IL TECNICO biancoblù ELOGIA IL GRUPPO
Javorcic, orgoglio e personalità: “Fiero di questa squadra”

"Si poteva vincere con merito, ma alla fine si è perso: l'imprevedibilità del calcio è anche questa, ma la prestazione resta"

Mattia Brazzelli Lualdi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Una sconfitta così immeritata, giunta per di più nel recupero, è davvero difficile da digerire.

Eppure nella sala stampa di Piacenza, mister Ivan Javorcic, magistrale anche nel non far trasparire l’amarezza per un risultato bugiardo, sposta l’attenzione sulla grande prova compiuta dai suoi ragazzi, a cominciare proprio dal numero uno, il portiere Mangano, riproposto titolare in una partita non certo di secondo piano…

Il calcio è così: è imprevedibile, nel bene e nel male. Contro il Piacenza abbiamo fatto una grandissima partita: di personalità, di consapevolezza. Ci siamo presentati in campo cercando di essere noi stessi: a tratti abbiamo dominato, a tratti abbiamo sofferto. Avremmo potuto vincere con merito, invece alla fine abbiamo purtroppo perso: e il risultato del campo va sempre accettato. In una gara del genere la linea tra vincere e perdere è molto sottile: questa volta dobbiamo semplicemente prenderne atto. Mi dispiace soltanto per i miei ragazzi: per la prestazione offerta, avrebbero quantomeno meritato di uscire senza subire reti, come già successo con Pro Vercelli e Novara. Sarebbe stato qualcosa di incredibile, ma intanto mi piace ricordare che dall’1-4 dell’andata, all’1-0 del ritorno abbiamo conquistato ben 33 punti. Ecco perché sono orgoglioso di questi ragazzi che, sul campo, hanno dimostrato di essere una grande e vera squadra“.

Copyright @2019