A BREVE IL VERDETTO DELLA GIURIA
Il fascino e la complessità delle… diversità!

webmaster

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Vorremmo memorizzaste questa data: venerdì 25 settembre. Una scadenza importante per chiunque abbia a cuore l’impegno letterario abbinato all’attualità. Soprattutto quando quest’ultima è caratterizzata da circostanze tali che, per intensità e frequenza, hanno e avranno il potere di modificare gli assetti stessi della società in cui viviamo.
 
Mai come in questi giorni la formula “La diversità è una ricchezza (!?)” – che è poi quella che identifica il premio letterario “Mille e… Una STORIAedizione 2015, la 6a – è sulla bocca (e nelle teste) di tutti.
Nessuno escluso.
I componenti della Giuria che il prossimo 25 settembre si riuniranno per decretare i vincitori del premio avranno il loro bel da fare.
Paolo Iervese (docente di storia e filosofia e psicologo cognitivista), Lucia Landoni (giornalista di Repubblica), Mauro Luoni (responsabile immagine e comunicazione UNIVA) e Riccardo Torresan (studente universitario), senza ovviamente scendere nel dettaglio del loro lavoro, hanno decretato all’unanimità l’elevata qualità dei racconti esaminati, nonché la loro attinenza con gli eventi odierni.
Dal tema della disabilità a quello del confronto (conflitto?) culturale e religioso; dal delicato rapporto fra le “diversità” sessuali alla drammatica questione delle discriminazioni-persecuzioni etniche nel corso della storia.
I contenuti degli elaborati che i lettori e le lettrici, gli studenti e le studentesse hanno inviato alla Direzione della GMC Editore attingono direttamente dalle vicende di oggi e da quelle di ieri e dell’altro ieri.
 
“Quest’anno i componenti della Giuria – precisano Gianluigi Marcora e Massimo Castiglioni, soci fondatori della stessa GMC Editore – avranno veramente la possibilità di ‘misurare’, attraverso la lettura dei racconti, il livello di intensità emotiva che i macro-fenomeni in atto, a cominciare dagli imponenti flussi migratori, hanno provocato e stanno provocando negli animi di tutti noi. Il tema della 6a edizione di “Mille e… Una STORIA” rappresenta una specie di ‘termometro’ che ‘misura’ il livello di cambiamento e di rifiuto del cambiamento attualmente in corso”.
Le premiazioni, con l’assegnazione delle borse di studio e degli attestati di merito agli Istituti Scolastici che hanno preso parte al concorso culturale, avverranno venerdì 20 novembre, alle ore 21, nella sala Tramogge del centro congressi Molini Marzoli di Busto Arsizio, con la consueta massiccia partecipazione dei numerosi imprenditori che anche quest’anno hanno sostenuto concretamente l’iniziativa culturale a favore soprattutto dei giovani.
 
“Ancora una volta gli operatori economici del territorio (provincia di Varese e di Milano) ci sono vicini con la loro generosità e la loro straordinaria capacità di guardare al futuro con incrollabile ottimismo. Il loro sostegno mediante sponsorizzazioni – spiega Luciano Landoni, giornalista che cura in particolare il rapporto con gli imprenditori – rende possibile da sei anni a questa parte (e spero per almeno altri … 60!) mantenere in vita questo progetto culturale che ha un duplice grande merito, motivare/entusiasmare i giovani e gettare un ponte ideale fra il mondo dell’industria e quello della formazione”.

Copyright @2015