Campionati di pallacanestro
I Knights “strappano il servizio” e vanno sull’1-1

I Knights perdono la prima partita a Piacenza, ma vincono il secondo fondamentale match sempre in Emilia e a questo punto diventano padroni del proprio destino nelle due successive partite al PalaBorsani di Castellanza

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I Knights perdono la prima partita a Piacenza, ma vincono il secondo fondamentale match sempre in Emilia e a questo punto diventano padroni del proprio destino nelle due successive partite al PalaBorsani di Castellanza (appuntamento per venerdì 17 e domenica 19). In gara-uno la Axpo parte benissimo (15-31) nonostante la serie con Cento ancora nelle gambe (ci sono volute 5 tiratissime gare per passare il turno, mentre i ragazzi di coach Di Carlo hanno liquidato Cassino con un secco 3-0 n.d.r.). Il punteggio scorre in equilibrio fino all’allungo dei padroni di casa (80-74 al 36’) sulla tripla di Appling. Legnano negli ultimi 4’ riesce anche a recuperare e a pareggiare con il tiro da 3 di Thomas (85-85), ma dopo il canestro di Perego i Knights non riescono più a segnare e la gara si chiude sul 87-85. In gara-due Ferri e compagni partono ancora benissimo (7-14, 16-21 al 10’), poi scivolano sino al -11 (33-22), peraltro recuperato con Thomas, Raffa e Ferri (35-37 all’intervallo). E’ Cassar a provare la fuga (56-49), però nel momento più difficile della gara le triple di Bozzetto e Raffa rimandano tutto al rush finale (62-58). I Knights si illudono di vincere quando Bortolani segna i tiri liberi del 76-79, però un fischio finale su Green permette 3 liberi al play piacentino che impatta sul 79-79 dopo i 40’ regolamentari. Il verdetto è rimandato ai supplementari. Castelli segna subito 4 punti (83-79), ma da lì poi Piacenza esaurisce la benzina: un canestro dell’ottimo Bortolani e il sigillo finale di Raffa consegnano ai legnanesi un successo pesantissimo. “Abbiamo riportato la serie in parità vincendo in trasferta, che è una cosa che ci mancava da un po’ di tempo – commenta coach Alberto Mazzetti – anche se per arrivare alla vittoria abbiamo dovuto attraversare mille tempeste. Nei supplementari abbiamo tenuto Piacenza senza canestri. Grazie alla difesa a zona siamo rientrati nel match nel nostro momento di maggiore difficoltà. La squadra ha avuto una buona reazione e ha risposto bene alla 7a difficilissima e tesissima partita in 20 giorni. Ora non dobbiamo incappare nell’errore più grave, che sarebbe la presunzione e la supponenza. Non dobbiamo pensare che il più è fatto, sarebbe una grossa colpa. Da oggi pensiamo a recuperare fisicamente e mentalmente perché venerdì al PalaBorsani dobbiamo essere pronti ad un’altra battaglia fondamentale…”.

GARA-UNO – BAKERY PIACENZA – AXPO LEGNANO: 87-85
Bakery Piacenza
: Appling 31, Perego 18, Castelli 15, Pastore 10, Cassar 9, Green 4, Guerra, Bracchi, Orlandi, El Agbani. Coach Di Carlo.
Axpo Legnano: Raffa 28, Thomas 27, Bortolani 11, Serpilli 6, Ferri 5, Bozzetto 5, Bianchi 3, Laganà, Berra, Biraghi, Corti, Coraini. Coach Mazzetti.

GARA-DUE – BAKERY PIACENZA – AXPO LEGNANO: 84-88 d.t.s.
Bakery Piacenza
: Appling 27, Green 19, Cassar 14, Pastore 12, Castelli 8, Perego 2, Guerra 2, Bracchi, Orlandi, El Agbani. Coach Di Carlo.
Axpo Legnano: Bortolani 19, Raffa 16, Bozzetto 15, Thomas 14, Ferri 8, Serpilli 8, Bianchi 7, Laganà 1, Berra, Biraghi, Corti, Coraini. Coach Mazzetti.

Copyright @2019