“Mobilis in mobile” si presenta venerdì 6 ottobre
La bellezza del “romanzo industriale”

Ci siamo. L’appuntamento è di quelli che “tolgono il fiato” per via del graditissimo assenso di Univa alla nostra richiesta di poter presentare il nuovo “gioiello” (libro) del nostro Luciano Landoni...

Gianluigi Marcora

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ci siamo. L’appuntamento è di quelli che “tolgono il fiato” per via del graditissimo assenso di Univa alla nostra richiesta di poter presentare il nuovo “gioiello” (libro) del nostro Luciano Landoni. Titolo e personaggi li leggerete nel documento ufficiale di Univa che pubblichiamo integralmente. Si tratta di un’opera importante a cui tutti noi della GMC Editore abbiamo creduto, non solo per le Aziende prestigiose citate, ma abbiamo creduto (ora più che mai) allo scritto di Landoni; puntiglioso e meticoloso nel raccontare questi “romanzi industriali” fiore all’occhiello della collana GMC Editore.

Diciamolo subito: le prenotazioni ai libro (a tutt’oggi) superano le 1.500 copie, segno che non solo “ci si fida” di Landoni, ma ogni passo del contenuto rivela una capacità sopraffina dell’Autore nel cogliere le emozioni dei protagonisti che poi Landoni “traduce” in parole “nette e schiette” come si usa da noi, senza preamboli e senza retorica. Il “romanzo industriale” coglie gli attimi importanti di chi unisce il cuore al cervello e fa di una professione, una missione importante, intima e pure pragmatica. Nel libro sono citati passi importanti di questi romanzi; segno che nulla è affidato al caso, ma tutto procede nell’oculata ricerca del meglio per arrivare (senza enfasi) a traguardi importanti e sublimi che… non sono mai traguardi, ma “tappe” di un percorso che deve migliorare per il “domani” quello che si è attentamente costruito “ieri”.

La bellezza del “romanzo industriale” inventato da Landoni va ben oltre allo spocchiosa elencazione di dati. In ogni analisi di ogni “storia” si vedono la volontà, l’abnegazione dei protagonisti che fanno della propria Azienda non solo una questione di ricchezza economica, ma fanno in maniera di “scoprire” sempre più i dettagli della perfezione del proprio lavoro. Ovvio che saremo presenti all’evento. Con noi nella veste di Editori saranno presenti sia l’avv. Paola Surano che provvederà a scambiare “quattro chiacchiere” con Landoni, sia il titolare della Alphaprint, Marco Dardelli che ha curato nei minimi particolari la stampa del libro che ha titolo “Mobilis in Mobile” frutto di un’accurata impaginazione del nostro Massimo Castiglioni.

Che aggiungere? Un sentito grazie a UNIVA che ha creduto nel nostro progetto e che mette a disposizione l’Aula delle Conferenze situata in via Mameli 1 a Busto Arsizio. Pure un sentito grazie al Presidente di Univa, Dr. Riccardo Comerio che ci ha assicurato la presenza – al Dr. Vittorio D’Amato, Direttore del Centro sul Cambiamento, la Leadership e il People Management della LIUC-Business School.

Moderatore dell’importante evento, il Direttore di Varesefocus, Davide Cionfrini.

Alle ore 17.00 del 6 ottobre inizierà la presentazione di “Mobilis in mobile” e alle ore 18.15 si darà spazio a un dibattito col pubblico – l’invito alla Cerimonia è esteso ai nostri Lettori che (ovviamente) faranno da corona al bravo Luciano Landoni e a tutti noi. Alle ore 18.30 ci sarà un “aperitivo” che cortesemente Univa ha voluto organizzare con squisita delicatezza.

 

Fare impresa nella società liquida è possibile?

“Vivere e lavorare nella cosiddetta ‘società liquida’ non è semplice, anzi, è estremamente difficile e problematico”: così si apre il libro “Mobilis in mobile. Mobile nell’elemento mobile, fare impresa nella società liquida” scritto dal giornalista Luciano Landoni. Un riassunto del panorama imprenditoriale italiano, raccontato da chi in prima persona vive quotidianamente le sfide e le potenzialità messe sul piatto dal costante progresso tecnologico. A presentare la raccolta di testimonianze ed interviste realizzare ad imprese varesine e non solo, tra cui molte associate all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, sarà l’autore stesso insieme al Presidente, Riccardo Comerio. L’appuntamento è per venerdì 6 ottobre 2017, ore 17.00, nella sede di Busto Arsizio dell’Unione Industriali (via Mameli 1).

Ma prima di parlare del volume edito dalla GMC editore, serve fare un passo indietro per spiegare cosa si intende con l’espressione “società liquida”. Solo così si può capire a fondo il senso di una ricerca come quella fatta dal giornalista Landoni. La definizione, coniata dal sociologo polacco Zygmunt Bauman, fa riferimento ad una visione dell’esperienza individuale e delle relazioni sociali inevitabilmente segnate da caratteristiche e strutture in rapida decomposizione e successiva ricomposizione, in modo vacillante ed incerto, per l’appunto fluido. Agire e crescere lavorativamente in una realtà simile risulta, perciò, un compito arduo, ancor più per le piccole e medie imprese. Ma decisamente non impossibile, come testimoniato delle realtà aziendali, innovative, geniali e coraggiose, intervistate in “Mobilis in mobile”.

Il programma della presentazione:

17:00 Registrazione

17:15 Apertura Tavola rotonda con:

  • Riccardo Comerio, Presidente Unione degli Industriali della Provincia di Varese;
  • Luciano Landoni, autore del libro “Mobilis in mobile. Mobile nell’elemento mobile, fare impresa nella ‘società liquida’ ”;
  • Vittorio D’Amato, Direttore del Centro sul Cambiamento, la Leadership e il People Management della LIUC-Business School

Modera: Davide Cionfrini, giornalista Varesefocus.

18:15 Dibattito con il pubblico

18:30 Aperitivo.

Copyright @2017

DALLE RUBRICHE