Castellanza vista dall’alto
La Giunta sale sul campanile di San Giulio: “Un’esperienza da far provare anche ai cittadini”

Si pagherebbe un biglietto simbolico per contribuire ai costi di manutenzione. Questa la proposta lanciata dal sindaco Mirella Cerini

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Quando ci hanno fatto la proposta abbiamo colto l’occasione al volo”; è con queste parole che il Sindaco di Castellanza Mirella Cerini commenta la visita in cima al campanile della chiesa di San Giulio fatta dalla Giunta comunale all’inizio del mese di agosto.

“Prima di tutto vorrei chiarire una questione di ordine squisitamente pratico – prosegue la Prima Cittadina – al Comune compete solo la manutenzione dell’orologio, e non quella della torre campanaria, che è a carico della Parrocchia. Quando qualche settimana fa ci è stata data l’occasione di salire sul campanile, con il benestare della Parrocchia, abbiamo colto l’offerta al volo; del resto credo che un’Amministrazione debba conoscere la città sotto ogni punto di vista, e non capita tutti i giorni di poter ammirare Castellanza da questa prospettiva.

Per noi è stato un motivo di orgoglio essere potuti salire su quello che è il secondo campanile più alto di tutta la Lombardia, e l’ottavo in tutta Italia, e devo dire che abbiamo provato una forte emozione anche per il fatto che sono stati suonati tre rintocchi di campana durante la nostra visita. Rintocchi che, abbiamo scoperto nei giorni seguenti, sono stati notati dalla cittadinanza; in molti, infatti, dopo aver saputo che eravamo stati sul campanile e che i rintocchi fuori orario erano dovuti a quello, ci hanno avvicinati dicendoci di avere un profondo desiderio di fare la stessa esperienza. Anche per questo abbiamo pensato che sarebbe bello riuscire a permettere alle persone di salire sulla torre campanaria della chiesa di San Giulio, magari facendo pagare un simbolico biglietto la cui somma contribuirebbe alle opere di manutenzione. Del resto tantissime altre città in Italia fanno pagare cifre anche importanti per salire su monumenti ben più bassi, perché non sfruttare anche noi questa importante risorsa che si trova sul nostro territorio?”.

Copyright @2019