Calcio dilettanti - 26^ giornata
Il Cas non sbaglia. Ko Busto 81: strada per i playoff in salita

Il Cas vince e conserva il primato in classifica. Conquista i tre punti anche l'Ardor; pareggi per Antoniana, Beata e Borsanese; sconfitte Busto 81, San Marco e San Filippo

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ventiseiesima giornata dei campionati dilettantistici provinciali e regionali. In Eccellenza la strada verso i playoff del Busto 81, oggi sconfitto dalla Sestese, si mette tutta in salita. In Prima categoria il Cas vince e conserva il primato, l’Antoniana rimedia un pari che smuove la classifica, mentre la San Marco va ko. Due pareggi per le bustocche di Seconda Categoria; in Terza Categoria l’Ardor cala il poker e il San Filippo rimedia una sconfitta, ma con onore.

Eccellenza

Sestese-Busto 81: 1-0

Si mette tutta in salita la strada per i playoff per il Busto 81 di Stefano Civeriati. I bustocchi, oggi decisamente sottotono, hanno incassato un ko pesantissimo per la classifica in quel di Sesto Calende. Il gol partita della Sestese arriva a metà primo tempo con un calcio d’angolo battuto rasoterra che trova la deviazione vincente dell’attaccante locale; disattenta la difesa nerazzurra. La risposta bustocca non arriva fino all’ultimo minuto del recupero, quando Berberi colpisce un palo in mischia appena prima del triplice fischio.

“Abbiamo giocato male e abbiamo incassato una sconfitta meritata. Adesso ci possiamo solo leccare le ferite, l’obiettivo resta quello di non mollare e rimetterci in pista: nell’ultima gara abbiamo lo scontro diretto con il Verbano, dobbiamo crederci fino alla fine. Resta il fatto che la vicenda Varese sta praticamente falsando il campionato perché ha regalato tre punti a tavolino a due nostre diretti concorrenti (Varesina e Fenegrò)” commenta il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Cas-Brebbia Calcio: 3-0

Non sbaglia il Cas di Luciano Cau, che si libera del Brebbia con un secco 3 a 0 e conserva la vetta del girone A di Prima Categoria; mentre il Gorla Maggiore, oggi vittorioso a Vanzaghello (1 a 0), continua a inseguire a -1. Partenza fulminante dei bustocchi, che passano in vantaggio appena due minuti dopo il fischio d’inizio con l’incornata di Oldani sul pallone rimesso in mezzo da Berton dopo un corner. Il raddoppio della formazione di Sacconago arriva pochi sitanti prima dell’intervallo con la deviazione vincente di Berton dopo il tiro impreciso di Agrello. Nella ripresa il Cas continua a tenere in mano il pallino del gioco e trova anche la terza rete, firmata Alessi su invito di Berton, che chiude definitivamente i giochi.

“Non era facile interpretare bene questa partita. Nonostante il Brebbia stia affrontando un momento particolarmente delicato dal punto di vista societario, si è presentato qui ed ha battagliato a testa alta, per questo devo fare anche i complimenti a mister Pizzuti” dichiara mister Cau.

Tradate-San Marco: 3-2

Non riesce la rimonta alla San Marco di Paolo Marchiorato, che deve arrendersi al Tradate per 3 a 2. Bustocchi irriconoscibili nel primo tempo, che si chiude sul 3 a 0 in favore dei tradatesi. Nella seconda frazione di gara arriva la reazione d’orgoglio dei leoni alati, che prima rientrano in partita con il l’imbucata di Carraro, che finalizza con un bel pallonetto, e poi rimettono completamente in discussione il risultato con la punizione di Napolitano. L’assalto finale bustocco, però, non dà l’esito sperato, e i tre punti vanno al Tradate.

“Primo tempo non commentabile. Gli assenti non possono essere un alibi, una squadra che si deve salvare non può entrare in campo con questo atteggiamento, ci serve una scossa” evidenzia mister Marchiorato.

Antoniana-Ispra Calcio: 0-0

Altra buona prestazione per l’Antoniana di Cristian Pavone  decimata dalla pioggia di sanzioni e squalifiche che ha punito i giallorossi per le fin troppo accese proteste nei confronti dell’arbitro dopo il ko di Gorla Maggiore – che ferma l’Ispra sullo 0 a 0. Il primo tempo pende leggermente a favore dei bustocchi, che sfiorano anche il vantaggio con Corbetta, mentre nella ripresa le due squadre si annullano a vicenda e si portano a casa un pareggio che rispecchia pienamente l’equilibrio visto in campo.

