Basket pre-stagione
La Hydrotherm batte i Knights e si aggiudica il “Trofeo Morelli”

Splendida prestazione e prestigiosa vittoria della Hydrotherm, che sconfigge due squadroni come Saronno e Knights e si aggiudica proprio in casa legnanese il “Trofeo Morelli”

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Splendida prestazione e prestigiosa vittoria della Hydrotherm, che sconfigge due squadroni come Saronno e Knights e si aggiudica proprio in casa legnanese il “Trofeo Morelli”. Ora la tappa di avvicinamento all’inizio della stagione regolare prevede, nel prossimo fine settimana (giovedì 19-venerdì 20-sabato 21), il Trofeo Mariotti al Centro Ronchi di Saronno, dapprima in semifinale contro Lissone (venerdì alle 21), mentre le finali si disputeranno sabato (ore 18 il 3°-4° posto, ore 20 il 1°-2° posto): alla competizione prenderanno parte anche i padroni di casa e Cermenate. Sabato 28, poi, grande esordio in campionato contro i Knights (ore 18 presso il Knights Palace di via Parma). Legnano, invece, sfrutterà il prossimo weekend (da venerdì 20 a domenica 22) per un mini-ritiro a Bormio, al termine del quale si disputerà una amichevole contro Bernareggio. Prima ancora, mercoledì 18, amichevole di prestigio a Desio, tra le due (sulla carta) favoritissime del girone Ovest per la promozione in serie B. Nella prima giornata del “Trofeo Morelli” la Hydrotherm, a sorpresa, batte Saronno (84-83). I bustocchi (senza Tagliabue a riposo due settimane per una tendinite e con Croci e Fedrigo arrivati all’intervallo per motivi di lavoro) mettono sul parquet i giovani Ferrario, Caggiano e l’ultimo arrivato De Franco (fratello del “tank”). I ragazzi di coach Grassi sembrano essere decisamente in controllo della gara (parziale di 0-14 nel primo periodo, 14-20 al 10’, 18-26 al 15’, nonostante un ottimo Azzimonti da 18 punti e 7 rimbalzi), ma due triple di Grampa (per lui anche 8 assist) e una di Vai (alla fine premiato come mvp del torneo) sanciscono il sorpasso (36-35 al 20’). Dopo il cambio di campo, con Croci e Fedrigo arrivati sul parquet, la Hydrotherm (sotto gli occhi di Atsur, tornato a salutare gli ex compagni e seduto in tribuna accanto al General Manager Carlo Speroni…ma è sembrata ben più che una “visita di cortesia”…) prova decisamente a scappare, con Saronno che perde Gurioli per una “scavigliata” (63-53 al 30’, 70-59 al 32’): Politi inizia a macinare vicino a canestro e piano piano Saronno si fa sotto fino alla tripla di Clementoni che corona la rimonta e ridà il vantaggio agli amaretti sul 82-83, quando mancano circa 30” alla fine della gara. Nell’ultimo attacco di Busto il tiro di Fedrigo viene contestato irregolarmente con un tocco della retina e sull’ultimo disperato possesso Santambrogio non riesce a tirare in maniera pulita quella che poteva essere la palla di una possibile vittoria. L’Hydrotherm ha destato veramente un’ottima impressione in termini di assoluta solidità e di affiatamento di squadra, con una “cooperativa dell’attacco” e una fluidità dei giochi offensivi già invidiabile per essere l’inizio settembre. E se arrivasse anche Atsur (che coppia sarebbe con un “califfo” come Novati!), allora nessun sogno sarebbe precluso…

HYDROTHERM BUSTO ARSIZIOROBUR SARONNO: 84-83
HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO: De Franco F. 12, Grampa 12, Croci 2, Caggiano 4, Crespi, Azzimonti 18, De Franco R., Fedrigo 10, Vai 15, Ferrario 4, Novati 7, Chiesa. Coach Nava.
ROBUR SARONNO: Quaglia, Politi 21, Santambrogio 9, Clementoni 19, Quinti 4, De Capitani, Gorla 7, Gurioli, Tresso 13, Pellegrini, Mariani 8, Tosi. Coach Grassi

 

Nella seconda semifinale la spuntano i Knights negli ultimi giri d’orologio, anche se, per la verità, è Nerviano a destare una migliore impressione complessiva, complici anche le troppe palle perse della Saini-band. I padroni di casa, senza Di Dio per un piccolo problema alla caviglia e Roncari per un virus intestinale, partono forte, ma poi assistono alla rimonta dei nero-verdi guidati da un ottimo Cozzoli. I legnanesi rimangono pressochè sempre in vantaggio, ma la gara è equilibrata. L’ultima frazione si apre con la bomba di un buonissimo Guidi e con Legnano che passa dal 50-42 al 53-44 con il gioco da tre punti di Negri. Sembra finita, ma Cozzoli la riapre con la tripla del 53-51 che mette paura alla Axpo, però l’ultimo attacco neroverde si infrange sulla difesa di casa.

AXPO LEGNANO BASKET KNIGHTS – OVERNET NERVIANO PEB: 54-51
AXPO LEGNANO BASKET KNIGHTS: Axinia, Negri 6, Ballarin 2, Maiocco 11, Di Dio, Angiolini 6, Guidi 20, Azimonti, Di Gianvittorio, Fasani 5, Tognati, Corti 4. Coach Saini.
OVERNET NERVIANO PEB: Ceppi 5, Binaghi, Cozzoli 12, Nuclich 4, Pogliana, Bandera 2, Viganò 4, Frontini 10, Biraghi 2, Aceti 4, Guzzetti, Priuli 8. Coach Mandrillo.

 

Poi Saronno si rifarà vincendo la finale del 3°-4° posto contro Nerviano (79-74 dopo un tempo supplementare), mentre la finalissima regala un gustoso derby, nonché anticipo della prima di campionato tra Knights e Hydrotherm. I bustocchi, come nella prima gara, giocano un primo periodo a rilento (11-3, 23-14, 26-16 al 10’). Tuttavia rimangono nel match e, con pazienza, ricuciono grazie a Grampa e soprattutto ad un ottimo Croci, che mette la freccia del sorpasso (28-32, 30-36 al 20’). Dopo il cambio di campo non muta il copione: dal punteggio di 34-43, Grampa (14 punti, 11 rimbalzi e 4 assist) strappa ancora, mentre in attacco sale in cattedra Vai in contropiede, con il punteggio che si allunga sino al 38-55 (poi 44-56 al 30’). Legnano si aggrappa alla difesa, però l’espulsione di coach Saini fa scorrere anticipatamente i titoli di coda.

AXPO LEGNANO KNIGHTS – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO: 67-84
AXPO LEGNANO KNIGHTS
: Roncari 2, Negri 16, Ballarin, Maiocco 5, Di Dio 16, Angiolini, Guidi 10, Di Gianvittorio 6, Fasani 7, Tognati, Corti 5. Coach Saini.
HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO: De Franco F. 7, Grampa 14, Croci 14, Caggiano 1, Azzimonti 13, Tagliabue, De Franco R. 2, Fedrigo 8, Vai 19, Ferraio 2, Novati 4, Chiesa. Coach Nava.

“E’ stato un bell’anticipo di campionato e un passo avanti nella nostra crescita – commenta coach Gianni Nava – tenuto conto che questa estate abbiamo cambiato tanti giocatori. Sono contento delle prestazioni individuali di ognuno, ma soprattutto del ritmo e dell’intensità che abbiamo già nelle gambe, nonostante i notevoli carichi atletici della settimana appena trascorsa. Alterniamo ancora cose buone a cose meno buone, però la nota positiva è che in attacco incominciamo a giocare insieme e a far circolare la palla. Sono contento del gruppo e mi aspetto una ulteriore crescita dei più giovani. Sappiamo che non sarà semplice e che questi tornei valgono il giusto. Alla prima giornata di campionato sarà sicuramente tutta un’altra musica. Quello che mi è piaciuto particolarmente è la distribuzione tra tutti i ragazzi dei punti e delle responsabilità offensive. Bravissimo Lorenzo Novati, che sa come pochi mettere in ritmo i compagni. Ripeto, bene il movimento di palla, che ci ha permesso di sfruttare i tanti tiri aperti, anche dei lunghi. Dobbiamo però imparare ad essere più “cattivi” per tutti e 40’ i minuti di gioco, senza regalare (come in entrambi i match) il primo quarto. Ci lavoreremo, a partire dalla partita di venerdì contro Lissone nel torneo di Saronno…”.

Incomincia il “Torneo Bones”
Il Cso Borsano ha organizzato la 19a edizione del torneo di basket “Memorial Bones”, che andrà in scena a partire da oggi (lunedì 16) fino a sabato 21 settembre, giorno della finale (ore 18.30 in via Ariosto). Oltre ai due team bustocchi di Promozione (G.S. Antoniano e, appunto, Cso Borsano), saranno presenti anche Montello, Castano, Cardano, Turbigo, Borsano Uisp e Gorlazy. Nel frattempo i ragazzi di coach Titti Maini sono sempre in attesa della versione definitiva del calendario del girone “Varese 1”, tuttora in bozza, ma nelle prossime ore la Federazione “partorirà“ la stesura definitiva che indicherà l’inizio del campionato (partenza nella prima settimana di ottobre).

Copyright @2019