Tigrotti in viaggio per Sondalo
La Pro Patria presenta i nuovi arrivi e parte in ritiro

La Pro Patria si appresta a partire per Sondalo, dove affronterà tre amichevoli contro Torino, Sampdoria e Valposchiavo. Al ritiro parteciperanno anche Spizzichino e Defendi, i due nuovi acquisti presentati oggi dopo la prima sessione d’allenamento allo “Speroni”

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Pro Patria scalda i motori e si appresta a partire per il ritiro precampionato di Sondalo, dove i biancoblù affronteranno tre amichevoli “di lusso” contro Torino, Sampdoria e Valposchiavo (terza lega svizzera). Al ritiro parteciperanno anche Spizzichino e Defendi, i due nuovi acquisti presentati oggi, lunedì 15, in sala stampa dopo il raduno e la prima sessione d’allenamento allo “Speroni” con gli altri tigrotti.

Giorgio Spizzichino, terzino destro classe 1999 ex Lazio e Cuneo, ha già esordito in serie A con i biancocelesti nel 2017 e, dopo una stagione in serie C con i piemontesi, ha firmato un contratto che lo legherà alla Pro Patria fino al 2021. “A Cuneo sento di non aver dato il mio 100% – commenta il neo difensore biancoblù -, sono qui per rilanciarmi e far bene. La società ha creduto e ha investito su di me, darò il massimo per ripagare la fiducia della presidente Testa. Sono un terzino a cui piace attaccare e giocare a tutta fascia, preferisco un assist a un gol”. E a beneficiare degli assist di Spizzichino sarà proprio Edorado Defendi, attaccante classe 1991, anche lui ex Cuneo. “Sono conto di questa opportunità – dichiara Defendi -. Dopo aver passato alcuni anni burrascosi, l’anno scorso penso d’aver dimostrato che stavo bene. Adesso arrivo in una piazza importante e sono pronto a giocarmi al meglio le mie carte per aiutare la squadra a far bene. Mi reputo un attaccante completo, a cui piace attaccare la profondità ma anche stare in area di rigore”.

I due giocatori sono pronti alla nuova avventura in biancoblù e ben presto potrebbero essere raggiunti da altri nuovi colpi di mercato: “Stiamo cercando di chiudere le trattative per un difensore (Lombardoni è ad un passo dal rinnovo del prestito) ed altri due centrocampisti” rivela il direttore sportivo Sandro Turotti, che fa anche il punto sugli obiettivi della Pro Patria in vista della prossima stagione. “Quest’anno abbiamo raggiunto l’incredibile traguardo dei playoff, ma riconfermarsi non è mai semplice. Dobbiamo partire con i piedi per terra e puntare a raggiungere l’obiettivo minimo della salvezza il prima possibile, tutto quello che arriverà dopo sarà tanto di guadagnato”.

Infine, mister Ivan Javorcic non risparmia i ringraziamenti per la presidente Patrizia Testa: “È merito suo se ho deciso di continuare sulla panchina della Pro Patria. Il rapporto professionale che si è creato in questi anni con lei, con la dirigenza e con i ragazzi è qualcosa di speciale. Quello che abbiamo fatto l’anno scorso è stato bellissimo, ma non dobbiamo cadere nell’errore di far sentire ai ragazzi l’eccessiva pressione della riconferma. Dobbiamo ancora consolidarci in questa categoria e ripartire con questa mentalità per scrivere il prossimo capitolo della storia della Pro Patria”.

Copyright @2019