Pro Patria-Ciserano 0-0
I tigrotti non sfondano, applausi per Serafini / Le foto di Pro Patria-Ciserano 0-0

Nel “Serafini day” i biancoblù - in dieci dal 56’ per l’espulsione di Marcone - non vanno oltre lo 0-0 contro il Ciserano dell’ex capitano tigrotto

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel mercoledì di campionato all’insegna del grande ex Matteo Serafini, salutato con affetto e riconoscenza dal pubblico dello “Speroni”, la Pro Patria non va oltre lo 0-0 con il Ciserano, pagando alla lunga le assenze (Santana, Disabato e di fatto anche Le Noci) e più di mezz’ora d’inferiorità numerica. Dopo un primo tempo difficoltoso, con i tigrotti vicini al gol con il colpo di testa di Gucci nell’unico tiro in porta effettuato, nella ripresa – con Bortoluz e Colombo subito in campo – Cottarelli spreca l’occasione del vantaggio, ma a complicare i piani biancoblù è soprattutto il secondo giallo di Marcone al 56’. Nonostante l’inferiorità numerica, Pettarin e compagni ci provano col cuore, ma lo 0-0 non si sblocca.

Teniamoci stretto questo punto, ottenuto in inferiorità numerica e non in condizioni ottimali – commenta Javorcic – in questo momento preferisco sottolineare lo sforzo profuso dai ragazzi: fino alla fine hanno provato a vincere”.

In classifica, dove il Darfo Boario vince ed il Rezzato stravince, i bustocchi – con una gara in meno – vengono raggiunti in vetta dai camuni, seguiti a ruota dai bresciani.

Domenica di nuovo in campo, con la Pro di scena a Scanzorosciate, ma la chiosa della giornata spetta doverosamente all’uomo e capitano Matteo Serafini: “Molto emozionante l’arrivo a Busto e l’ingresso in campo, ma il finale, con il giro di campo fra gli applausi dei tifosi, è stato toccante. Grazie a tutti”.

PRIMO TEMPO

In uno “Speroni” soleggiato, in cui campeggiano tre striscioni per il grande ex Matteo Serafini (199 volte grazie; Bentornato Teo; Uomo e capitano vero), mister Javorcic – privo degli infortunati Santana e Disabato – lancia titolare Marcone, riabbracciando Le Noci (al rientro dall’infortunio), in panchina con Bortoluz. Pro con la gloriosa casacca biancoblù e col lutto al braccio (per la scomparsa del papà di Galli); Ciserano (degli altri ex Comi e Cannataro, oltre al diesse Pogliani) in maglia rossa

00′ – Arrigoni dà il calcio d’inizio sul coro degli ultras “Serafini uno di noi

00′ – L’ex capitano, applauditissimo, ricambia i saluti

10′ – Ritmi alti, ma nessuna occasione da rete a Busto

15′ – Sul cross di Pedone Gucci incorna a colpo sicuro: Maggioni salva il risultato

20′ – Marcone è il primo ammonito del match

22′ – Contatto a dir poco dubbio su Arrigoni, affossato in area

25′ – Marcone prova il sinistro da fuori

30′ – Giallo anche per Arrigoni; arbitro già nelle “grazie” del pubblico dello “Speroni”

40′ – La Pro fatica a trovare spazi e non punge

46′ – Dopo un minuto di recupero, con Arrigoni lanciato verso la porta, l’arbitro sancisce la fine del primo tempo, guadagnandosi una bordata di fischi: lo 0-0 dell’intervallo rispecchia però le difficoltà incontrate dalla Pro, vicina al gol con Gucci nell’unico tiro in porta della prima frazione.

