TRACCE DI CULTURA
La missione Apollo11: 50 anni e non sentirli

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

20 luglio 1969, una data straordinaria nella storia dell’Umanità: per la prima volta l’uomo mette piede sulla Luna.

Giungere sulla Luna era la realizzazione di un Sogno e, una volta realizzata questa “Missione Impossibile”, cambia la mentalità dell’Uomo, poiché da allora tutto viene ritenuto possibile. “Siamo andati sulla Luna e non riusciamo a …?”.

20 luglio 2019, l’Umanità festeggia il Cinquantenario da quando l’Uomo ha messo piede sulla Luna.

Dal 1972 l’uomo non è più tornato sulla Luna e con il trascorrere dei decenni la “conquista della Luna” è stata quasi dimenticata. Questo è il rischio che si corre quando la memoria dei fatti non viene riaccesa ed è così che, a distanza di cinquant’anni dal primo sbarco umano sulla Luna, lo scrittore Giuseppe Palumbo che vive e lavora a Varese, associato alla Società Astronomica “G.V. Schiaparelli” di Varese e socio del Gruppo Astronomico Tradatese, pubblica per TraccePerLaMeta Edizioni il volume “La missione Apollo11”.

Questo libro ha come fine quello di tener viva la memoria della missione spaziale “Apollo 11” che ha procurato profonde emozioni vissute dai protagonisti, dai non protagonisti, ma anche dai semplici spettatori, e, oggi, da coloro che ne sentono parlare per la prima volta.

Come annota l’Autore nell’introduzione, 50 anni fa sapevamo tutto sulla Luna, su Armstrong, Aldrin e Collins, su von Braun, sul Saturn V, sul Mare della Tranquillità, sul Modulo di Comando, sul Modulo di Servizio, sul Modulo Lunare, su Houston, su Cape Kennedy… Oggi se ne parla nuovamente solo perché si celebrano i 50 anni della “conquista della Luna”; molti ragazzi, giovani, studenti sanno poco di quella vicenda e spesso confondono lo spazio con la Luna; oggi qualcuno addirittura ritiene che forse sia stata solo una montatura, una messinscena, e considerato che poi l’uomo è andato sulla Luna solo 6 volte, l’ultima nel 1972, la vicenda talvolta viene persino negata!

Così a distanza di 50 anni questo libro è un piccolo contributo per ravvivare la memoria di quei fatti che all’epoca emozionarono profondamente centinaia di milioni di persone in tutto il mondo realizzando così il “primo passo” per “esplorare strani, nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima…”

Nel libro sono riportati aneddoti e curiosità storiche, cinematografiche, filateliche relative al primo allunaggio, senza dimenticare, comunque, di fornire utili indicazioni bibliografiche e cinematografiche per approfondire la storia di quei giorni che portarono l’uomo a raggiungere la Luna e poi a tornare indietro sani e salvi sulla Terra.

Le immagini della missione riportate nell’opera sono tutte della NASA.

In occasione dell’uscita del libro che sarà prossimamente presentato presso i luoghi di cultura nella provincia di Varese, abbiamo chiesto al suo autore Giuseppe Palumbo di rispondere ad alcune nostre domande:

1– Come nasce la passione per lo Spazio e per l’osservazione degli astri?

Questa passione nasce proprio grazie alla missione “Apollo 11” di 50 anni fa. All’epoca avevo 6 anni e ricordo che non si parlava d’altro. La notte della Luna, tra il 20 ed il 21 luglio 1969, assistetti a casa, con i miei genitori e i miei fratelli, alle emozionanti immagini in diretta dell’uomo sulla Luna!

2– Cosa significa oggi avere tempo e voglia per stare con il naso all’insù a guardare le stelle nelle notti serene?

Significa sentirsi parte integrante del Cosmo e dell’Universo. Osservare le stelle, i pianeti e la Luna ti porta in una dimensione diversa e ti senti completo.

3– Sappiamo dell’interesse che le sue conferenze suscitano non solo negli adulti, ma anche nei bambini (ricordiamo soprattutto l’incontro con gli alunni della scuola primaria del 2017 al Teatro Fratello Sole in occasione del suo libro “Dalla terra alla luna…con ritorno” -TraccePerLaMeta Edizioni e altri in prossima programmazione in occasione del Cinquantenario dell’allunaggio): qual ė il messaggio, da consegnare ai giovani e giovanissimi?

La Luna, i pianeti, le comete, le stelle, le galassie sono corpi celesti visibili e quando li osservi inevitabilmente rifletti sull’Universo, sul Tempo, sulla Vita e sull’Uomo e ti poni tante domande a cui vuoi dare delle risposte. Noi viviamo nel Tempo e nello Spazio e personalmente mi viene spontaneo dedicare parte del mio Tempo allo studio dello Spazio. Quando si studia lo Spazio, il Cosmo, l’Universo, si ama tutto e tutti e non c’è più Tempo e Spazio per il male.

4- Perché non possiamo vivere senza il “sogno” della Luna?

Perché è proprio la Luna il nostro sogno! Anche se 50 anni fa è stata raggiunta dall’uomo, il suo fascino risulta sempre unico e immortale e tutti, grandi e piccini, la osservano. La Luna è una fedele compagna, è sempre in cielo, anche quando non si vede, e soprattutto è “silenziosa” perché ascolta!

5- Abbiamo sul nostro territorio luoghi deputati alla promozione di questa passione nei giovani? E quali?

Personalmente sono associato alla Società Astronomica “G.V. Schiaparelli” di Varese e sono socio del Gruppo Astronomico Tradatese, due gruppi molto attivi nella ricerca e nella divulgazione; sul nostro territorio e nella nostra provincia vi sono anche altri gruppi di astrofili, ossia di appassionati di astronomia, che dedicano il proprio tempo libero allo studio del cielo.

6- Qual è stata l’emozione più grande nella sua vita di astrofilo?

Tre sono state le grandi emozioni: assistere ad una eclisse totale di Sole; volare in elicottero con un Moonwalker (ossia una delle dodici persone che nella storia dell’Umanità hanno camminato sulla Luna); avere a casa, per una notte, una roccia della Luna portata sulla Terra da una missione Apollo!

Per chi volesse approfondire gli aspetti legati all’allunaggio del 20 luglio 1969 il libro è in vendita sullo shop di TraccePerLaMeta al link https://shop.tracceperlameta.org/home/missione-apollo-11-giuseppe-palumbo-184.html e prossimamente nelle migliori librerie tradizionali e on line sul territorio nazionale e in Canton Ticino.

Giuseppe Palumbo

“La missione Apollo 11”

TraccePerLaMeta Edizioni

ISBN 9788885566446

 

Anna Maria Folchini Stabile
Paola Surano

www.tracceperlameta.org

https://www.facebook.com/TraccePerLaMeta.Edizioni/

Copyright @2019

LEGGI ANCHE