AL TEATRO SAN GIOVANNI BOSCO
La giunta incontra il Decanato: “Opere ambiziose per Busto”

Progetti e sogni per la città sono stati al centro dell’incontro organizzato dalla Commissione cultura e società del Decanato di Busto. Presente l'intero esecutivo, guidato dal sindaco Emanuele Antonelli

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La comunità cristiana bustese incontra l’amministrazione comunale.
Sogni e progetti per la città sono stati al centro dell’incontro organizzato al Teatro San Giovanni Bosco di via Bergamo dalla Commissione cultura e società del Decanato di Busto. Presente l’intera giunta, guidata dal sindaco Emanuele Antonelli. A moderare la serata, la giornalista Marilena Lualdi.

Il sindaco ha presentato i principali obiettivi ai quali l’amministrazione sta lavorando: “In primis, a Beata Giuliana la realizzazione del campus sportivo. Abbiamo appena vinto il ricorso al Tar e quindi possiamo partire con il progetto del Palaginnastica per la Pro Patria e fare un palaghiaccio di fianco a quello già esistente. I tre palazzetti saranno collegati con una piazza centrale. Entro il 31 dicembre 2019 vorrei inaugurare il  Palaginnastica approvato dal Coni”, spiega il sindaco.

Altri progetti riguardano il Calzaturificio Borri: “Sarà ripulito dall’eternit, sistemato l’esterno e speriamo si faccia avanti qualcuno però per prenderlo in locazione. Il mio piccolo sogno è quello di destinare una parte al commerciale no food  e tenere una parte a disposizione per sale comunali con un bar e ristorante”.
E ancora, la Caserma dei Carabinieri: “Stiamo andando avanti ma siamo bloccati dalla burocrazia, la Corte dei Conti  deve darci una risposta dallo scorso mese di dicembre. Per Busto la caserma porterà solo grandi benefici perché si potrebbe  incrementare il numero dei Carabinieri a disposizione”.

Poi, la riqualificazione di via Lonate: “Ci sarà una bellissima pista ciclabile”. Altro passo importante, il rifacimento dell’illuminazione pubblica che diverrà tutta a led. Saranno illuminati edifici pubblici e chiese e comprenderà anche tutte le illuminazioni natalizie: “La  città di trasformerà”, afferma il sindaco.  Inoltre i parcheggi: “Quello della stazione Fs per circa cinquecento auto sarà pronto tra un mese ed entro l’estate metteremo a nuovo il parcheggio di via Rovereto. Sistemeremo anche il posteggio dietro al tribunale, alzandolo di un piano”.

Altro tema caldo, il Piano delle Ferrovie Nord, illustrato dal vicesindaco Isabella Tovaglieri: “Si tratta di un’area di 180mila metri quadrati. Occorre capire quale destinazione dare, dal punto di vista urbanistico non è semplice bisogna individuare progetti fattibili. L’obiettivo è quello di creare uno strumento urbanistico più agile. Per riqualificare l’area occorre eliminare i parcheggi a raso che occupano la placca centrale, ricollocarli interrati o con silos sopraelevati e creare una placca principale destinata a pubblici servizi. Sarà realizzato un parco lineare, un’area verde con giochi per bambini.  Il piano dovrà implementare la mobilità dolce con piste ciclopedonali. Un esempio è la Promenade du Paillon di Nizza. Non sono “visionaria” – sottolinea Tovaglieri – il piano  è ambizioso ma è economicamente autofinanziato con gli oneri pagati dai privati che intervengono sui singoli comparti”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA