Sfida tra nazionali di calcio amputati
Italia e Inghilterra segnano un gol per il piccolo Leonardo

Un “memorial match”, andato in scena allo stadio “Carletto Reguzzoni” di Busto, nel nome e in ricordo di Stefano Starvaggi, numero 10 azzurro scomparso lo scorso 26 maggio, a soli 35 anni, per una grave malattia, e Tom Jordan, capitano dei britannici

GIOGARA

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Una nazionale di cui andare fieri che, tra l’altro, parteciperà ai prossimi campionati del Mondo che si svolgeranno in Messico. Si tratta degli atleti azzurri della nazionale di calcio amputati che ieri mattina, domenica 1 luglio, hanno sfidato in un match benefico la rappresentativa dei mutilati inglesi. Un “memorial match”, andato in scena allo stadio “Carletto Reguzzoni” di Busto, nel nome e in ricordo di Stefano Starvaggi, numero 10 azzurro scomparso lo scorso 26 maggio, a soli 35 anni, per una grave malattia, e Tom Jordan, capitano dei britannici.

Sul prato di Busto le squadre hanno messo in mostra proprietà tecniche e abilità di palleggio da fare invidia, ma soprattutto è stata una festa dello sport, visto nella sua espressione più sana e genuina, con tanta voglia di divertirsi e divertire da parte degli atleti, veri e propri “campioni nella vita” e sul prato verde di gioco. Solo per le note statistiche, il match è stato vinto 2-0 dall’Inghilterra sull’Italia, ma il momento delle premiazioni è stato quello che ha manifestato la vera essenza della domenica: la voglia di vivere di questi grandi atleti che supera ogni menomazione fisica. Il ricavato della partita, frutto delle libere offerte degli spettatori, sarà utilizzato per istituire una borsa di studio per il piccolo Leonardo, figlio di Stefano Starvaggi. Un abbraccio ideale tra tutti i presenti ha suggellato una bella mattinata di sport e solidarietà.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA