Campionati di pallacanestro
La Hydrotherm è campione d’inverno

La Hydrotherm espugna il campo della Valceresio, colpaccio dei Knights a Desio

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm espugna il campo della Valceresio ed è campione d’inverno
La Hydrotherm espugna il campo della sua storica “bestia nera” Valceresio e si laurea campione d’inverno al termine del girone d’andata. I bustocchi, ancora senza Atsur, conducono per tutta la partita, ma un ultimo quarto a “fari spenti” in attacco rimette in gioco i padroni di casa e mette a dura prova le coronarie dei suoi tifosi giunti alla palestra di Malnate. La classifica del girone Ovest vede, dopo 14 partite, un arrivo a 3 al vertice della graduatoria con 24 punti (12 vittorie e 2 sconfitte) tra Hydrotherm, Lissone e Saronno, ma, in virtù della classifica avulsa, sono proprio i bustocchi a spuntarla. Che domenica prossima saranno subito attesi, nella prima gara del girone di ritorno, da un super derby al PalaDrago contro i ritrovati Legnano Knights, reduci dallo splendido blitz di Desio e rientrati stabilmente in piena zona play-off (appuntamento domenica 19 alle ore 18). Contro la Valceresio la gara è stata sempre controllata da Azzimonti e compagni (massimo vantaggio +14 nel terzo periodo), ma nell’ultimo quarto la Hydrotherm non segna per 5’ e subisce un inatteso parziale di 7-0 che riporta i padroni di casa a -6. Fedrigo e Vai strappano ancora a +11 al 36’, però la Valceresio ci crede fino in fondo e ritorna sul -6 con 2’ da giocare (55-61 al 38’). In una marea di errori da entrambe le parti, la risolve un gioco da 3 punti di Croci a 42” sul cronometro (55-64), punteggio poi arrotondato da Vai dalla lunetta, che consegna alla Hydrotherm il titolo di campione d’inverno. Tanto platonico, quanto esaltante per una squadra al secondo anno in serie C Gold… “Non è mai facile approcciare le squadre di bassa classifica per chi è in alto – commenta rabbuiato coach Gianni Nava – a maggior ragione arrivando da un successo esaltante come quello di settimana scorsa contro Gallarate. Speravo che sul +14 la potessimo chiudere, anche per dare spazio ai ragazzi della panchina e invece, ancora una volta, ci siamo trascinati il match fino alla fine. Da questo punto la squadra deve crescere. Quest’anno non siamo mai riusciti a chiudere una partita prima degli ultimi 5’: dobbiamo molto maturare su tale aspetto mentale se vogliamo avere un po’ di ambizione”. Ovviamente il titolo di campione d’inverno è una bella soddisfazione. “Certo – conclude l’allenatore della Hydrotherm – la prima parte della stagione è stata estremamente positiva, c’è entusiasmo, siamo cresciuti come gruppo, anche quando abbiamo dovuto fare a meno di Atsur. Oggi però non me la sento di esultare troppo, perché ho ancora negli occhi la prova contro la Valceresio, che non abbiamo affrontato sufficientemente “cattivi”, rischiando di riaprire una gara già chiusa”.

Baj Valceresio-Hydrotherm Busto Arsizio: 55-65 (19-21; 30-39; 43-56)
Baj Valceresio: Gardini 13, Palazzi 2, Puricelli 15, Cesani 13, Zattra 7; Bianchi, Florio 5, Giglio, Nasr Eldin n.e., Rimoldi, Fabbrini n.e., Gaye. Coach Bianchi.
Hydrotherm Busto Arsizio: Novati 6, Grampa 1, Vai 12, Azzimonti 13, Tagliabue 4; Caggiano 3, R. De Franco n.e., F. De Franco 4, Croci 11, Fedrigo 11, Ferrario n.e., Chiesa n.e. Coach Nava.

Colpaccio-Knights, espugnata Desio!
I Knights chiudono il girone d’andata con una prestazione davvero convincente e con una vittoria di grandissimo prestigio sul campo della Aurora Desio (super favorita della vigilia, ma attualmente arretrata rispetto al gruppo di testa). Vince con merito Legnano, praticamente davanti per tutti i 40’, mentre i padroni di casa cercano di ribaltarla solo negli ultimi 2’ dopo aver dormito per i primi 38. Due convincenti vittorie consecutive in questo 2020, che fanno da aperitivo al super derby che si disputerà domenica 19 al PalaDrago tra la Hydrotherm e i legnanesi, che vogliono vendicare la sconfitta nel match d’andata. Dopo un inizio equilibrato (18-18 al 10’), nel secondo quarto emerge la leadership di Maiocco e l’intraprendenza del giovanissimo Fasani per il 32-36 dell’intervallo. Al cambio di campo ancora Maiocco e un flash di Di Dio (peraltro condizionato dai falli, pur nel nuovo ruolo di playmaker), con il supporto di Speronello e di Negri tirati a lucido, lanciano l’affondo decisivo (48-58 al 30’). Nell’ultimo periodo, contro la zona desiana, è Angiolini a fare la differenza con una tripla e assist vincenti in serie per i suoi compagni e i Knights toccano il massimo vantaggio (54-68): l’arrembaggio dei ragazzi di coach Ghirelli, dopo tanto torpore, è veemente ma tardivo (63-69) e Legnano, sostanzialmente, gioca con l’orologio facendo scorrere il tempo e conquistando così una vittoria tanto prestigiosa quanto meritata. “Abbiamo ripetuto la partita di settimana scorsa – commenta coach Silvio Saini – sul campo difficilissimo di una squadra fisicamente già pronta per la serie B. Abbiamo giocato di squadra in attacco, ci siamo passati la palla, siamo stati aggressivi giocando uno-contro-uno e in difesa siamo stati perfetti, con Maiocco leader e Speronello perfetto su Molteni. Sono super soddisfatto, anche perché nel finale abbiamo gestito con saggezza il cronometro contro un pressing complicato. In classifica siamo dovevamo essere, in questo momento siamo in un ottimo periodo di forma e abbiamo raggiunto la giusta identità di squadra”.

