DUE OLGIATESI IN TERAPIA INTENSIVA
“Il Coronavirus è arrivato anche a Olgiate, dovevamo aspettarcelo”

Il sindaco Montano: “Non dobbiamo allarmarci e diffondere il panico, dobbiamo stare attenti ed evitare di diffondere il contagio, e questo è possibile solo stando a casa”

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Il Coronavirus è arrivato anche a Olgiate, dovevamo aspettarcelo”; è con queste parole che il Sindaco Giovanni Montano annuncia alla cittadinanza che due olgiatesi sono stati ricoverati in terapia intensiva dopo essere risultati positivi al tampone sul Coronavirus. “Vi chiediamo cortesemente – sottolinea l’Amministrazione – di non fare nomi e di non riportare notizie di “corridoio”; è già stata attivata la procedura prevista, contattando i famigliari e ricostruendo gli spostamenti degli ultimi giorni delle persone risultate infette.
Le forze dell’ordine stanno avvisando chi è stato a contatto con queste persone, per poter iniziare la quarantena”.

“L’emergenza sanitaria è forte, e la situazione non è semplice – spiega il Sindaco Montano – ma questa è solo una ragione in più per rispettare le norme; chiudersi in casa è l’unica maniera per evitare il contagio.
Non dobbiamo allarmarci e diffondere il panico, dobbiamo stare attenti ed evitare di diffondere il contagio, e questo è possibile solo stando a casa.
Da parte nostra abbiamo già messo in atto tutte le misure necessarie per avvisare i cittadini, sia attraverso i social e il servizio alert system, sia con le auto di vigili e Protezione Civile che stanno girando per le vie del paese per invitare i cittadini a rimanere in casa.
Lo ripeto: mi raccomando, restiamo a casa, è l’unica arma che abbiamo per combattere il virus”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA