Nuovo atto di vandalismo in paese
Imbrattati i muri della biblioteca di Gorla Maggiore

Dopo le persiane del Palazzo Comunale, a finire nel mirino di giovani vandali sono stati i muri esterni della biblioteca. Giovani vandali subito rintracciati

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo i vandalismi al Palazzo Comunale in fase di ristrutturazione, un altro episodio deprecabile è avvenuto negli scorsi giorni a Gorla Maggiore. I muri esterni della Biblioteca, situata all’interno del cortile comunale, sono stati imbrattati e interessati da un nuovo atto di vandalismo, a nemmeno due settimane di distanza dal precedente episodio di inciviltà sulle persiane in legno di Villa Terzaghi.

“Per l’ennesima volta la nostra biblioteca – dice il sindaco Pietro Zappamiglio – è stata interessata da atti di vandalismo. Stiamo controllando le telecamere di sorveglianza e sarò grato a tutti coloro che mi daranno informazioni utili a individuare i responsabili di tali atti vandalici”.

L’analisi dei filmati ha portato ad un risultato immediato. I giovani responsabili del nuovo atto di vandalismo che ha colpito uno stabile comunale sono stati subito rintracciati: si tratta di una ragazza di Gorla Maggiore e di un coetaneo che vive in un altro paese della Valle. I due giovani dovranno ora pagare una multa, ma sarà proposto loro un percorso per risarcire i danni alla comunità. “Proporrò alla ragazza residente in paese un percorso di volontariato” spiega il sindaco Pietro Zappamiglio, che poi lascia una chiosa personale affidandosi alle parole di don Federico Pichetto: “Il compito di un adulto non è giudicare, ma sfidare i ragazzi ad andare fino in fondo, a non ridurre mai niente ad apparenza. Di apparenza si può anche far finta di vivere, ma di superficialità si muore…”.

Copyright @2018