110 chili di uva da vino raccolti
La vendemmia alla “Vigna del colle di San Vitale” è una festa e già un successo

La vendemmia insieme è più bella ed entusiasmante. Il 21 settembre, “Gli amici della Vigna di San Vitale” hanno raccolto l’uva da vino alla vigna che hanno preso in gestione un anno e mezzo fa. Quaranta volontari vi hanno partecipato, per la grande soddisfazione di Alessio Ferioli e dei suoi amici a capo del progetto

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La vendemmia insieme è più bella ed entusiasmante. Il 21 settembre, “Gli amici della Vigna di San Vitale” hanno raccolto l’uva da vino alla vigna che hanno preso in gestione un anno
e mezzo fa. “Quest’anno – racconta Alessio Ferioli a capo del progetto della Vigna di San Vitale – è stata una vera e propria festa. Dalle poche persone a inizio avventura, ora la vendemmia ha riunito più di 40 volontari. Il raccolto è quasi raddoppiato rispetto all’anno scorso, con più di 110 chili di uva. Dopo la vendemmia, lo stesso giorno, abbiamo vinificato tutta l’uva con l’obiettivo di produrre del buon vino e mostrare il frutto del nostro lavoro alla festa del Santuario di San Vitale a maggio”.

La Vigna del colle di San Vitale, conosciuta da molti come “La vigna del Nando”, è radicata in Gorla Maggiore da più di mezzo secolo. Negli anni la vigna è diventata fulcro della tradizione gorlese. Oggi, nelle giovani mani di Alessio Ferioli e di fidati amici, i due storici filari sono stati rinnovati e valorizzati con l’obiettivo di far conoscere e riscoprire la storia e le curiosità che si celano dietro ogni pianta di vite.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA