Campionati di pallacanestro
Knights corsari, Hydrotherm e Borsano k.o. al rush finale

La Hydrotherm lotta, sbuffa, rientra, ma è costretta a cedere nel finale di partita a Gazzada. Serie A-2: i Knights espugnano Treviglio

GIOGARA

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm lotta, sbuffa, rientra, ma è costretta a cedere nel finale di partita a Gazzada. Esaurito in ogni ordine di posto, il PalaDrago regala ai ragazzi di coach Gianni Nava antiche emozione sull’onda emotiva delle 3 promozioni consecutive. E, a ben vedere, i padroni di casa non sfigurano affatto contro un’avversaria sulla carta accreditata addirittura per vincere il campionato. Anzi, Azzimonti e compagni arrivano addirittura quasi al colpaccio, se non fosse per qualche fischio malandrino e per le magie di un giocatore di categoria superiore come Bolzonella, che consegnano il referto rosa agli ospiti. “Peccato – commenta Nava – perchè abbiamo perso solo sul filo di lana una partita con una delle squadre più forti del campionato. Oggi ci si misurava con la elite della C Gold e la nostra squadra non ha per niente demeritato. L’inizio é stato traumatico, con un parziale nel primo quarto di 14-26 per i nostri avversari: purtroppo debbo osservare che l’approccio non è stato quello giusto ed il parziale iniziale ha fatto la differenza alla fine; Gazzada ha avuto un super Bolzonella (24 punti), che ha gestito bene i tempi di gioco, mentre da noi il motore picchiava in testa e non siamo stati capaci di incidere, soprattutto in difesa. Nel secondo periodo è cambiata la musica, abbiamo iniziato a difendere e, trascinati dal dinamismo di Pariani che mordeva tutto quello che gli passa vicino, siamo riusciti a ricucire lo strappo, chiudendo a -8 all’intervallo. Nell’ultima frazione diamo tutto il meglio di noi stessi e recuperiamo il gap grazie alla verve di Preatoni in attacco e ancora alla difesa di Pariani e sorpassiamo (+1 al 37′). Nel nostro momento migliore, 3 fischi alquanto discutibili della coppia arbitrale ci frenano e permettono agli avversari di prendere un vantaggio di 7 punti, che poi sarà decisivo. È vero, è stata una sconfitta, ma lo spirito è quello giusto e con questo spirito riusciremo a toglierci grandi soddisfazioni…”.

Hydrotherm Busto Arsizio-Gazzada: 70-77
Hydrotherm: Arui 8, Vai 13, Preatoni 13, Azzimonti 10, Tagliabue 4; De Franco 3, Marotto 7, De Vita, Crespi n.e., Pariani 10, Ferrario 2. Coach Nava.
Gazzada: Bolzonella 25, Santambrogio 11, Menezes 14, Gorla 11, Bialkowsky 9; Zanasca n.e., Valli n.e., Somaschini 1, Matteucci 6, Tonani n.e., Trentini. Coach Biffi

 

Serie A-2 – I Knights espugnano Treviglio

Grande esordio per i Knights che, ancora senza Benetti e con un London limitato dalla febbre, espugnano il campo di Treviglio nel sentitissimo derby lombardo. La squadra di coach Sacco gioca bene insieme e trova in Raffa un sublime terminale principe. Nonostante l’inizio complesso (21-14 al 10′), i legnanesi non si scoraggiano e, grazie all’asse Ferri-Raffa, trivellano la retina di casa e si rimettono in corsa (31-32 al 20′). Un ottimo Bozzetto e il solito Raffa lanciano la volata (33-43, 40-56 massimo vantaggio, 46-56 al 30′). Nell’ultima frazione ancora Raffa e capitan Ferri sigillano il risultato tra il tripudio dei tifosi legnanesi, approdati in massa al PalaFacchetti. Domenica a Castellanza arriva un avversario ostico come Scafati e sarà un’altra battaglia…

REMER BLU BASKET TREVIGLIOAXPO LEGNANO: 68-78
Remer Blu Basket Treviglio: Pecchia 12, Caroti 11, Borra 10, Olasewere 10, Palumbo 9, Roberts 5, D’Almeida 4, Taflaj 4, Frassineti 3, Tiberti, Manenti. Coach Vertemati.
Axpo Legnano: Raffa 30, London 13, Bozzetto 10, Ferri 9, Serpilli 8, Bortolani 8, Bianchi, Corti, Coraini, Berra. Coach Sacco.

 

Promozione – Il Cso Borsano si arrende contro Turbigo

Esordio sfortunato per il Cso Borsano che al PalAriosto alza bandiera bianca contro Turbigo (62-73). “Quest’anno abbiamo integrato ben 8 elementi classe 2000 della Bustese ai nostri senior – commenta coach Titti Maini – ai quali mancano, per vari motivi, Ricky Castiglioni, Sartoni, Gallo e Giorgetti. Al gruppo abbiamo aggiunto gli ex Liuc Gavosto e Delfi ed il playmaker ex Politecnico Milano Musicco. E’ ovvio che il lavoro da fare sarebbe tantissimo e due allenamenti a settimana di certo non bastano. Però non ci spaventiamo e ci stiamo allenando tanto assieme. Dobbiamo integrare due anime tanto diverse e, inoltre, per alcuni ragazzi, dobbiamo impostare un lavoro tecnico individuale, oltre che dare una attitudine a giocare a livello senior. Ci vorrà tempo e dobbiamo avere pazienza. Contro Turbigo la sconfitta è stata colpa nostra e di alcuni errori evitabili. Ci bastava segnare i 5 appoggi facili e concedere appena 2 o 3 secondi tiri in meno e saremmo stati avanti tranquillamente, visto che abbiamo segnato pur sempre 62 punti (e a 75 in Promozione quasi sempre vinci).Nell’ultima frazione potevamo riaprire il match, ma abbiamo pagato qualche errore al tiro…”.

Copyright @2018