ATTIVITÀ COORDINATA DALL'ASSOCIAZIONE CAROLINA ODV
La Provvidenza punta sulla Pet Therapy. “Cani benvenuti, come a casa”

I vertici della casa di riposo incentivano l'ingresso degli animali, attraverso l'attività di Pet Therapy. Il consigliere leghista Alessandro Albani: "Un esempio per tutte le strutture sanitarie"

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Alla casa di riposo La Provvidenza gli amici a quattro zampe sono benvenuti. Già da sei anni è attivo il progetto di Pet Therapy, coordinato dell’associazione Carolina Odv (ente che si è recentemente trasformato da delegazione ad associazione autonoma) e notevoli  sono i benefici che le persone anziane ricevono dall’interazione con i cani.

All’esterno della struttura, da un’area in disuso, è  stato ricreato un apposito spazio verde attrezzato, denominato il Giardino di Carolina, dove gli ospiti possono liberamente relazionarsi con i cani. “La nostra struttura crede moltissimo nel progetto di Pet Therapy  ed abbiamo formato appositamente due nostri operatori”, sottolinea il direttore della Provvidenza, Luca Trama, insieme al presidente Ambrogio Gobbi e al vice presidente Romeo Mazzucchelli.

“È lodevole l’impegno di Regione Lombardia che ha riconosciuto l’utilità degli interventi assistiti con gli animali, attraverso l’emissione di precisi decreti – aggiunge il direttore – la relazione è un aspetto fondamentale nella cura dei nostri ospiti, il nostro obiettivo è quello di farli sentire come a casa propria. Per questo, oltre alla Pet Therapy, possono beneficiare anche delle visite dei loro amici a quattro zampe. Cerchiamo di promuovere la cultura della comunicazione”.

È dimostrato che la relazione con un animale porta diversi miglioramenti psico-fisici, riduce i livelli di ansia e stress, specialmente in presenza di determinate patologie che affliggono gli anziani, come evidenzia la direttrice sanitaria Elena Cassani: “È una terapia che dà ottimi risultati in particolare con i pazienti cognitivamente compromessi. I cani possono accedere anche ai nostri reparti, qualora vi sia un desiderio particolare espresso dagli ospiti”.

Il consigliere comunale Alessandro Albani, sostenitore dell’associazione Carolina Odv e vicino allo storico istituto bustocco, di cui in passato è stato collaboratore in qualità di infermiere, ha rivolto un grande plauso all’iniziativa: “La Provvidenza ha avuto la lungimiranza di investire in questo importante progetto, cogliendone l’opportunità terapeutica. È un onore per Busto avere una struttura che si apre a trecentosessanta gradi ai cittadini, come una grande famiglia. Auspico che tutte le strutture sanitarie ne seguano l’esempio, incentivando l’ingresso degli animali”.

Il consigliere leghista è stato promotore di varie iniziative contro  l’abbandono dei cani e per favorire il loro accesso nei locali pubblici: “Avere a cuore gli amici a quattro zampe non significa escludere l’attenzione verso gli esseri umani – precisa –  le terapie assistite con gli animali sono molto efficaci per il benessere delle persone, in particolare delle categorie più fragili”.

L’associazione Carolina Odv, guidata dalla responsabile territoriale Enza Cardinale svolge il proprio servizio alla Provvidenza avvalendosi di cinque magnifici cani, quattro labrador e un bulldog francese, accompagnati dagli operatori professionali. È una realtà in continua crescita, la sezione di Busto è diventata la sede principale del territorio.

Copyright @2018