SERATA CONVIVIALE ALLA CORTE DEI SAPORI
Intermeeting Lions: “Vaccinazioni, un’opportunità per la salute pubblica”

Ospite dell'incontro organizzato dal Lions Club Gorla Valle Olona con il Lions Club Castellanza Malpensa, Simonetta Cherubini, Primario di Pediatria dell’Ospedale di Busto che ha trattato il delicato tema

Silvia Bellezza

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Serata conviviale alla “Corte dei Sapori” di Fagnano Olona, organizzata dal Lions Club Gorla Valle Olona, in intermeeting con il Lions Club Castellanza Malpensa. Ospite dell’incontro la dottoressa Simonetta Cherubini, Primario di Pediatria dell’Ospedale di Busto che ha trattato un tema particolarmente importante e d’attualità: “Vaccini, prevenzione e salute pubblica: una sfida etica e politica”.

L’argomento, spiega il presidente Lions Walter Picco Bellazzi, è stato scelto perché “si tratta di un tema delicato ed è opportuno fare chiarezza,  soprattutto con l’inizio delle scuole, per i genitori che si interrogano sui pro e sui contro dei vaccini”.

La dottoressa Cherubini ha affermato: “Le vaccinazioni sono un’opportunità per la tutela della salute pubblica. E’ un dovere dei sanitari, dei politici, è un discorso di politica sanitaria favorire la diffusione delle vaccinazioni a tutela della salute del bambino e di tutte le altre persone. C’e un calendario vaccinale stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, avallato dalle società scientifiche. Non è letteratura spicciola ma è scienza”, sottolinea il primario.

“Le vaccinazioni sono importanti, hanno portato all’eliminazione di malattie che hanno causato milioni di morti. Purtroppo – prosegue Cherubini –  la mancanza di una copertura vaccinale completa ha riportato delle patologie che avrebbero dovuto essere debellate al momento attuale. Questo è molto grave perché va a colpire la salute dei bambini. Il messaggio è che bisogna favorire l’informazione capillare non  soltanto negli ambiti medici ma nelle  famiglie, nelle scuole grazie ai mass media e  tramite il coinvolgimento di persone esperte che spieghino qual è il danno della mancata vaccinazione, perché purtroppo molto spesso non viene percepito. Inoltre – conclude– è  doveroso da parte dei medici non esprimere pareri soggettivi ma demandare agli esperti. La soggettività non può essere ammessa in un discorso di salute pubblica”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA