Tre anni e mezzo per violenza sessuale
La Cassazione conferma la condanna per la suora che abusò della giovane oratoriana

La Cassazione ha confermato i tre anni e mezzo di carcere inflitti in appello a Maria Angela Farè, la ex suora accusata di violenza sessuale, violenza privata e stalking ai danni di Eva Sacconago. La giovane oratoriana di Sant’Edoardo si suicidò a 26 anni. I giudici della Suprema Corte hanno rigettato tutti i ricorsi, confermando quanto disposto dai precedenti gradi di giudizio

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Cassazione, nella mattinata odierna (20 dicembre), ha confermato i tre anni e mezzo di carcere inflitti in primo e secondo grado a Maria Angela Farè, la ex suora accusata di violenza sessuale, violenza privata e stalking ai danni di Eva Sacconago, la giovane oratoriana di Sant’Edoardo morta suicida a 26 anni. I giudici della Suprema Corte hanno rigettato tutti i ricorsi (parti civili, difesa e procura generale), confermando quanto disposto dai precedenti due gradi di giudizio.

A carico dell’ex religiosa è rimasto l’unico episodio certo di abusi sessuali nei confronti della giovane, che ha portato alla condanna definitiva. Abusi compiuti poche settimane prima del suicidio di Eva, immobilizzata in quell’occasione con manette alle caviglie. Per gli altri capi di imputazione (violenza privata e stalking), la ex religiosa è stata assolta.

Copyright @2019