Campionati di pallacanestro
La Hydrotherm torna da sola in vetta

La Hydrotherm sbanca Nerviano e riconquista il primato solitario. I Knights alla terza vittoria consecutiva

FOTO BASKETBUSTOARSIZIO.IT
Il pivot Tagliabue, grande protagonista della vittoria a Nerviano

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm sbanca Nerviano e riconquista il primato solitario
La Hydrotherm sbanca con autorevolezza Nerviano e torna capolista solitaria del girone Ovest, approfittando del capitombolo interno di Saronno contro Lissone. L’inizio è molto soft, con le difese di entrambe le squadra spettatrici. Allora coach Gianni Nava (ex di giornata, esattamente come l’esordiente sull’altra panchina Massimo Corrado) prova a dare una scossa ai suoi, ordinando la zona che rallenta i ritmi. Engin Atsur entra subito “in the zone”, nonostante un problema fisico ad un piede e prende per mano con autorevolezza la sua squadra (15 punti, con 6/8 da 2, 0/5 da 3, 3/4 ai liberi, 7 rimbalzi, 3 falli subiti e 7 assist), suscitando in tribuna l’ammirazione convinta di una vecchia gloria del basket locale anni ’80 e ’90 come “Tonno” De Angeli. Il combinato disposto zona&Atsur consente ai bustocchi di rimanere in scia (26-25 al 10’): grazie alla solidità sotto i tabelloni di De Franco (10 punti, con 4/5 da 2, 0/1 da 2, 2/3 ai liberi e 6 rimbalzi) e alla linearità di un buonissimo Grampa (15 punti, con 5/7 da 2, 0/1 da 3, 5/7 ai liberi, 3 rimbalzi e 5 falli subiti), gli ospiti reggono al massimo sforzo dei padroni di casa (39-34 al 16’) e chiudono avanti all’intervallo lungo (41-42). La Hydrotherm esce benissimo dagli spogliatoi, con il solito Atsur a riempire il campo in tutti i fondamentali e l’mvp di giornata Tagliabue (12 punti in 11’, con 6/7 al tiro) a punire con regolarità sugli scarichi grazie al suo tiro dalla media distanza (46-56 al 25’). Il fuoriclasse turco gioca veramente in maniera totale, “puma” Novati (6 punti, con 3/4 da 2, 0/5 da 3, 5 rimbalzi, 4 recuperi e 3 assist) orchestra con autorevolezza i suoi compagni, Vai (15 punti, con 0/2 da 2, 3/7 da 3, 6/7 ai liberi, 2 rimbalzi, 4 falli subiti e 3 assist) guizza in attacco e in difesa: morale, la Hydrotherm si passa benissimo la palla e apre il campo, sfruttando i numerosi contropiedi, mentre Nerviano mostra la corda dal punto di vista tecnico ed atletico. In più i nero-verdi locali si fanno prendere dal nervosismo, con coach Massimo Corrado che urla sotto il naso dell’arbitro tutta la sua arrabbiatura e si fa inevitabilmente espellere (46-66 al 27’, 55-72 al 30’ con bomba da metà campo di Cozzoli). Nerviano prova la carta della disperazione con la difesa a zona, Cozzoli, Frontini e Nuclich ci credono ancora, i bustocchi soffrono qualche patema contro la zona e forse alzano un po’ troppo presto le mani dal manubrio (63-76 al 34’), ma, a 3’ dal termine, l’espulsione di Cozzoli manda in anticipo i titoli di coda ed il finale è tutto per i ragazzi della panchina. Una vittoria di grande autorevolezza per la Hydrotherm, che, nel prossimo turno, affronterà al PalaDrago un Busnago in crisi aperta (appuntamento domenica 15 alle ore 18), prima del big-match di sabato 21 a Saronno che chiuderà il 2019.
Overnet Nerviano – Hydrotherm Busto Arsizio: 83-94 (26-25; 41-42; 55-72)
Overnet Nerviano: Ceppi 15, Nuclich 17, Biraghi 8, Frontini 14, Priuli 2; Pogliana, Binaghi 2, Cozzoli 14, Bandera 4, Viganò, Guzzetti, Aceti 7. Coach Corrado.
Hydrotherm: Novati 6, Atsur 15, Vai 15, Azzimonti 10, F. De Franco 10; Grampa 15, Croci 7, Ferrario n.e., Fedrigo 2, Tagliabue 12, R. De Franco 1, Chiesa 1. Coach Nava.