AURORA DESIO – LEGNANO KNIGHTS: 67-70 (18-18; 32-36; 48-58)
Aurora Desio
: Zeneli 8, Bossola 2, De Bettin 13, Gallazzi 5, Peri 9, Albique 9, Tomba, Bartoli n.e., Tornari 11, Molteni 10, Lovato n.e., Pesenato n.e. Coach Ghirelli.
Legnano Knights: Negri 16, Roncari, Di Dio 9, Maiocco 10, Fasani 8, Guidi 3, Speronello 12, Angiolini 6, Corti 6, Tognati n.e., Azimonti n.e., Ballarin n.e. Coach Saini.

Promozione – Borsano strepitoso, l’Antoniano va k.o.
Bilancio di una vittoria ed una sconfitta per le squadre bustocche che militano nel campionato di Promozione. Nel girone “Varese 1”, il Cso Borsano compie una straordinaria impresa battendo tra le mura amiche la capolista Valcuvia (91-85 dopo un tempo supplementare). I borsanesi hanno così inflitto alla dominatrice del campionato la seconda sconfitta stagionale nell’ultimo match del girone d’andata. Prossimo appuntamento (primo del girone di ritorno) mercoledì 14 ancora al PalAriosto (inizio alle ore 21.15 contro Caronno). “E’ stata una partita bella ed equilibrata – commenta coach Titti Maini – che si è trasformata in una vittoria di prestigio, che ci proietta al secondo posto della classifica al termine del girone d’andata”. Pur con soli 8 giocatori “eleggibili”, i padroni di casa rimangono a contatto nel primo tempo (23-23 al 10’, 43-46 all’intervallo), sebbene Musicco sia condizionato dai falli ed il bomber ospite Ferretti sia scatenato: prima della pausa lunga i lacuali tentano la fuga, ma la difesa a zona della Maini-band e 9 punti di Monguzzi (18 punti alla fine) ricuciono il gap. Anche al cambio di campo la Valcuvia vola sul +14, speculando su alcuni errori banali di Borsano, però Ferrara incomincia ad entrare in pressione per quello che sarà il miglior bottino individuale di giornata del girone (32 punti), siglando il 59-62 del 30’. Nell’ultimo periodo cresce l’intensità agonistica: i 7 punti del solito Ferretti vengono neutralizzati da 9 punti di Ferrara (tutti dalla lunetta) e da una bomba di Carnaghi, mentre Monguzzi avrebbe anche il tiro-partita che però non va a buon fine (74-74). Nel tempo supplementare, un ottimo Gallo sui due lati del campo (17 punti) ed il solito Ferrara (prima con una bomba e poi ancora ai tiri liberi) consegnano uno splendido referto rosa a Borsano. In classifica continua la fuga della capolista solitaria della Valcuvia (22 punti), inseguita al secondo posto dal Cso Borsano e da Castronno a 18, mentre Cardano non molla l’osso a quota 16. In coda il GBA Casorate aggancia all’ultimo posto sia il Basket Bosto che Oratorio Gemonio con 6 punti. Cade l’Antoniano, che, nel gruppo “Milano 3“, nell’ultimo match del girone d’andata, inciampa a Bareggio (78-64), creando così un gruppone in vetta alla classifica a 20 punti insieme allo stesso Bareggio e al Cmb Rho (ma i rhodensi hanno una partita in meno, che recupereranno settimana prossima, così come gli Junior Knights Legnano, che al momento inseguono a quota 18). Nel frattempo la squadra di coach Davide Testa, per ovviare al grave infortunio occorso a Bortolozzo (rottura del legamento collaterale del ginocchio destro), ha ingaggiato in doppio tesseramento dalla Hydrotherm il giovane e promettente Lorenzo Ferrario, che avrà così una preziosa opportunità per mettersi in mostra tra i senior e per guadagnare quei minuti in campo che al momento non trova in serie C Gold. “Abbiamo disputato una prestazione un po’ “sulle gambe” – commenta il Presidente Riccardo Clerici – frutto di allenamenti non ottimali durante la pausa natalizia a causa di vari motivi. Siamo partiti subito sotto e non abbiamo più recuperato, contro una squadra tosta e che ha trovato una serata di grazia da oltre l’arco dei 3 punti (14 triple segnate). Ci può stare. Finiamo il girone d’andata con 10 vittorie e 3 sconfitte, un bottino senz’altro soddisfacente”. Prossima partita (prima del girone di ritorno) domenica 19 a Parabiago (inizio alle ore 18) nel posticipo di giornata. In classifica, detto del vertice, chiudono in coda Vanzago e Pregnana a quota 2, che inseguono gli Junior Vigevano a 4.

Copyright @2020