I Cinque Stelle: “L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti”
“I profughi e il ricatto della KB Srl”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dei consiglieri “5 Stelle” di Busto Arsizio, Luigi Genoni e Claudia Cerini. “I profughi e il ricatto della KB srl. L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti”

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dei consiglieri “5 Stelle” di Busto Arsizio, Luigi Genoni e Claudia Cerini. “I profughi e il ricatto della KB srl. L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti”.

Dalle cronache di questi giorni apprendiamo che la società KB Srl non ha partecipato al bando per la gestione dei profughi della provincia di Varese, perché meno remunerativo. Un sistema legislativo sbagliato ha permesso a una società che si occupava di allevare capre e asini di partecipare a bandi per la gestione di esseri umani e oggi questa società, che ha in carico un terzo dei richiedenti asilo della provincia di Varese, non partecipando al nuovo bando rischia di mettere in crisi il sistema e ottenere anche una proroga secondo le vecchie caratteristiche.

Per capire di che cifre stiamo parlando la KB nel 2016 ha fatturato 8 milioni di euro, con 2 milioni e 340mila euro di utile. Ora, è alquanto ingenuo pensare che una società di questo tipo abbandoni questo business.

L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti. Il Regolamento di Dublino, la legge Bossi-Fini e l’accordo sui migranti con la Turchia hanno trasformato l’Italia nel campo profughi d’Europa. Oggi Gentiloni corre ai ripari siglando un nuovo accordo con l’Europa, ma è stato sempre il Governo Renzi a firmare nel 2014 l’accordo Frontex che ha lasciato sulle spalle dell’Italia l’accoglienza dei migranti nel Mediterraneo.

Dall’altra parte la Lega che oggi ripete che con loro al governo le cose cambieranno si dimentica che la Bossi-Fini l’hanno varata loro e l’accordo di Dublino del 2003 è stato firmato dal loro alleato Berlusconi. Come possono essere ancora credibili?

Ricordiamo che alcuni mesi fa, in Consiglio Comunale a Busto, la maggioranza ha bocciato la mozione delle opposizioni sullo Sprar, un sistema che prevede una accoglienza diffusa e controllata nei numeri. Non sarà forse la soluzione definitiva ma oggi, a livello comunale, avrebbe permesso di non essere sotto ricatto della KB.

Tre profughi ogni mille abitanti ha indicato il Ministero come numero limite sostenibile. A Busto Arsizio solo la KB ne accoglie oltre 200 che sommati alle altre realtà superano la soglia. Ma il Comune non riesce a fare nulla, perché Lega e Forza Italia hanno deciso di lavarsene le mani.

Ricordiamo che il Movimento 5 Stelle nel suo programma sull’immigrazione ha l’ambizioso obiettivo di fare in modo che l’Italia lavori per rimuovere le cause che costringono migliaia di essere umani a lasciare i propri Paesi di origine. Come? Ad esempio con un embargo alla vendita di armi ai paesi in guerra civile, la fine dello sfruttamento dei paesi terzi, una vera cooperazione internazionale e di sviluppo dei paesi di origine. Con vie legali e sicure di accesso all’Unione Europea diminuirebbero le traversate in mare, la pressione dei flussi sulle frontiere esterne e si contrasterebbe il traffico di esseri umani. Ci deve essere certezza e velocità nelle procedure per il riconoscimento dello status di rifugiato. Le Commissioni territoriali che verificano le domande devono essere potenziate e messe nella condizione di lavorare al meglio.

Questi obiettivi, di cui alcuni a lungo termine, non sono irraggiungibili, ma serve una forte volontà politica per attuarli, cosa che i partiti tradizionali hanno dimostrato di non avere.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA