Serve attestazione su modello predisposto dal Comune
Imu a Fagnano, per chi è in difficoltà prima rata al 30 settembre

Il Comune di Fagnano Olona, con delibera di giunta dell’11 giugno, ha deciso la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto Imu entro il 30 settembre, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche. Serve attestazione su modello predisposto dal Comune

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il Comune di Fagnano Olona, con delibera di giunta dell’11 giugno, ha deciso la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto Imu entro il 30 settembre, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche.

Si è deliberato di non differire la scadenza dell’acconto Imu, da effettuarsi entro il 16 giugno e di disporre, ad esclusione della quota Imu di competenza statale relativa agli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D (codice tributo 3925), la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto entro il 30 settembre, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, da attestarsi entro il 31 ottobre a pena di decadenza dal beneficio, su modello predisposto dal Comune.

Ai sensi dell’art. 177 del “Decreto Rilancio” del 19 maggio 2020, non è dovuta la prima rata dell’Imu per alcune attività ed in particolare per gli immobili della categoria D/2, rifugi di montagna e campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate. Si comunica anche che la legge di Bilancio ha abolito a decorrere dal 1° gennaio 2020 la Tasi (tributo per i servizi indivisibili).

Per informazioni o chiarimenti contattare l’Ufficio Tributi (340.8973733).

Copyright @2020