Campionati di pallacanestro
Hydrotherm, stop doloroso a Milano 3

La Hydrotherm si ferma sul campo di Milano 3, uno stop pesantissimo nella rincorsa play-off

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm si ferma sul campo di Milano 3, uno stop pesantissimo nella rincorsa play-off. I ragazzi di coach Gianni Nava giocano una partita molto alterna, a strappi, senza continuità in difesa e, soprattutto, vengono lasciati a piedi nelle percentuali del tiro da fuori, davvero poco incisive (5/33 pari, al 15%) per riuscire a vincere in trasferta contro una delle prime quattro forze del campionato. “Ci aspettavamo sicuramente di più – commenta il General Manager Carlo Speroni – siamo partiti con il freno a mano tirato, poi l’abbiamo recuperata e quindi siamo andati in confusione, finendo sotto all’intervallo. Nella seconda parte, invece che partire forte, siamo scivolati a -15; finalmente a quel punto abbiamo iniziato a difendere e a giocare in modo ordinato, ma sul -2 ci siamo accontentati del tiro da 3, che non è mai entrato in serata. La partita ci è scivolata definitivamente dalle mani e Milano 3 ha vinto con merito. Dal punto di vista della classifica questo k.o. fa male, anche perché dopo lo strabordante successo contro Erba ci credevamo. Nulla è perduto, adesso andiamo a Nerviano contro un’ottima squadra, ce la giocheremo, però tanto dipenderà da noi, da quale spirito metteremo nella gara…”. I padroni di casa, pur senza Giocondo (inutilizzato per un infortunio), ci hanno creduto sempre e hanno respinto l’ultimo assalto della Hydrotherm guidata da un flash di 5 punti consecutivi di Atsur (25 punti, con 6/13 da 2, 2/8 da 3, 7/8 ai liberi, 8 rimbalzi, 9 falli subiti e 4 assist) e da Tagliabue (18 punti, con 9/12 da 2, 0/2 da 3, 0/1 ai liberi, 4 rimbalzi e 3 assist) per il -2 all’inizio dell’ultimo periodo: la possibile tripla aperta del sorpasso di Azzimonti (2 punti, con 2/9 dal campo e 6 rimbalzi) si è però infranta sul ferro, Vai è decisamente girato a vuoto (11 punti, con 2/11 da 2, 2/11 da 3 e 5/5 ai liberi) e, sul capovolgimento, di fronte Milano 3 ha segnato il break decisivo approfittando dell’ennesimo black-out della difesa ospite.

Milano 3-Hydrotherm Busto Arsizio: 93-79

Milano 3: Cinquepalmi, Iacono 17, Bassani 22, Colombo 23, Tandoi 13, A. Cappellari 4, Giocondo n.e., Sorrentino 2, Eò Rawi 2, Bonora 5, A. Cappellari 4. Coach Pugliese

Hydrotherm: Preatoni, Atsur 25, Tagliabue 18, Arui 8, Azzimonti 2, Marotto 1, De Vita, Pariani 14, Vai 11, De Franco. Coach Nava.

Copyright @2019