calcio dilettanti - 14^ giornata
La San Marco ruggisce ancora. Colpo Busto 81, Ardor e San Filippo

Busto 81, San Marco, Ardor e San Filippo centrano il risultato pieno. Pareggio Cas; sconfitte Antoniana, Beata e Borsanese

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le squadre bustocche comprese fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria sono scese in campo per la quattordicesima giornata dei campionati dilettantistici; dodicesimo turno invece per la Terza Categoria. Busto 81, San Marco, Ardor e San Filippo centrano il risultato pieno. Pareggio Cas; sconfitte Antoniana, Beata e Borsanese.

Eccellenza

Busto 81-Vogherese: 3-0

Fra le mura del “Sergio Gambini” di Olgiate Olona, il Busto 81 di Paolo Crucitti si libera della Vogherese e centra il decimo successo stagionale e resta in scia della capolista Verbano a -2. I Tori bustocchi ipotecano i tre punti già nel primo tempo con la rete di Urso, che sblocca il risultato al 14’ con un bel pallonetto che scende proprio sotto la traversa, e con il raddoppio di Mira al 38’ su assist di Nejmi. Nella ripresa (33′ st) il classe 2001 Milani, innescato sempre dall’assistman Nejmi, mette in banca i tre punti con la rete del definitivo 3 a 0.

“Siamo riusciti a fare un’ottima prestazione contro una squadra solida, c’è tanta soddisfazione per il risultato di oggi. La nostra prima metà di campionato è già positiva, ma per poterci dire contenti fino in fondo dobbiamo fare il risultato anche domenica prossima in casa della Sestese” dichiara il direttore tecnico Danilo Vago.

Promozione

Cas-Universal Solaro: 1-1

Il Cas di Luciano Cau viene ripreso nel finale dall’Universal Solaro. Nonostante i loro 19 punti in classifica, la compagine di Sacconago non ha mai vinto fra le mura amiche del “Don Griffanti”, che resta un tabù. I bustocchi sbloccano le marcature dopo una decina di minuti con il cucchiaio di Berton e tengono in mano il pallino del gioco per tutto il primo tempo, creando occasioni a non finire. Prima di rientrare negli spogliatoi la compagine di Solaro resta in dieci per un’espulsione, mentre il Cas perde per infortunio il difensore Zaroli. Nonostante la superiorità numerica, i sinaghini calano nel secondo tempo e, proprio a ridosso del novantesimo, l’Universal Solaro riacciuffa il pari dopo un batti e ribatti in area a seguito di un corner.

“Dovevamo chiuderla nel primo tempo ma non ci siamo riusciti. La fatica di mercoledì si è fatta sentire, eravamo sottotono nel secondo tempo. Il punto di oggi smuove la classifica, ma c’è tanto rammarico per la mancata vittoria che ci avrebbe allontanati ancor di più dalla zona playout” evidenzia mister Cau.

Prima Categoria

Antoniana-Turbighese: 0-1

Un’Antoniana flagellata dalla sfortuna prova a stringere i denti, ma si deve arrendere per 1 a 0 alla Turbighese. Complici influenze ed infortuni vari, per questo delicato mister Pavone può fare affidamento solo su quattordici giocatori, fra cui due ragazzi della juniores ed i portieri Melchiorre (titolare) e Savastano (in panchina). Nonostante tutto, nel primo tempo le due squadre si affrontano a viso aperto, ma poco prima dell’intervallo mister Pavone è già obbligato ad usare due sostituzioni a causa degli infortuni di Morelli (distorsione alla caviglia) e Mantovan (botta alla schiena). I giallorossi provano a buttare il cuore oltre all’ostacolo, e lo fanno con la punizione di Corbetta e con un paio di rasoiate non troppo fortunate, ma, a dieci minuti dal termine, Del Vecchio con una rovesciata da fuori area dopo un calcio d’angolo trova l’eurogol  che vale l’1 a 0 per la Turbighese. Nel finale Pavone butta nella mischia anche il portiere Savastano, per l’occasione improvvisato giocatore di movimento, ma la compagine di Turbigo amministra senza troppi problemi.

“Posso essere solo orgoglioso dei ragazzi, ci han messo il cuore nonostante le difficoltà. Al campo avevo solo quattordici giocatori, ma tutti ci han messo l’anima e nel primo tempo ce la siamo giocata alla pari. I ragazzi hanno grinta, ma purtroppo siamo bersagliati dalla sfortuna” commenta mister Pavone.

Arsaghese-San Marco: 0-1

I leoni ruggiscono ancora. La San Marco del duo Torretta-Efrem supera di misura l’Arsaghese e centra così il terzo risultato utile consecutivo che risveglia i biancoblù dopo l’incubo delle sette sconfitte consecutive e li rilancia prepotentemente nella corsa per la salvezza. Non inizia nel migliore dei modi la gara dei bustocchi, ma un super Cardi si oppone sul rigore concesso ai padroni di casa e salva il risultato (terzo rigore stagionale parato dal portiere biancoblù). Nonostante il brivido iniziale, la partita scorre sui binari dell’equilibrio senza troppi sussulti. Fino al momento del cross di Bellin che innesca Salmoiraghi, che apre il piattone e sblocca il risultato. Nella ripresa i bustocchi cercano il raddoppio con Andreolli; l’Arsaghese prova a rientrare in partita, ma senza esito. Al triplice fischio i tre punti sono per la San Marco.

“Terzo risultato utile consecutivo, ci stiamo rialzando. Mentalmente è cambiato qualcosa, non ci abbattiamo più alle prime difficoltà e adesso anche la fortuna sembra aver girato dalla nostra parte. La vittoria di oggi è dedicata a Mattia Roncato, che purtroppo ha avuto un bruttissimo infortunio alla caviglia” dichiara mister Efrem.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Pro Juventute: 0-1

Sconfitta beffarda per il Beata Giuliana di Alberto Casola, superato in extremis dalla Pro Juventute. I bianconeri conquistano i tre punti a Busto Arsizio ribadendo in rete una palla vagante dopo un calcio d’angolo in pieno recupero. Solo rammarico per i bustocchi, che hanno centrato un palo nel primo tempo a portiere ormai battuto ed una traversa nella ripresa. Nel mezzo l’episodio accompagnato dalle accese proteste rossoblù per l’atterramento di Diouf in area di rigore mentre si apprestava a tirare dopo aver saltato due avversari.

“Non meritavamo di perdere, ma il calcio è anche questo. Ci dobbiamo rialzare, il campionato non aspetta i rimpianti. Nonostante il risultato, come squadra ci siamo; questa è la strada giusta” commenta mister Casola.

Borsanese-Buscate: 1-4

Cade in casa la Borsanese di Davide Tomanin, sconfitta per 4 a 1 dal Buscate. Ospiti che tengono in mano il pallino del gioco per tutto l’arco dei novanta minuti e che puniscono, a inizio gara, due errori bustocchi in fase di disimpegno con altrettanti gol. Durante dimezza lo svantaggio in mischia, ma poco dopo un’altra palla persa nella trequarti bustocca regala il 3 a 1 al Buscate. Nella ripresa i biancoazzurri non riescono a trovare la giusta reazione e i rossoblù di Buscate mettono il risultato in cassaforte con il gol del definitivo 4 a 1.

“Abbiamo fatto dieci passi indietro. Troppi erroracci da settore giovanile, in campo non c’eravamo. Non è questione di tattica o di livello, ma è proprio la testa che è mancata oggi” commenta mister Tomanin.

Terza Categoria

Ardor-Varano Borghi: 1-0

All’Ardor di Matteo Gastaldello basta la rete la rete di Cannizzaro per passare sul tosto Varano Borghi. Il primo tempo, combattuto ed equilibrato, termina a reti bianchi nonostante le diverse occasioni da entrambe le parti. Nella ripresa il portiere bustocco Pomatto è bravo a deviare sulla traversa un tiro ospite da distanza siderale, ma l’ago della bilancia poi si sposta definitivamente a favore dell’Ardor grazie alla rete di Cannizzaro su invito di Rappa. Entrambi gli attaccanti azzurri sfiorano poi nuovamente il gol; Cannizzaro scheggia la traversa dopo un’azione personale e Rappa centra il palo in un’altra occasione. Al triplice fischio, però, l’1 a 0 basta e avanza ai bustocchi per guadagnare altri tre punti e salire così al secondo posto della classifica con 21 lunghezze, a pari merito con Jeraghese e Torino Club (granata oggi sconfitti per 2 a 1 dall’Orasport Gazzada Schianno). Subito dietro c’è il San Filippo (20 punti).

“Chiudiamo il girone di andata senza aver mai perso in casa, e questo è un dato molto positivo. Oggi siamo sempre stati sul pezzo e abbiamo portato a casa punti importantissimi, ma possiamo fare ancora meglio” ricorda mister Gastaldello.

Cedratese-San Filippo: 2-4

Il San Filippo di Diego De Bernardi ribalta la Cedratese e sale al quarto posto della classifica, a -1 da Jeraghese, Ardor e Torino Club che condividono la seconda piazza con 21 lunghezze. Inizia in salita il match dei bustocchi, che dopo 15 minuti di gioco si ritrovano sotto di due gol, entrambi arrivati su calcio di rigore. La risposta del San Filippo arriva poco dopo con il mancino di M. Terranova e le squadre rientrano negli spogliatoi con il punteggio sul 2 a 1 in favore della Cedratese. Nella ripresa i bustocchi pareggiano i conti con il tapin di G. Terranova dopo il rigore parato su Segantin. Subito dopo la Cedratese resta in 10 per qualche parola di troppo rivolta all’arbitro. Una manciata di minuti dopo G. Terranova viene atterrato in area di rigore e Sangaletti trasforma il penalty. Patatrac per la Cedratese, che oltre a subire il gol colleziona altri due cartellini rossi: il primo per il doppio giallo sull’autore del fallo da rigore ed il secondo per proteste. In 11 contro 8 il San Filippo chiude la partita con il gol del definitivo 4 a 2 grazie al pallonetto di Di Santo su invito di Di Bartolo, che festeggia con quest’assist il giorno del suo compleanno.

“Contenti per la rimonta, anche se i nostri avversari ci han sicuramente messo del loro. Il derby contro l’Ardor a questo punto sarà fondamentale” sottolinea mister De Bernardi.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA