Calcio - serie D
La prima nel “nuovo” stadio è un trionfo per la Castellanzese

Vittoria sonante e roboante. Modo migliore non poteva esserci per inaugurare il “Comunale” di Castellanza dopo gli interventi effettuati per la messa in sicurezza dell’impianto sportivo e uniformare lo stadio della città alle norme federali imposte dalla Lnd

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Buona la prima nel “nuovo” stadio. I lavori di adeguamento allo stadio comunale “Giovanni Provasi” di Castellanza, necessari per uniformarsi alle norme federali imposte dalla Lega Nazionale Dilettanti, sono stati definitivamente completati e domenica scorsa si è potuta disputare la “prima” partita. I neroverdi di Castellanza hanno riabbracciato i propri tifosi in occasione del match valevole per la 7^ giornata del Campionato di Serie D 2019-20 con una sonante e roboante vittoria (5-2 il punteggio finale) sul Ponte San Pietro. Quelli di domenica sono stati, per la Castellanzese, i primi novanta storici minuti nella massima categoria dilettantistica sul prato di casa, davanti ai propri tifosi.

Gli interventi più importanti effettuati dall’Amministrazione Comunale hanno interessato il rifacimento della recinzione anti sfondamento lato ospiti, un nuovo impianto audio, le nuove panchine adeguate a ricevere 15 addetti tra dirigenti, massaggiatori e giocatori, il tunnel di uscita dagli spogliatoi ed una serie di ulteriori migliorie riguardanti la sicurezza come richiesto dalla Figc e dalla commissione composta dai vari organismi coinvolti nell’omologazione.

“È stata una lotta contro il tempo – sottolineano da Palazzo Brambilla – per poter arrivare al completamento delle opere richieste in tempi accettabili e permettere alla Castellanzese di disputare d’ora in poi le partite casalinghe al “Provasi”. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie al costante impegno degli uffici comunali preposti ed alla collaborazione proficua con la società Castellanzese. Non ci resta ora che fare un grosso in bocca al lupo alla Castellanzese. Speriamo che la squadra possa raggiungere l’obiettivo della permanenza in serie D e di tenere alto il nome di Castellanza nei campi del nord Italia dove sarà chiamata a giocare”.

Copyright @2019