BASKET - IL CAMPIONE LASCIA BUSTO
Grazie Atsur! La Hydrotherm saluta il suo extraterrestre

L'eliminazione dai playoff della Uyba di Flo Meijners comporta - in casa Hydrotherm - la dolorosa partenza di "Gino" Atsur, il miglior giocatore mai visto a Busto Arsizio

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Stop di campionato per la serie C Gold, che riprenderà la poule promozione settimana prossima con la Hydrotherm, reduce da 11 vittorie consecutive, che affronterà giovedì 25 la Gibertina Soresina in casa e domenica 28 Prevalle in trasferta.

Ma la notizia del giorno, quella che avremmo voluto dare più tardi possibile, riguarda purtroppo Engin Atsur, il “Gino” che tutta la Busto del basket ha ammirato in questa stagione. L’eliminazione della UYBA nei play-off di serie A femminile ha infatti determinato la partenza verso la Turchia dei coniugi Engin AtsurFloortje Meijners.

Azzimonti e compagni affronteranno pertanto il finale di stagione, playoff compresi, senza la propria superstar, nonché miglior marcatore del campionato a oltre 20 punti di media a partita. Nonché, ci sia consentito, senza il miglior giocatore mai visto giocare a Busto Arsizio e dintorni, in una categoria che chiaramente non c’entrava nulla con l’ex Benetton:

Stiamo vivendo un momento incredibile e di enorme entusiasmo – commenta coach Gianni Navaper il coinvolgimento di Busto Arsizio, al di là delle 11 vittorie consecutive. Ci giocheremo fino in fondo le nostre chance senza niente da perdere. Finiremo la stagione senza Atsur, che tornerà in Turchia insieme alla moglie. Sarebbe ingiusto dare il merito di quello che abbiamo fatto sinora soltanto ad Engin, perché il merito è di tutta la squadra; però è chiaro che Engin è straordinario tecnicamente parlando e anche sotto l’aspetto umano, vista la grande umiltà con cui si è messo a disposizione del gruppo sin dall’inizio.

Lo dico scherzando ma non troppo… se avessimo chiuso la stagione con lui ci sarebbe stato anche il “rischio” di vincere il campionato! Certo, adesso dovremo lavorare per trovare nuovi equilibri dopo quelli che avevamo conquistato in questi tre mesi: avranno più minuti altri giocatori, abbiamo poco tempo per lavorarci, ma sono sicuro che ce la faremo. L’importante è che tutti facciano la propria parte, non tanto dal punto di vista offensivo, visto che il talento non ci manca, ma soprattutto riuscendo a tenere botta in difesa. Settimana prossima incontreremo Soresina e Prevalle, che sono due squadroni. Ci giocheremo le nostre carte, credo che chiuderemo la poule promozione al ottavo/nono posto e poi andremo ai playoff senza paura”.

Copyright @2019