INCONTRO CON LE ISTITUZIONI ALLA STAZIONE FS
Il rifugio per i senzatetto: “Un luogo dove sentirsi accolti e compresi”

Bilancio positivo per il progetto “Diamo un tetto a chi non l’ha. I rifugi per i senzatetto di Busto Arsizio come via per l’integrazione sociale”, sviluppato grazie all’impegno dei City Angels. “L’obiettivo è allargare la struttura con uno spazio per distribuire i pasti caldi”

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Ci siamo certamente posti un obiettivo ambizioso: trasformare un luogo dove semplicemente trascorrere la notte in un vero e proprio centro di accoglienza, dove l’ospite possa sentirsi accolto e compreso”. Con queste parole, Andrea Menegotto, Coordinatore dei City Angels di Varese e Busto Arsizio, traccia un bilancio del progetto “Diamo un tetto a chi non l’ha. I rifugi per i senzatetto di Busto Arsizio come via per l’integrazione sociale”,  sviluppato grazie al sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto, all’assiduo e appassionato lavoro degli “Angeli con il basco blu e la giubba rossa”, nonché all’affiancamento di figure professionali qualificate quali psicologi, assistenti sociali e medici. Il coordinatore dei City Angels sceglie di incontrare le istituzioni proprio nel punto di accoglienza notturna di Piazza Volontari della Libertà che attualmente ospita 9 uomini e 2 donne ma ha una capienza totale di sedici posti letto: dodici il rifugio maschile e quattro il femminile.

“Alle istituzioni non chiediamo nulla, solo di continuare ciò che già stanno facendo, la loro presenza è già un bel segno – prosegue Menegotto – Questo rifugio è un posto dove si può vivere, in un momento di transizione della vita che ci auguriamo sia il più breve possibile. L’obiettivo è renderlo sempre più confortevole ed accogliente”. Numerose le autorità intervenute all’incontro, l’assessore all’Inclusione sociale Miriam Arabini che ha sottolineato: “E’ un luogo che mi sta particolarmente a cuore, realizzato grazie all’impegno dei Lions e tanti risultati davvero positivi sono stati ottenuti grazie alla convenzione stipulata lo scorso mese di maggio con i City Angels, da me fortemente voluta. Quando sarà possibile, allargheremo la struttura con uno spazio in cui possano essere consumati pasti caldi”.

Un obiettivo che potrà essere raggiunto qualora le Ferrovie dello Stato concedessero i locali del vecchio deposito di biciclette in comodato gratuito. Presente anche la vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza che ha ringraziato l’amministrazione comunale e tutti i volontari “per la sensibilità nel gestire queste delicate problematiche sul territorio” e in particolare i City Angels “la cui presenza infonde un senso di tranquillità e sicurezza nei cittadini”: “Come Regione Lombardia vi siamo vicini – afferma Brianza – il vostro intervento è essenziale e va a colmare i buchi del sistema”.

Sono intervenuti anche il dirigente del settore “Servizi alla persona” del Comune di Busto Arsizio, Massimo Fogliani, il segretario generale della Fondazione Comunitaria del Varesotto Carlo Massironi, Franco Mazzucchelli e Mario Gallazzi dei Lions, Luca Folegani in rappresentanza di Passaparola e Comunità Giovanile che si occupano della distribuzione dei pasti nel fine settimana, e una delegazione di Federcasalinghe di Busto che, per l’occasione, ha donato agli ospiti del rifugio  prodotti per l’igiene personale e generi di prima necessità.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA