APRE IL BAZAR IN VIA SALVATOR ROSA
“La mia voce ovunque” inaugura la nuova sede: “Per il futuro dei giovani in difficoltà”

Un'opportunità lavorativa per ragazzi in situazioni di disagio. È la sfida lanciata dalla cooperativa sociale "La mia voce ovunque" che intraprende nuovi progetti e apre un bazar in via Salvator Rosa. "Un traguardo che abbiamo raggiunto solo con le nostre forze", sottolinea Monica Guanzini

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

In via Salvator Rosa 12 (nella ex sede di Forza Italia) è stata inaugurato il bazar e la nuova sede della cooperativa sociale “La mia voce ovunque” che si occupa del reinserimento delle persone disagiate.

Sabato pomeriggio si è tenuto il taglio del nastro: “Il progetto nasce nel 2012, l’obiettivo è quello di supportare i giovani in difficoltà occupandoci innanzitutto del loro futuro e aiutandoli a trovare un’opportunità lavorativa. Puntiamo molto sul dopo”, spiega Monica Guanzini , fondatrice de “La mia voce ovunque”, giunta a questo traguardo grazie al suo costante impegno nella lotta alle devianze sociali e nel recupero dei ragazzi in difficoltà, sempre nel ricordo dell’amicizia con Eva Sacconago, la giovane morta suicida a seguito di presunti abusi da parte di una suora. All’inaugurazione erano presenti  anche i genitori di Eva, Roberto e Giovanna, sempre vicini alla cooperativa.

“Anche oggi siamo qui da soli, con le nostre forze, senza il supporto delle istituzioni – sottolinea Monica Guanzini – abbiamo lavorato giorno e notte per raggiungere questo risultato ma possiamo dire che stiamo raccogliendo i frutti del nostro impegno dando una nuova possibilità ai giovani che tiriamo via dalla strada”.

Il bazar apre al pubblico da oggi (lunedì 4 marzo) e sarà possibile acquistare merce nuova e usata di vario genere (abbigliamento, giocattoli, oggetti per la casa).

“Il nostro progetto mira  a coinvolgere i ragazzi che hanno finito le superiori, gli ex detenuti che hanno scontato la pena, gli “articolo 21” (detenuti che possono essere assegnati al lavoro esterno).  Ci saranno corsi di formazione e sarà creato anche il progetto “Sartor.Coop” legato all’abbigliamento. Ciascun progetto che svilupperemo avrà il supporto di un professionista che seguirà personalmente i ragazzi”.

Tante le attività di cui si occuperà la cooperativa sociale, ci saranno anche giardinaggio, sgomberi, imbiancature e traslochi: “Sarebbe utile avere la disponibilità di un magazzino qui a Busto, chi ci volesse aiutare si metta in contatto con noi”. Il taglio del nastro è stato accompagnato dalla canzone “Non mollare mai” di Gigi D’Alessio che simbolicamente ha dato il via all’inizio di questa nuova avventura.

Copyright @2019