SECONDO TEMPO

Due cambi subito in avvio per Ivan Javorcic: dentro Colombo e Bortoluz per Galli ed Arrigoni; stesso undici invece per l’ex Cremonese Walter Viganò. In tribuna Maurizio Ganz

00′ – Si riparte

04′ – Maspero ci prova da lontano: Mangano non si fa sorprendere

05′ – Sull’assist di Pedone, Cottarelli ha la palla per far male, ma Maggioni para

06′ – Pettarin da fuori area: il portiere del Ciserano respinge

07′ – L’arbitro, che ha perso un po’ la gestione del match, ammonisce anche Serafini

10′ – Javorcic impreca in croato

11′ – Marcone, già ammonito, incappa nel secondo giallo: Pro in dieci

20′ – Molnar di testa, Maggioni si allunga e devia in angolo

21′ – Sul susseguente corner, la spizzata di Zaro mette involontariamente fuori causa Molnar

22′ – Javorcic inserisce Ugo per Gucci

30′ – L’inferiorità si sente, ma la Pro ci prova col cuore

36′ – E’ il momento di Mozzanica (per Pettarin)

38′ – La girata di Bortoluz viene respinta col braccio da un difensore: l’arbitro opta per l’involontarietà

43′ – Mozzanica ci prova su punizione: Maggioni blocca

49′ – Dopo quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio finale: fra Pro Patria e Ciserano è 0-0. Alla fine gli applausi sono tutti per Serafini, il cui giro di campo è da libro cuore.

 

IL TABELLINO

Pro Patria-Ciserano: 0-0

PRO PATRIA: Mangano, Cottarelli, Marcone, Pettarin (dal 36′ Mozzanica), Zaro, Molnar, Arrigoni (dal 1’st Bortoluz), Gazo, Gucci (dal 22’st Ugo), Pedone (dal 46’st Le Noci), Galli (dal 1’st Colombo). A disposizione: Guadagnin, Chiarion, Scuderi, Ghioldi. Allenatore: Ivan Javorcic

CISERANO: Maggiorni, Foglieni, Sobacchi, Marino (dal 30’st Giovanditti), Suardi, Crociati, Tocchi (dal 26’st Motta), Scampini, Serafini, Maspero (dal 22’st Ronchi), Cariello (dal 38’st Achenza). A disposizione: Bolis, Garofoli, Comi, Siviero, Davenia. Allenatore: Walter Viganò.

ARBITRO: Bergamin di Castelfranco Veneto (Paggiola, Pedroni)

NOTE – Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Spettatori: 1.000 circa. Espulso: Marcone all’11′ st. per doppia ammonizione. Ammoniti: Marcone, Arrigoni, Scampini, Serafini, Marino, Gazo. Calci d’angolo: 4-3. Minuti di recupero: pt 1′, st 4′.

LE PAGELLE di Emanuele Reguzzoni

Mangano 6; Molnar 6, Zaro 5.5, Marcone 5; Cottarelli 6, Arrigoni 6, Pettarin 6.5, Gazo 5.5, Galli 6; Pedone 6.5, Gucci 5.5, Colombo 5.5, Bortoluz 5.5, Ugo 5.5, Mozzanica sv. Allenatore: Ivan Javorcic 5.5.

RISULTATI

Pro Patria-Ciserano: 0-0, Lecco-Trento: 2-0, Romanese-Bustese: 0-0, Crema-Lumezzane: 1-0, Darfo Boario-Levico Terme: 3-0, Dro-Caravaggio: 1-1, Grumellese-Scanzorosciate: 1-2, Pontisola-Virtus Bergamo: 2-2, Rezzato-Pergolettese: 5-0. Riposa: Ciliverghe Mazzano.

CLASSIFICA

Pro Patria*, Darfo Boario 25; Rezzato 24; Virtus Bergamo 22; Pontisola*, Lecco 20; Pergolettese*, Ciliverghe* 19; Caravaggio 17; Levico Terme*, Crema* 15; Scanzorosciate* 14; Ciserano 11; Bustese* 10; Trento*, Dro*, Lumezzane 8; Grumellese* 7; Romanese* 6. (* già osservato il turno di riposo).

PROSSIMO TURNO

Domenica 5 novembre (ore 14.30)Scanzorosciate-Pro Patria, Bustese-Grumellese, Caravaggio-Pontisola, Ciliverghe-Darfo Boario, Ciserano-Crema, Levico Terme-Lecco, Lumezzane-Dro, Pergolettese-Romanese, Trento-Lecco. Riposa: Rezzato.

(Nella foto di Giovanni Garavaglia, il giro di campo di Matteo Serafini. Ex indimenticato capitano della Pro)

 

Copyright @2017