denunciato per furto aggravato
Indigente ruba le monete dalla cassetta delle offerte del Tempio Civico

Un metodo assai rudimentale, un righello con attaccato del nastro biadesivo, per pescare le monete dalla cassettina delle offerte. L’indigente di 64 anni è stato denunciato per furto aggravato, rifocillato e poi affidato alle cure dei medici per le sue precarie condizioni di salute

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un cittadino cinese che “pescava” le monete dalla cassetta delle offerte del Tempio Civico è stato sorpreso e denunciato dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. Mercoledì pomeriggio la pattuglia che transitava in via Fratelli d’Italia ha notato lo straniero aggirarsi furtivamente nei pressi dell’edificio religioso e, alla vista dell’auto di servizio, tentare di dileguarsi. Ricordando un episodio del passato del tutto analogo, gli agenti hanno sospettato che l’uomo avesse appena commesso un furto e lo hanno fermato. Il soggetto, poco dopo, ha confessato quanto fatto: l’uomo aveva appena svuotato la cassetta delle offerte, in totale poco più di 10 euro in moneta, utilizzando un righello con del nastro biadesivo applicato ad un’estremità.

La rudimentale “canna da pesca” era stata introdotta nella cassetta attraverso la feritoia che i fedeli utilizzano per fare le loro offerte. In tasca il cinese aveva anche delle “ricariche”, ovvero altri pezzi di nastro da utilizzare se il primo avesse perso le “proprietà” adesive.

Lo straniero, un sessantaquattrenne irregolare in Italia, è stato denunciato per furto aggravato non prima di essere rifocillato dagli stessi poliziotti e affidato alle cure dei medici per le sue condizioni di salute apparse precarie.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA