Campionati di pallacanestro
La Hydrotherm vola ai play-off

Sitta a domenica prossima la trasferta dei Knights a Rieti. Cso Borsano beffato nel finale

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non c’è bisogno dell’ultima giornata, non c’è bisogno della calcolatrice… La Hydrotherm espugna il campo di Mortara e, in virtù del contemporaneo k.o. di Cantù a Opera (82-76 per i milanesi), taglia a braccia alzate il traguardo dei play-off. Il raggiungimento della post season era l’obiettivo dichiarato della società alla vigilia, risultato che vuol dire contemporaneamente salvezza e una grande soddisfazione per una neo-promossa nel campionato di serie C Gold. L’ultima giornata contro la capolista Saronno sarà una festa (oltre che una partita da giocare fino alla fine). A Mortara i bustocchi hanno un po’ faticato a carburare, ma sono usciti alla distanza in virtù di una chimica di squadra e di una distribuzione di responsabilità che, conclusa la tremenda emergenza-infortuni, ha preso via via forma. “Era una specie di spareggio tra noi e Mortara – commenta coach Gianni Nava – che né loro e né noi potevamo perdere per conservare entrambe la speranza di entrare nei play-off. Ne è venuta fuori una partita dura, intensa, maschia, con una pesante assenza per parte (Pontisso tra i lomellini e capitan Azzimonti tra gli ospiti): ci hanno subito imbrigliati con la loro difesa e qualche contropiede nel primo quarto, poi abbiamo inquadrato il canestro dopo 20′ di imprecisione. L’ingresso di Vai (21 punti, con 2/2 ai liberi, 2/2 da 2 e 5/15 da 3) dalla panchina ci ha regalato 3 bombe in fila, che ci hanno fatto entrare in ritmo e che hanno consentito di fare il break a cavallo del terzo periodo. Nel finale abbiamo gestito con tranquillità, mettendo in mano la palla ad Atsur, bravissimo a lucrare sulla pressione avversaria e capace di portarsi a casa preziosi falli (8 falli subiti, 11/11 dalla lunetta, pur a fronte di una media dal campo di 5/16). Arriviamo a 24 punti con 12 vittorie e 11 sconfitte e tagliamo il traguardo a braccia alzate. Non nascondo che ad un certo punto della stagione, complice quella serie terribile di infortuni, ho temuto di non riuscire ad entrare nei play-off, ma alla fine ce l’abbiamo fatta e questa è la cosa più importante. Per la partita di Mortara una menzione speciale la voglio spendere anche per Marotto, che si è fatto trovare pronto sui due lati del campo e per De Franco, che ha giocato minuti importanti, facendo tante piccole cose “oscure”, che magari non risultano nei tabellini, ma che aiutano la squadra in ogni situazione e che permettono di conquistare le vittorie”.
Team Battaglia Mortara-Hydrotherm Busto Arsizio: 66-79 (17-13; 30-34; 51-58)
Team Battaglia Mortara: Baiarado 7, Orsini 13, Sacchi, Marcone 10, Bossi 13, Invernizzi, Pierleoni 15, Deconescu 6, Ferretti 3, Muzio. Coach Zanellati.
Hydrotherm: De Franco 2, Marotto 8, De Vita 4, Preatoni, Azzimonti n.e., Atsur 23, Tagliabue 6, Pariani 11, Vai 21, Ferrario n.e., Arui 4. Coach Nava.

Serie A-2 – I Knights rimandano con Rieti
Sitta a domenica prossima la trasferta dei Knights a Rieti. Qualche giorno in più per provare a recuperare, soprattutto psicologicamente, dalla terribile sconfitta interna contro la Eurobasket Roma e per provare a firmare, entro la dead line di giovedì 28, la guardia Laganà da Ravenna, che allungherebbe le rotazioni soprattutto in vista dei play-out.

Promozione – Il Cso Borsano, ancora una beffa nel finale
Il Cso Borsano arriva ad un millimetro dalla vittoria contro il forte Montello, ma lo sprint finale ancora una volta non sorride ai ragazzi di coach Titti Maini (75-70 il punteggio finale, pur con 21 punti di Delfi, miglior bomber di giornata e 16 di Monguzzi). “Siamo stati anche avanti di 6 punti al 25′ – commenta l’allenatore borsanese – giocando bene, ma come al solito abbiamo qualche amnesia in difesa e regaliamo punti gratis. Questa situazione, nei finali tirati, chiaramente la paghi… A 53” dalla fine, sul -3, perdiamo un banale pallone in difesa, prontamente riconvertito da Favretto (20 punti). Non è finita. Torniamo a -3 e poi a -1 con due tiri liberi segnati da Delfi, abbiamo una rimessa in attacco a 13” dalla fine, ma pasticciamo e loro fanno percorso netto dalla lunetta…”. In classifica vola Turbigo (28 punti), che approfitta della vittoria di Cardano contro la Stella Azzurra Castano e distanzia i due team e Montello (26). Chiude la graduatoria, ancora a quota zero, il Motrix Cavaria, mentre Airoldi Origgio (10) insegue il Basket Caronno e Borsano a 12, duo che ha nel mirino Daverio (14).

Copyright @2019