TAGLIO DEL NASTRO
Gorla Maggiore, la “nuova” scuola De Amicis è stata inaugurata

Sono terminati i lavori di riqualificazione e la scuola elementare è pronta. Venerdì mattina è stata ufficialmente inaugurata con una grande festa per gli alunni e le famiglie. Presenti il sindaco Pietro Zappamiglio e il neopresidente della Provincia Emanuele Antonelli

Silvia Bellezza

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo i lavori di riqualificazione, è stata inaugurata la scuola elementare De Amicis, completamente rinnovata. Un’ampia ristrutturazione che ha portato a rifare totalmente i pavimenti, i serramenti, le aule e la palestra. Sono stati effettuati interventi per l’efficientamento energetico, con la predisposizione per il fotovoltaico in palestra, l’installazione dei pannelli per l’isolamento acustico e le luci a led. Venerdì mattina si è tenuta la cerimonia ufficiale di inaugurazione, con  il taglio del nastro, insieme al sindaco Pietro Zappamiglio e al neo presidente della Provincia, Emanuele Antonelli, alla sua prima uscita ufficiale con la fascia azzurra, agli alunni e alle famiglie. Tante le autorità presenti, gli europarlamentari Lara Comi e Massimilano Salini, la consigliera provinciale Marinella Colombo, il provveditore Claudio Merletti, i rappresentanti delle forze dell’ordine e il parroco di Gorla Maggiore, don Valentino Viganò.

“Abbiamo investito 1 milione e 300 mila euro per la riqualificazione di questa scuola, l’intervento è stato completamente finanziato dal Comune – spiega Zappamiglio – abbiamo partecipato al decreto ministeriale chiedendo la restituzione di 350mila euro perchè si tratta di interventi di alto livello qualitativo, ora ci attendiamo una risposta positiva dal Ministero. Lo Stato deve dare la possibilità a un Comune virtuoso come il nostro di poter utilizzare le proprie risorse. Nel nostro mandato, abbiamo in programma opere per un totale di 12 milioni di euro – ha aggiunto il sindaco – e la prossima importante inaugurazione sarà Palazzo Terzaghi”.

Emanuele Antonelli si è rivolto direttamente ai piccoli alunni che hanno accolto le autorità e le famiglie intonando l’Inno d’Italia. “Siete bravissimi e io sono orgoglioso di essere qui, mi si apre il cuore quando vedo questi risultati. Grazie all’amministrazione comunale che ha deciso di investire sulle scuole, in un momento in cui non molti lo fanno e  invece è importantissimo”.

Merletti ha  sottolineato: “Bravi per l’impegno che avete assunto con responsabilità. Avete avuto l’occhio lungo”.

Al termine della cerimonia, sono state ringraziate pubblicamente le insegnanti che sono andate in pensione con una pergamena, segno di riconoscenza e gratitudine da parte dell’amministrazione comunale.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA