L'ISTITUTO OFFRE UN VIAGGIO A LOURDES A 35 OSPITI
La Provvidenza, un successo l’evento musicale aperto ai cittadini

La rassegna musicale "Residenze in musica" ha coinvolto un pubblico numeroso. Al termine, l'arrivo della fiaccola votiva con i volontari Unitalsi

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un piacevole evento culturale per allietare gli anziani e, al contempo, aprire la casa di riposo alla comunità, per far conoscere meglio questa realtà al territorio. Traguardo raggiunto all’istituto bustocco “La Provvidenza”,  che ha aderito alla rassegna “Residenze in musica”, coinvolgendo un pubblico numeroso al concerto di pianoforte organizzato, lo scorso sabato pomeriggio, nel cortile della struttura.

L’iniziativa, finanziata interamente dalla “Fondazione Comunitaria del Varesotto” e patrocinata anche dal Comune di Busto Arsizio, è stata un successo.  “Il sociale si fonde con la cultura –   ha sottolineato l’assessore all’Inclusione sociale, Miriam Arabini – questo evento dà agli ospiti un’opportunità ulteriore di socializzazione, attraverso la musica, rende piacevole il loro soggiorno in quella che considerano a tutti gli effetti la propria casa, e inoltre consente alla popolazione esterna di rendersi conto dei servizi offerti dalla struttura. C’è grande attenzione da parte dell’amministrazione comunale per iniziative importanti come questa”.

Anche l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli ha evidenziato “il nobile connubio tra sociale e cultura che dà un valore aggiunto regalando spensieratezza agli ospiti della Provvidenza, “una vera eccellenza della città”. Presente anche il consigliere comunale Alessandro Albani che, in qualità di infermiere ha collaborato per cinque anni, con la struttura: “Sono legato da un profondo legame affettivo e professionale con “La Provvidenza” – afferma – essere qui, ogni volta, è come tornare a casa”. A dare il benvenuto al pubblico, il presidente Ambrogio Gobbi ed il direttore Luca Trama, orgogliosi di aver ospitato questa prestigiosa manifestazione culturale nella struttura che “da 140 anni è considerata la Casa della città di Busto”.

Livia Rigano, direttore artistico e organizzativo della rassegna musicale, ha ringraziato per il sostegno la Fondazione Comunitaria del Varesotto che ha riconosciuto la validità del progetto insieme ad altri numerosi sponsor privati. Indiscusso protagonista il pianoforte, eseguito a quattro mani da Walter Mammarella e Fabrizio Prestipino. Al termine del concerto, la festa è proseguita con una bella sorpresa:  l’arrivo della Fiaccola Votiva e l’accensione di un braciere da parte di alcuni volontari di Unitalsi. Nell’occasione è stato ufficializzato “l’impegno” della Provvidenza di organizzare con Unitalsi un viaggio a Lourdes per circa 35 ospiti che partiranno nel mese di ottobre, viaggio interamente finanziato da Provvidenza. La fiaccola sarà consegnata direttamente a Lourdes.

Copyright @2018