Un punto che smuove la classifica. Ci siamo trascinati gli strascichi della partita di settimana scorsa, oggi sono scesi in campo quelli che fino ad ora han giocato di meno ed hanno dimostrato tutto il loro valore” sottolinea mister Pavone che oggi, causa squalifica, non ha potuto sedere in panchina.

Seconda Categoria

Crennese Gallaratese-Beata Giuliana: 0-0

Termina con un pari a reti bianche la sfida fra Crennese e Beata Giuliana. Risultato che sta stretto agli uomini di mister Rossetti, che si dimostrano più pericolosi per tutto l’arco dei novanta minuti, ma senza riuscire a graffiare. In piena zona Cesarini, il portiere Borriero evita la clamorosa beffa volando su un tiro dalla lunga distanza, mentre il palo colpito da Izzo negli ultimissimi istanti di gioco non fa altro aumentare il rammarico.

“Partita giocata con coraggio e intraprendenza, risultato che ci sta stretto. Siamo usciti dal campo di un avversario particolarmente ostico come la Crennese con i complimenti di tutti: giocatori avversari, staff e pubblico. Questo ci fa solo onore” dichiara mister Rossetti.

San Massimiliano Kolbe-Borsanese: 2-2

Si ferma sul pari la Borsanese di Davide Tomanin. Partono meglio i bustocchi, che aprono le marcature con la pennellata di Sangaletti su punizione. I padroni di casa riportano in equilibrio il punteggio ad inizio ripresa con un colpo di testa. I biancoazzurri non ci stanno e rispondono con Tagliabue, che supera il portiere avversario con uno scavetto a tu per tu. A pochi minuti dalla fine, però, il San Massimiliano Kolbe riesce a riacciuffare il pari trasformando un penalty.

“Abbiamo sempre avuto il controllo sulla partita, la squadra c’è. I prossimi scontri saranno decisivi per raggiungere l’obiettivo salvezza in anticipo” analizza mister Tomanin

Terza Categoria

Vergherese-Ardor: 1-4

L’Ardor di Matteo Gastaldello si impone sulla Vergherese con un netto 4 a 1. Partita a senso unico, con i bustocchi che passano in vantaggio dopo solo 53 secondi con Rappa che sfrutta al meglio il suggerimento di Iotti. Poco dopo, sempre il solito Rappa, oggi in giornata di grazia, regala il raddoppio ai suoi con una rovesciata di sinistro, suo piede debole. Nella seconda frazione di gara arriva la terza rete bustocca targata Bratti, mentre il 4 a 0 è un altro capolavoro di Rappa, tripletta personale, che insacca dopo un’inarrestabile coast to coast. Nel finale la Vergherese trova il gol della bandiera: 4 a 1 sul tabellino al triplice fischio.

“Abbiamo trovato gli stimoli giusti, i ragazzi sono stati fantastici. Ormai siamo tagliati fuori dal discorso playoff, ma in settimana con i ragazzi ci siamo promessi di provare comunque a conquistare il quarto posto, la loro risposta oggi è stata fenomenale” dichiara mister Gastaldello.

San Filippo-Solbiatese: 1-2

La Solbiatese strappa la ventesima vittoria su 24 partite, ma il San Filippo di Diego De Bernardi esce dal campo a testa altissima. Dopo un primo tempo combattuto, che vede le due formazioni affrontarsi a viso aperto, il punteggio si sblocca nella ripresa con un colpo di testa vincente che porta in vantaggio la formazione ospite sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il raddoppio della Solbiatese arriva su calcio di rigore, mentre il San Filippo, che continua a tenere botta, va più volte vicino al gol, ma la rete che rimette in discussione il risultato arriva solo al novantesimo con la rovesciata di Di Bartolo.

“abbiamo avuto le nostre occasioni, i ragazzi hanno interpretato la gara al meglio. Abbiamo giocato con voglia e carattere, l’avversario ci ha stimolati” commenta mister De Bernardi

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA