Calcio dilettanti - 16^ giornata
Inizio col botto per Busto 81, Borsanese, Beata e Ardor. Frenata Cas

Incassano i primi tre punti dell'anno nuovo Busto 81, Borsanese, Beata e Ardor. Si fermano sul pari Antoniana e Cas; giornata amara per San Marco e San Filippo.

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’attesa è finita. Tutte le bustocche sono tornate in campo per la prima giornata del girone di ritorno dei campionati dilettantistici provinciali e regionali. Iniziano il nuovo anno nel migliore dei modi Busto 81, Borsanese, Beata e Ardor, che si liberano delle rispettive avversarie ed incassano i primi tre punti del 2019; si fermano sul pari Antoniana e Cas; giornata amara per San Marco e San Filippo.

Eccellenza

Busto 81-Città di Vigevano: 2-1

Soffre più del previsto, ma alla fine il Busto 81 di Stefano Civeriati riesce a piegare il Vigevano. Dopo un primo tempo caratterizzato da un possesso palla sterile dell’undici bustocco nella metà campo ospite, la partita si infiamma nella ripresa: un errore in fase di disimpegno costa caro agli uomini di mister Civeriati, che passano in svantaggio. Ma la risposta neroazzurra è pressoché immediata: Berberi trova lo stacco di testa vincente su invito di Becchio ed è 1 a 1. I Tori iniziano a spingere forte e, nel finale, trovano l’incornata che vale i tre punti con Becchio. Vittoria preziosissima dei bustocchi che accorciano la classifica e si portano a -7 dalla Castellanzese, oggi sconfitta proprio dalla prossima avversaria del Busto 81: la Varesina.

“Partita difficile contro una squadra che, nonostante la differenza in classifica, non ha sfigurato. Serve più attenzione, abbiamo fatto dei miglioramenti in fase offensiva, ma dobbiamo ancora lavorare tanto. Dobbiamo imparare a chiuderle prima le partite, altrimenti rischiamo la beffa” commenta il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria 

Solbiatese Insubria-Antoniana: 2-2

Rimedia un pari beffardo l’Antoniana di Cristian Pavone, che viene ripresa due volte in casa della Solbiatese Insubria. Partono meglio i giallorossi, che riescono a far fruttare al meglio un’ottima iniziativa di Corbetta che, dalla sinistra, mette in mezzo per Ranieri. La conclusione dell’attaccante bustocco viene inizialmente respinta dal portiere avversario, che nulla può sulla successiva ribattuta dello stesso numero 9 giallorosso. I padroni di casa riequilibrano il punteggio su un calcio piazzato, ma Corbetta riporta nuovamente avanti i suoi con una conclusione mancina precisa e potente. Nella ripresa la Solbiatese si sbilancia alla ricerca del nuovo pareggio. Dopo un contrasto sulla trequarti bustocca il pallone schizza in aria e viene bloccato con sicurezza dal portiere Melchiorre (ex Cas). Il direttore di gara giudica intenzionale il retropassaggio e fischia una punizione a due da dentro l’area. La conclusione potente viene deviata dalla barriera e finisce sotto al sette per il rocambolesco e definitivo 2 a 2.

“I ragazzi hanno fatto vedere la loro voglia di lottare. Questo inizio positivo ci fa ben sperare per il futuro” ammette mister Pavone.

Tradate-Cas: 0-0

Pari a reti bianche fra Cas e Tradate. I ragazzi di mister Luciano Cau perdono così la momentanea vetta in favore della Vanzaghellese (oggi vincente contro la San Marco) al termine di una partita maschia e combattuta. I blues dominano il gioco, ma non riescono ad essere incisivi complice anche una buona dose di sfortuna sull’occasione del palo di Berton. Nelle fasi finali i bustocchi provano l’assalto e si scoprono in difesa, ma il Tradate non ne approfitta ed il risultato resta fermo sullo 0 a 0. Per i bustocchi restano un solo punto e gli strascichi negativi dell’infortunio muscolare di Cavaleri e la squalifica per diffida di Azzimonti e Turconi.

“Due punti persi. Siamo messi bene sia dal punto di vista atletico che da quello tattico. Giochiamo un buon calcio, ma oggi ci è mancato il gol” dichiara mister Cau, che ricorda anche mister Marcello Pasino, recentemente scomparso“Era una persona sempre disponibile e pronta a dare il proprio supporto quando ce n’era il bisogno”.

Vanzaghellese-San Marco: 2-0

La San Marco di Paolo Marchiorato esce dal campo della capolista a testa alta, ma senza punti. I padroni di casa trovano il vantaggio nelle fasi iniziali di gara sugli sviluppi di un corner. I bustocchi provano a lungo a rientrare in partita, ma a venti minuti dalla fine qualche parola di troppo costa il secondo giallo a Roncato, che lascia in dieci i biancoazzurri. Nonostante l’inferiorità numerica, i leoni alati continuano a rendersi pericolosi e sfiorano la rete del pareggio prima con la conclusione di Napolitano, sulla quale il numero uno avversario è bravo a respingere, e poi con il tiro di Vendemmiati che per una manciata di centimetri finisce sul fondo. Negli ultimissimi istanti di gioco la Vanzaghellese trova il gol del definitivo 2 a 0 del dischetto.

“Abbiamo avuto le nostre occasioni, usciamo da uno scontro con un’avversaria superiore a testa alta” evidenzia mister Marchiorato.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Gorla Minore: 1-0

Più che positiva la ripresa di campionato del Beata Giuliana di Alfredo Rossetti, che ha la meglio su un ottimo Gorla Minore. Partita combattuta, giocata ad alti ritmi e risolta dai bustocchi solo nella ripresa con una bella verticalizzazione che libera Pribeagu. A tu per tu col portiere avversario il bustocco non sbaglia e regala i tre punti ai rossoblù, che si riportano a -3 dalla zona playoff.

“Ottima prestazione dei ragazzi, è stata una partita giocata con intensità e a ritmi elevati. Questa vittoria ci da fiducia e morale” sottolinea mister Rossetti.

Borsanese-Airoldi: 3-2

Operazione sorpasso riuscita. La Borsanese di Davide Tomanin supera all’ultimo respiro l’Airoldi ed aggancia il decimo posto in classifica. Primo tempo di stampo bustocco, con i biancoazzuri che trovano il doppio vantaggio con Tagliabue che salta il portiere avversario ed insacca a porta vuota e con il tapin di testa di De Michele. Nelle fasi finali la Borsanese rischia di mandare tutto all’aria e, complice un calo fisico ed alcune disattenzioni, si fa rimontare i due gol. Ma al 95esimo ci pensa Colombo ad evitare la beffa con lo stacco di testa che vale i tre punti su un corner.

“Tre punti d’oro. Siamo riusciti a riprendere da quanto di buono avevamo fatto vedere contro Ferno e Crennese. Questa è la strada giusta, dobbiamo continuare così” commenta mister Tomanin.

Terza Categoria

Poglianese Calcio-San Filippo: 3-2

Resta l’amaro in bocca al San Filippo di Diego De Bernardi, che paga l’assenza di diverse pedine fondamentali sul campo della Poglianese. Partono meglio i bustocchi: Terranova raccoglie l’invito di Di Santo ed infila il numero uno avversario. I padroni di casa reagiscono e ribaltano il risultato prima con un colpo di testa e poi con il piazzato vincente dopo una mischia in area. Nella seconda frazione di gara il San Filippo riesce a riportare in pari il punteggio grazie alla bella incursione di Terranova che viene poi steso in area di rigore. L’arbitro indica il dischetto e Segantin trasforma prontamente. Ma nel finale, la cavalcata del terzino di Pogliano costa caro ai bustocchi che incassano il gol del definitivo 3 a 2.

“Potevamo fare di meglio. In queste categorie sono gli episodi a decidere le partite, ed oggi ci è mancata un po’ di attenzione, soprattutto in fase difensiva” confessa mister De Bernardi.

San Luigi Pogliano-Ardor: 0-2

Buona la prima per l’Ardor di Matteo Gastaldello. Gli azzurrini trovano il vantaggio un quarto d’ora dopo il fischio d’inizio sugli sviluppi di un calcio piazzato con il classe 2001 Genoni. Nella ripresa il San Luigi Pogliano non riesce ad incidere, ed i bustocchi mettono al sicuro il risultato con la zampata di Rappa che riesce a spingere in rete un cross rasoterra al termine di un’ottima azione corale bustocca. I ragazzi di mister Gastaldello si portano quindi a quota 24 punti ed agganciano il San Giorgio (che sconta oggi il turno di riposo) in zona playoff.

“Non abbiamo giocato il nostro miglior calcio, ma siamo riusciti a portare a casa ugualmente il risultato. Abbiamo iniziato bene, con serietà ed adesso dobbiamo dare il massimo per raggiungere le nostre ambizioni (di playoff n.d.r.)” commenta mister Gastaldello.

Copyright @2019