24-26, 43-44, 58-72)
Axpo Legnano: Raffa 31, London 15, Bozzetto 12, Bortolani 10, Ferri 6, Bianchi 4, Serpilli, Corti, Berra, Coraini, Ganna, Ballarin. Coach Sacco.

Givova Scafati: Thomas 24, Goodwin 19, Italiano 13, Rossato 11, Tommasini 9, Romeo 6, Ammannato 4, Contento 3, Sgobba 3, Zaccaro. Coach Calvani.

 

Promozione – Il Cso Borsano si arrende a Tradate

Un’altra beffa in volata per il giovane Cso Borsano, che, sul campo di Tradate, deve alzare bandiera bianca nel finale contro i padroni di casa, ancora a secco di vittorie (64-60). I ragazzi di coach Titti Maini sprecano il +12 sulle folate di Monguzzi (15) e Lambertini (14) e vengono sorpassati nel finale da due bombe di Figuriello, che consegnano il primo referto rosa al Basket School. Prossima partita giovedì 19 in casa contro il Motrix Cavaria, ancora senza vittorie. In classifica Castronno, Stella Azzurra Castano, Albizzate e Montello volano a punteggio pieno, mentre in coda chiudono ancora a quota zero Borsano, Cavaria, GBA Lonate Ceppino e Daverio.

Copyright @2018