Tigrottini in campo mercoledì 16
Juniores a Gozzano per sognare lo scudettino

Nella prima gara del triangolare di spareggio playoff, la Juniores biancoblù di Andrea Scandroglio fa tappa mercoledì (ore 16) a Gozzano, in una sorta di anteprima del match fra le compagini maggiori

GIOGARA

Emanuele Reguzzoni

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ormai ci siamo! Dopo ben dieci giorni di attesa, torna in campo la Juniores Nazionali con l’obiettivo di scrivere un altro importante capitolo di una stagione indimenticabile con un campionato sempre condotto ai vertici e i playoff di girone vinti per il secondo anno consecutivo. E proprio l’ultimo vittorioso match da dentro o fuori contro l’ottima Caronnese di Andrea Vecchio ha permesso alla Pro Patria di essere tra le 24 squadre a livello nazionale che si giocheranno lo scudetto di categoria.

Già certe di partecipare agli ottavi le undici formazioni vincitrici dei rispettivi gironi, i ragazzi di Andrea Scandroglio dovranno invece superare il difficilissimo scoglio dei triangolari in cui sono state inserite le formazioni aggiudicatesi i playoff. Tigrotti inseriti per ragioni squisitamente geografiche nel triangolare nr. 1 insieme al Gozzano e al Pontisola. E proprio i piemontesi saranno i primi avversari mercoledì 16 maggioore 16 – allo stadio d’Albertas di Gozzano in un match già decisivo per l’esito finale del mini-girone. Quella del tecnico Massimo Lisa è una vecchia conoscenza dei biancoblù, lo scorso anno come la Pro Patria inserita nel girone B (allora venne eliminata nel primo turno della post season dalla Folgore Caratese). Quest’anno i rossoblù del Direttore Generale Giacomo Diciannove – nonché Consigliere della LND e referente per le società del Nord Italia – inseriti nel girone piemontese sono arrivati secondi al termine della regular season alle spalle della capolista Chieri allenata da Franco Semioli, ex centrocampista tra le altre di Chievo, Fiorentina e Sampdoria (e con addirittura 3 presenze in Nazionale). I padroni di casa (formazione di punta del florido e ben organizzato settore giovanile gozzanese) si sono qualificati – dopo aver saltato il primo turno – vincendo la finale del proprio raggruppamento contro il Borgaro Nobis (1-0). Diversi gli elementi di valore nella rosa piemontese a partire dalle pericolosissime e prolifiche punte Usei e Vono per finire con il terzino Di Giovanni, tutti già con diverse apparizioni in prima squadra e in questi giorni protagonisti con la Rappresentativa del girone A alla Juniores Cup in corso di svolgimento in Versilia.

Un’antagonista di valore, dunque, sulla strada dei tigrotti e un antipasto di quella che sarà anche la sfida che il 23 maggio opporrà le prime squadre, neopromosse in serie C, di Ivan JavorcicMarco Gaburro. La squadra di Andrea Scandroglio, dal canto suo, si sta preparando al difficile incontro a ranghi ridotti: assenti i tre convocati con la Rappresentativa del Girone B per la Juniores Cup, il difensore e capitano Molinari, il centrocampista Galli e la punta Banfi; continua, invece, il recupero dei due infortunati Martelli e Montecchio, assenti nel match con la Caronnese. Arrivati a questo punto della stagione sognare è lecito ma per farlo bisognerà ancora una volta gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA