PRESENTE IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE MARCO BUSSETTI
Ite Tosi, diploma day: “Siate grandi e mai banali” / Le foto della festa

Diploma day all’Ite Tosi di Busto. Alla cerimonia, in stile anglosassone, è intervenuto anche il ministro Marco Bussetti, non in veste istituzionale ma in qualità di papà di una delle studentesse diplomate dell’indirizzo quadriennale

GIOGARA
13/07/18 - Ite Tosi diploma day

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Grandi festeggiamenti per 435 neodiplomati all’Ite Tosi che hanno celebrato il traguardo finale con la suggestiva cerimonia in stile anglosassone che si è tenuta nei giardini dell’istituto di viale Stelvio. Presente anche il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti non in veste istituzionale, ma in qualità di papà di una delle studentesse che hanno conseguito il diploma. Il suono della marcia ha aperto la tradizionale cerimonia ed i neodiplomati hanno sfilato in mezzo alla folla seguendo il tipico rituale della festa. Dopodiché è stato intonato l’inno nazionale, seguito dall’intervento delle autorità. La dirigente scolastica Nadia Cattaneo ha sottolineato che questa cerimonia compie 18 anni: “E’ una festa speciale, è la festa di una grande scuola” e ha detto rivolgendosi ai ragazzi: “Buon viaggio. Siate grandi ma soprattutto mai banali”.

La dirigente scolastica ha portato il saluto, pervenuto tramite messaggio, del presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico e del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti. Quindi, è intervenuta Delia Campanelli dell’Ufficio Scolastico Territoriale (Ust) Regionale, che ha evidenziato: “Qui si respira un clima di appartenenza. Vi auguro che il vostro successo non sia individuale ma di squadra, perché questo aiuta tutta la società. Intraprendete le vostre strade con onore e disciplina tenendo sempre presenti i principi espressi dalla Carta Costituzionale”. Il rettore della Liuc, Federico Visconti, ha rivolto il suo augurio ai neodiplomati attraverso le parole di una canzone di Ligabue: “Abbiate un futuro più grande di quanto possiate desiderare in questo momento”.

Sono intervenuti anche Riccardo Comerio di Univa e Giovanni Brugnoli di Confindustria che ha sottolineato: “Questo traguardo non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. Molti di voi sono entrati nelle nostre scuole attraverso l’alternanza scuola- lavoro, è un buon indirizzo da perseguire che sta dando ottimi risultati”. Infine, il saluto del sindaco Emanuele Antonelli: “Siete stati bravissimi. Dico grazie non solo a voi ma anche ai vostri genitori”.

Tra i neodiplomati ventuno hanno conquistato il massimo dei voti, nove dei quali 100 con lode. Quest’anno sono stati festeggiati anche i primi diplomati che hanno concluso il corso di sperimentazione quadriennale. Riconoscimento speciale (“premio del centenario biancoblù”) anche per Elisa Colombo, le cui competenze scolastiche-sportive le hanno consentito di ricevere – da parte della presidentessa Patrizia testa – la maglia della Pro Patria.

Copyright @2018