A Gorla Maggiore
La “Pedala con Zazà” si conferma una festa del ciclismo nel segno della solidarietà

La cicloturistica di 48 chilometri, giunta alla settima edizione, è stata onorata da oltre 300 cicloamatori. Il plotone di appassionati guidato da Stefano Zanini ha vissuto la tradizionale festa ciclistica settembrina, con una ricca partecipazione nel segno della solidarietà

Ottavio Tognola

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dalla Vuelta sull’ammiraglia della Astana alle strade amiche del Varesotto, sempre con la stessa vitalità e la medesima voglia di ciclismo da far amare e soprattutto praticare ai giovani: questo il credo sportivo e solidale di Stefano Zanini, ribadito con la nuova edizione della “Pedala con Zazà” di domenica 23 settembre. La cicloturistica di 48 chilometri, giunta alla settima edizione, è stata onorata da oltre 300 cicloamatori, compreso il Sindaco di Gorla Maggiore Pietro Zappamiglio. Dai giovanissimi ai professionisti presenti (Edward Ravasi reduce da una buona Vuelta, Enrico Gasparotto e Simon Clarke), il plotone di appassionati guidato da Stefano Zanini con il supporto organizzativo e tecnico della Società Ciclistica Severino Canavesi del presidente Enrico Castiglioni, si è ritrovato in via 2 Giugno a Gorla Maggiore ed ha vissuto la tradizionale festa ciclistica settembrina, con una ricca partecipazione come sempre nel segno della solidarietà grazie alla Sestero Onlus, l’associazione fondata da Zanini con gli amici Sergio Gianoli e Roberto Bof. Il ricavato dell’edizione annuale sarà devoluto, in primis, alla Fondazione Ascoli legata a Michele Scarponi.

Dalla pedalata amatoriale del mattino, alla kermesse con 300 giovanissimi dai 7 ai 12 anni del pomeriggio. Trofeo “Davide 4 young” organizzato dalla Società “Canavesi” che è stato e vuole essere espressione di un ciclismo educativo e formativo per i tanti “mini atleti” che vi hanno partecipato.

Copyright @2018