I Knights alla 3a vittoria consecutiva
I Knights colgono la loro 3 vittoria consecutiva contro Gazzada nell’ultimo match dell’anno disputato in casa (con tutte le polemiche nei confronti della Amministrazione Comunale per le condizioni precarie del Knights Palace) e si rilanciano in zona play-off. Gli uomini di coach Silvio Saini recuperano Angiolini, ma hanno sempre Di Dio inutilizzabile in panchina. Il match prosegue in equilibrio nei primi 10’ (15-13), poi, nel secondo periodo, è capitan Maiocco a suonare la carica (27-21, 32-28 all’intervallo). Dopo il cambio di campo, tocca a Guidi stampare il break che deciderà la partita (48-37 al 30’). Un ottimo Corti (buona prestazione sui due lati del campo contro la temibile batteria di lunghi di Gazzada) conduce i suoi sino al +17 (60-43), che vuol dire vittoria. Prossimo match sabato 14 a Mortara contro la squadra più offensiva del girone Ovest, ma la Axpo sta recuperando forma e morale, in attesa del mercato di riparazione previsto a gennaio che dovrebbe puntellarla ulteriormente. “Dopo l’intervallo siamo rientrati dagli spogliatoi con il piglio giusto – commenta l’assistent coach Davide Giglietti – in difesa stavamo facendo bene, mentre in attacco ci mancava ancora qualcosa. Poi abbiamo incominciato a muovere la palla e ad utilizzare il lato debole perché i loro lunghi riempivano l’area”. “A livello di organizzazione, in attacco abbiamo giocato un ottimo match – aggiunge coach Silvio Saini – purtroppo nel primo tempo abbiamo buttato via un pò di canestri facili anche in contropiede, ma la maturità emersa nel secondo tempo ha fatto la differenza”.
LEGNANO BASKET KNIGHTS – 7 LAGHI GAZZADA: 64-49 (15-13; 32-28; 48-37)
Legnano Basket Knights
: Roncari 4, Negri 9, Maiocco 9, Guidi 16, Speronello 8, Ballarin, Di Dio n.e., Angiolini 2, Azimonti, Porrati, Fasani 4, Corti 12. Coach Saini.
7 Laghi Gazzada Schianno: Koljanin 2, Lepri 8, Verri 18, Colnago 3, Bellotti 8, Alessio, Pitarresi, Ghirimoldi, Somaschini E., Spera 5, Milic 5. Coach Garetto.

Promozione – Antoniano e Borsano vincono e volano in classifica
Doppia vittoria per le squadre bustocche che militano nel campionato di Promozione. Nel girone “Varese 1”, il Cso Borsano si riscatta dal k.o. di Origgio, espugnando il campo dell’Oratorio Gemonio nella terza trasferta consecutiva (69-58 il finale). Prossimo appuntamento mercoledì 11, finalmente al PalAriosto, contro il fanalino di coda GBA Casorate (inizio alle ore 21.15). “Pur rimaneggiati – commenta coach Titti Maini – abbiamo disputato un ottimo match (erano out Pellegri e Carnaghi, mentre avevamo Ferrara e Gallo a mezzo servizio). Abbiamo sempre condotto nel punteggio e abbiamo dato subito la nostra impronta al match, con 4 triple nei primi 10’ e limitando Capizzi, che è il loro giocatore più forte. Ferrara nel secondo quarto ha messo 8 punti (17 per lui alla fine) che ci hanno fatto volare (28-40 all’intervallo). Nel finale ho dovuto togliere Gallo e, giocando con Monguzzi unico lungo, questa è stata la mossa decisiva, visto che il giocatore è stato il mvp di serata segnando 19 punti”. In classifica scappa come capolista solitaria Valcuvia (18 punti), inseguita a 14 dalla coppia Castronno (k.o. in casa contro i Gorlazy)-Cso Borsano, che precedono a 12 proprio i Draghi Gorlazy, Cardano e Caronno. In coda rimane sempre all’ultimo posto solitario il GBA Casorate (2 punti), dietro al Basket Bosto (4). Sempre in gas l’Antoniano, che, nel gruppo “Milano 3“, batte PalaDrago anche Magenta (67-52) e prosegue la marcia solitaria in vetta alla classifica. “E’ stata una partita strana – commenta il Presidente Riccardo Clerici – perché abbiamo iniziato in maniera fallosa in attacco, tanto che Magenta è andata anche a +8 (22-30), pur mancandogli un buon giocatore, ma comunque confermandosi una buona squadra da play-off. Noi in difesa, come sempre, siamo andati bene (33-30 all’intervallo): eravamo ancora a -5 al 25’, ma, in 10’, si è accesa la luce e abbiamo fatto un parziale di 27-2 fino al 35’, che ha chiuso sostanzialmente il match. Magenta si è innervosita, ha preso una espulsione e 3 falli antisportivi ed è finita lì”. Prossima partita venerdì 13 (inizio alle ore 21.30) nella più lunga trasferta del campionato a Casteggio. In classifica (in attesa del big-match di giornata tra le seconde della classe Junior Knights e Cmb Rho, posticipato a martedì 10), l’Antoniano di coach Davide Testa prosegue la fuga al primo posto solitario della classifica con 18 punti, inseguita a 14 dagli Junior Knights Legnano, Cmb Rho e Acli Bareggio. In coda chiude Vanzago ancora a zero, preceduto da Pregnana (2) e Vigevano (4).

Copyright @2019