Monza-Busto: 1-3 (10-25, 25-17, 15-25, 18-25)
La Uyba c’è! Monza battuta a domicilio, si decide tutto a Busto

La Unet E-Work Busto Arsizio con una prestazione di qualità e carattere vince a Monza e porta la serie dei quarti di finale a gara 3 (mercoledì 28 marzo alle 20.30 al PalaYamamay)

ALEMANI

Igor Mutinari

MONZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ci rivediamo al PalaYamamay. Questo le parole al miele sussurrate a Monza dalla Unet E- Work Busto Arsizio che espugna nella seconda partita della serie dei quarti di finale scudetto la Candy Arena e potrà quindi giocarsi la bella tra le mura amiche (mercoledì 28 marzo alle ore 20.30). Il punteggio finale recita 1-3 (10-25, 25-17, 15-25, 18-25) in favore delle  farfalle.

La differenza in uno sport in cui la squadra è fondamentale, la fanno per una volta le singole: per Busto in positivo soprattutto Stufi e Bartsch, per Monza in negativo Ortolani e Havelkova che non replicano la prestazione monstre del PalaYamamay. Oltre a questo, tornando al concetto di gioco di squadra, le farfalle hanno toccato tantissimo a muro e concesso poco o niente ai servizi brianzoli. Top scorer del match è stata Bartsch con 20 punti, ma una positiva Orro ha mandato in doppia cifra anche Gennari, Diouf e una rediviva Stufi.

In una gara quantomeno ondivaga, la Unet E-Work domina il primo e il terzo set, ma subisce nel secondo. A decidere la contesa è un quarto set tutto cuore e concretezza che permette alle farfalle di tornare ad accendere le luci del PalaYamamay.

Da sottolineare la prova dei 300 (come gli spartani) tifosi bustocchi che zittiscono un palazzetto intero, guidati dai calorosissimi Amici delle farfalle.

Le voci del post partita

Il primo commento spetta di diritto a coach Marco Mencarelli: “Non era facile questa partita: in trasferta venivamo da un periodo non felicissimo, anche se qui abbiamo sempre fatto bene. È giusto che la serie vada a gara 3: ce la meritavamo per la nostra stagione. Vincerà chi troverà le contromisure adatte o delle sorprese tattiche curando i dettagli e le piccolezze. La differenza oggi è stata tecnica: siamo stati bravi nella correlazione muro difesa e abbiamo letto bene i loro cambiamenti in corso”.

Volevamo davvero giocare ancora a Busto – ribadisce Alessia Gennari – perché ce lo meritiamo per quello che abbiamo dato quest’anno. Siamo un grande gruppo che ha fatto un grande percorso. Mercoledì per vincere servirà un’altra grande prestazione”.

Le pagelle: Orro 6.5, Diouf 6, Stufi 7, Berti 6.5, Bartsch 7.5, Gennari 6.5, Spirito 6.5. Mencarelli 7.

La partita

Oltre 300 i tifosi biancorossi presenti al PalaCandy, capitanati dagli amici delle farfalle, per portare il calore bustocco a Monza. I due coach non cambiano rispetto alla prima sfida. Coach Mencarelli si affida a Orro in diagonale con Diouf, Berti e Stufi al centro, Bartsch e Gennari in banda, Spirito libero. Risponde Pedullà con Hankock-Ortolani, Devetag-Dixon, Begic-Havelkova, Arcangeli. Farfalle in maglia rossa, brianzole in azzurro.

Primo set: Sui “muroni”, Busto costruisce un primo allungo (3-8) e con l’ace di Diouf tocca il massimo vantaggio (6-14). Le farfalle non hanno intenzione di fermarsi: Stufi griffa il 6-17 che proietta la Uyba verso un finale di set tranquillo. A chiudere un parziale dominato è Berti che mura Havelkova (10-25).

Secondo set: In avvio di parziale Monza prova a scappare (2-0 e 7-5) ma Busto rintuzza sempre. Dixon e Begic firmano una fuga importante (11-7), ancora la Uyba trova la forza di rientrare (11-10), ma Monza scappa via (15-10) e Mencarelli cambia diagonale. La mossa non porta giovamenti e Monza può chiudere grazie all’errore di Gennari (25-17). Si torna in parità.

Terzo set: Le farfalle provano subito a rialzare la testa (3-7) e guidate da Stufi e Diouf raggiungono il 7-16. Monza non trova le soluzioni per fermare gli attacchi bustocchi e il risultato che ne deriva è il 15-25 firmato dagli ultimi tre punti ad opera di Gennari. La Uyba torna avanti.

Quarto set: La Uyba prova più volte la fuga (1-3 e 5-7) e non perdona gli errori locali (6-10). Berti è propositiva e griffa il 9-15. Sotto anche di 8 punti, la squadra di Pedullà tenta la rimonta disperata sul finire del set (17-22), il time out di Mencarelli è provvidenziale perché le sue ragazze non si fermano più sino al 18-25 che riapre i giochi.

Tabellino

Saugella Team Monza-Unet E-Work Busto Arsizio 1-3 (10-25, 25-17, 15-25, 18-25)

Saugella Team Monza: Ortolani 6, Hortmann 1, Arcangeli (L), Balboni, Dixon 5, Devetag 7, Candi 6, Begic 16, Bonvicini ne, Hancock 1, Havelkova 10, Loda, Rastelli ne. All. Pedullà, 2° Parazzoli. Battute vincenti 1, errate 11. Muri 10.

Unet E-Work Busto Arsizio: Piani 1, Stufi 10, Spirito (L), Gennari 10, Dall’Igna, Orro 1, Wilhite ne, Diouf 10, Bartsch 20, Berti 7, Negretti, Chausheva ne, Botezat. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti 3, errate 5. Muri 11 (Stufi e Bartsch 4).

Arbitri: Zavater e Braico.

Durata set: 21′, 24′, 22′,24. Tot: 100′.

Spettatori: 3.500 (300 da Busto).

Programma Gare 2

Pesaro-Scandicci: 1-3 (serie 0-2), Firenze-Novara: 1-3 (0-2), Modena-Conegliano: 1-3 (0-2), Monza-Uyba: 1-3 (1-1).

Qualificate per la semifinale: Novara, Scandicci e Conegliano.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA