I LAVORI ULTIMATI ENTRO L’AUTUNNO
La Biblioteca si presenta con un nuovo volto

Procedono a pieno ritmo i lavori di ristrutturazione degli spazi della Biblioteca Comunale che sarà potenziata nelle attività e nei servizi, con grande attenzione ai più piccoli e ai ragazzi

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Biblioteca Comunale avrà presto un volto totalmente rinnovato. Proseguono gli interventi strutturali avviati per rispondere alle esigenze degli utenti evidenziate nel corso dei focus group organizzati nei mesi scorsi. I lavori coordinati dall’assessorato ai Lavori Pubblici e realizzati da Agesp Strumentali, dovrebbero concludersi entro l’autunno. Nel frattempo, la Biblioteca è rimasta aperta tutta l’estate, ad eccezione del weekend di Ferragosto: “È stato uno sforzo organizzativo ingente per far quadrare i turni del personale, compatibilmente con i lavori e senza sottrarre nulla all’utenza – ha evidenziato l’assessore alla Cultura, Manuela Maffioli –  La biblioteca è da tempo è al centro di un potenziamento delle attività e dei servizi, con grande attenzione ai più piccoli e ai ragazzi e stiamo lavorando perché, anche in virtù della sua posizione baricentrica, possa diventare sempre più un punto di riferimento per tutti i cittadini che amano leggere e amano la cultura in generale e anche per chi volesse imparare ad amarla di più”.

I lavori sono attualmente in una fase abbastanza avanzata, tra gli obiettivi c’è quello di ricavare spazi dedicati ad adolescenti e preadolescenti. “Ci saranno postazioni per lo studio dedicate agli studenti delle scuole medie e superiori, un’area  con una consolle per la Playstation, giochi da tavolo e ulteriori spazi che saranno pensati in base agli interessi dei ragazzi. Potranno leggere e studiare, ma anche giocare, suonare e fare ciò che nel tempo i ragazzi ci chiederanno” spiega la direttrice della Biblioteca, Claudia Giussani.

La sala Monaco diverrà il vero cuore pulsante della Biblioteca, lì saranno collocati salottini per la conversazione informale; al secondo piano resteranno invece i tavoli per lo studio, ma lo spazio non sarà più silenzioso, gli studenti potranno ripetere ad alta voce le materie di studio.  Sempre in Sala Monaco si svolgerà il prestito interbibliotecario.

Per lo studio silenzioso ci sarà posto nell’area antica, nelle ex sale di consultazione, dove saranno collocati dei nuovi tavoli. L’area di consultazione dei periodici si collocherà nell’attuale emeroteca, l’area Saggistica e lettura quotidiani nell’attuale zona di ingresso.

Scrigno della Biblioteca, la sala dedicata al Fondo della Storia Locale, dove si possono effettuare studi e ricerche sul patrimonio storico cittadino.

Agesp ha effettuato i lavori per rinnovare questo fiore all’occhiello della città. Il costo dell’intervento è di circa 15 mila euro”, fa sapere Alessandro Della Marra, presidente di Agesp Strumentali. Tra le iniziative di successo recentemente lanciate dalla Biblioteca Comunale, c’è l’iscrizione gratuita per i nuovi nati, ai quali viene donato anche  il primo libro: “Abbiamo inviato circa 400 lettere ed, al momento, abbiamo ottenuto una risposta del 25 per cento – osserva Maffioli – un bel traguardo che ci premia degli sforzi  che stiamo facendo”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA