IL BENVENUTO DELL’AMMINISTRAZIONE
La multinazionale Rudolf sbarca a Busto Arsizio

La multinazionale bavarese Rudolf ha infatti scelto l’ex Manchester d’Italia come sede di Hub 1922, la divisione moda della società

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Rudolf punta su Busto Arsizio. La multinazionale bavarese ha infatti scelto l’ex Manchester d’Italia come “casa” di Hub 1922, la divisione moda della società.
La nuova sede, in via Zappellini, è stata inaugurata giovedì, alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli, del vicesindaco e assessore all’Urbanistica Isabella Tovaglieri e della consigliera regionale del Veneto Alessandra Moretti (nella foto sotto insieme al consigliere comunale Alessandro Albani).

Rudolf GmbH è da 100 anni leader nel settore della chimica tessile. La scelta di aprire Hub 1922 l’obiettivo di dare vita a collaborazioni con marchi e rivenditori di moda internazionali. E attraverso l’innovazione di prodotto dare spazio a nuove idee e funzionalità utili nel crocevia della moda italiana: Milano.

Il compito di Hub 1922 è ricercare e sviluppare l’innovazione soprattutto per il processo industriale dell’abbigliamento e il denim. E lo farà con l’introduzione di propri ed esclusivi elementi di diversità: le profonde conoscenze scientifiche, l’autentica responsabilità ambientale, l’innovazione tecnica e creativa.

“L’intento strategico è quello di introdurre un approccio completamente nuovo che abbracci lo sviluppo sia di prodotto sia di concetto. Un centro di ricerca e sviluppo straordinariamente solido che è anche un nuovo canale di marketing e comunicazione”, afferma Wolfgang Anton Schumann, amministratore delegato di Rudolf GmbH. Hub 1922 può contare sulle reti globali di servizi, produzione, vendita e distribuzione di Rudolf come partner globale e trasparente a tutto beneficio sia di marchi e rivenditori, che dei loro partner della supply chain”.

“L’idea è di iniziare a perseguire idee che siano responsabili, necessarie e utili”, afferma Alberto De Conti, responsabile della divisione moda di Rudolf Group. “Se soddisfano tutti questi criteri, non esiteremo a renderli belli”. Alberto continua: “L’accento è rivolto ad ascoltare attentamente il mercato e le soluzioni ingegneristiche in modo efficiente, prima ancora di essere richiesto”.

IL BENVENUTO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE
“Abbiamo seguito dall’inizio la nascita di questo progetto – ha commentato l’assessore Tovaglieri –. In origine l’azienda aveva valutato altre opportunità sul territorio: siamo molto orgogliosi del fatto che alla fine abbia scelto Busto Arsizio per insediare un’attività di prestigio, innovativa e di respiro internazionale. Sottolineo che l’impresa creerà anche nuovi posti di lavoro, un aspetto che l’Amministrazione considera sempre con particolare attenzione in un’ottica di sviluppo e inclusione sociale”.

“L’insediamento di Rudolf in città dimostra quanto Busto sia ancora oggi una piazza appetibile e viva, anche sul fronte imprenditoriale, a dispetto di alcune teorie disfattiste – aggiunge l’assessore all’Industria Manuela  Maffioli –. E dimostra soprattutto come sia vivo e vitale il nostro distretto del Tessile, come sostengo sempre, capace di attrarre una attività di ricerca che arriva da una potenza economica come la Germania, evidentemente consapevole della grandezza delle nostre strutture ma soprattutto del nostro know how. Mi auguro che questa attività, specializzata in tessuto denim, possa integrarsi nella nostra realtà imprenditoriale tessile, diventandone un valore aggiunto, rafforzando quindi una realtà che i nostri imprenditori locali, ai quali va la nostra più totale attenzione, hanno saputo salvaguardare nel tempo, posizionandola ai vertici anche mondiali del settore”.

Copyright @2019