NEL MIRINO GLI EX TIGROTTI CALZI E FERRI
Il Busto 81 emigra al “Chinetti” di Solbiate Arno

Il Busto 81 ha trovato la sua nuova casa. Dopo tanta fatica, è arrivata l’ufficialità dell’accordo con la Solbiatese Insubria: i tori biancorossi giocheranno al “Chinetti” di Solbiate Arno. E questo varrà sia per l’Eccellenza sia per la Serie D

Riccardo Torresan

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ha una nuova casa il Busto 81 di patron Galli che negli ultimi anni, fra il “Carletto Reguzzoni” di via Valle Olona, lo “Speroni” di via Ca’ Bianca ed il “Gambini” di Olgiate Olona, ha faticato a trovare una dimora fissa. La società biancorossa, che ancora cammina in bilico tra Eccellenza e possibile ripescaggio in Serie D, ha finalizzato in questi giorni (oltre all’accordo per il settore giovanile col Beata Giuliana) un’intesa di grande importanza con la Solbiatese Insubria, giovanile di Solbiate Arno. L’accordo permetterà ai tori bustocchi di allenarsi e giocare, per tutta la stagione 2018/2019, sul prato del “Chinetti”, uno degli stadi più belli dell’intera provincia, dopo ovviamente lo “Speroni” di Busto Arsizio. Con una capienza di oltre 3mila posti e le tribune piazzate direttamente a bordo campo (senza la classica pista di atletica), il “Chinetti” è da sempre molto apprezzato, tanto da aver ospitato, in anni recenti, anche giovanili di squadre di Serie A (Milan su tutti).

Senza ovviamente entrare nel merito della ragioni che hanno spinto una delle società che ha da sempre caratterizzato il calcio bustocco (al pari di Cas, Borsanese, Antoniana, San Marco, San Filippo e Beata Giuliana) a snaturarsi ed emigrare l0ntano dalla città, il ds Carmine Gorrasi, che ha gestito le trattative ed ora si sta muovendo per la prima squadra, mostra comunque soddifazione: “La Solbiatese è stata molto disponibile – ha affermato – e ci ha aiutato subito. Ovviamente dobbiamo ringraziare anche il Comune di Solbiate, che ha patrocinato l’accordo dando il suo benestare. Ora siamo felici della nuova sistemazione, che terremo sia in caso di Serie D sia in caso di Eccellenza”.

Delicato il tema della campagna acquisti, che i biancorossi stanno affrontando in ritardo rispetto al solito.
“Siamo incerti sulla categoria che frequenteremo l’anno prossimo – continua Gorrasi – e giustamente molti giocatori hanno preferito ascoltare altre offerte. Ora quindi rifonderemo la squadra, cercando di costruire un organico all’altezza della situazione”.

Già ci sono, in realtà, alcune voci di corridoio (e qualcosa di più…), che danno gli ex tigrotti Michele Ferri e Gianpaolo Calzi vicinissimi alla società biancorossa, specie in caso di ripescaggio in serie D. Se ne riparlerà sicuramente meglio sul finire di questa torrida estate.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA