LA DOMENICA DEL CALCIO DILETTANTI
Il Busto 81 lotta per la vetta, il Cas ha l’ultima chance playoff

Mentre continua la sfida a due con il Fanfulla per la capolista Busto 81, il Cas raccoglie le ultime speranze playoff. Antoniana, Beata e Ardor sono in cerca di riscatto, San Marco e Borsanese affamate di vittoria

GioGara

Riccardo Torresan

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Siamo ormai entrati nel mese di aprile e, a grandi falcate, i vari gironi dei campionati dilettanti regionali e provinciali si dirigono verso il proprio finale. Terminato il tour de force di recuperi infrasettimanali, le bustocche possono tornare a concentrarsi sugli appuntamenti domenicali, misurando punti e distacchi. Soprattutto per alcune, infatti, ogni punto conquistato sarà fondamentale per realizzare grandi sogni o conquistare obiettivi insperati. Per tutti, il fischio d’inizio sarà domenica alle 15.30.

Eccellenza

Quello per il posto da capolista, ormai, è un gioco a due tra Cavenago Fanfulla e Busto 81. I biancorossi di Danilo Tricarico, nel ponte di Pasqua, hanno offerto l’ennesima ottima prestazione, nonostante una partita più lottata del previsto. Forma fisica e mentale, quindi, dovranno soccorrere i tori anche domenica, contro l’Union Villa Cassano. Ospiti sul prato di via Salvo D’Acquisto, a Cassano Magnago, i bustocchi si trovano di fronte una squadra di metà classifica. Ci si attende una sfida che il Busto 81 può controllare ma non sottovalutare: le insidie, nel calcio, nascono e muoiono ad ogni minuto. Di certo v’è che i biancorossi, ora, non possono più sbagliare un colpo.

In trasferta anche la Castellanzese di Emiliano Palazzi, che sfida l’Alcione per allontanarsi definitivamente dai playout. Il Legnano di Paolo Tomasoni, invece, si scontra con l’Accademia Pavese San Genesio per consolidare la propria posizione playoff.

Prima categoria

L’Antoniana di Davide Airoldi non sta attraversando un buon momento, avendo rimediato qualche sconfitta che adesso, in classifica, pesa. Se vogliono evitare gli spareggi retrocessione, i giallorossi dovranno ora ritrovare lo smalto migliore, a partire dalla sfida di questa settimana contro il Cairate. La graduatoria (e quindi il pronostico) favorisce i bustocchi, ma il finale di stagione rischia sempre di essere fonte di sorprese ed emozioni. L’appuntamento è sul prato di via Ca’ Bianca.

Si potrebbe dire ancora convalescente il Cas visto in queste ultime uscite. I biancoblù di Luciano Cau faticano, infatti, a trovare costanza, alternando prestazioni di buon livello a partite decisamente sottotono. Questa domenica, per giunta, i sinaghini sono attesi ad un esame fondamentale. L’avversario di turno è infatti l’Ispra, diretta rivale per l’ultimo posto disponibile nei playoff. I punti da recuperare sono 4, ma una vittoria nello scontro diretto potrebbe dare la spinta necessaria. Come anche si spera la darà il campo di via Montegrappa, dove si giocherà la partita.

Resta in casa anche la San Marco di Stefano Rasini, che ha però tutt’altro stato d’animo. Ormai stabilmente fuori dai playout e con alle spalle una striscia di tre vittorie consecutive, i biancoazzurri possono concludere il campionato con la gusta serenità, senza però abbandonare quella cattiveria agonistica che ha permesso così tante soddisfazioni. Domenica, l’impianto di via Villoresi accoglie l’Arsaghese, quarta in classifica e sicura dei playoff. La sfida si preannuncia complicata, ma sognare non è mai stato proibito a nessuno.

Seconda categoria

Ha necessità di un immediato recupero il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti, dopo la sconfitta beffarda subita sotto Pasqua. Morale e classifica, quindi, hanno bisogno di una prestazione solida, questa settimana, contro il Canazza Sant’Erasmo, che ospita i rossoblù al centro sportivo San Pietro. Se gli avversari lottano per uscire dai playout, i bustocchi hanno però la missione riscatto ben impressa nella mente.

Chi invece resta in casa, e con il morale tutto sommato alto, è la Borsanese di Davide Tomanin. I biancoazzurri si stanno mettendo al sicuro dalla minaccia playout, e questa domenica trovano, sul loro cammino, la Robur, ultima in classifica. La partita sembra facile, anche se la mancanza di tensione nervosa potrebbe giocare brutti scherzi ai bustocchi. Appuntamento sul prato di via Cardinal Ferrari.

Terza categoria

Last but not least, scende in campo l’Ardor di Fabio Colombo. Gli ardorini non intendono compiere ulteriori inciampi nel finale di stagione, che sarà prezioso per preparare la stagione 2018/2019. Avversario (scomodo) di turno è il Buscate, che al momento naviga in quarta posizione. Per gli azzurri, però, nulla è precluso ed anche il fattore casa potrà dare il suo apporto. La partita, infatti, si giocherà sul campo di via Bergamo.

Copyright @2018