L'ULTIMO SALUTO A BARBARA MONETA
L’addio a Barbara: “Con la forza del suo bene continuerà ad arricchire le nostre vite”

Grande folla venerdì mattina nella chiesa di Santa Croce per i funerali della volontaria 25enne morta in un incidente stradale

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Volti segnati dalle lacrime e tanta commozione ai funerali di Barbara Moneta, la venticinquenne morta in un incidente stradale nella notte tra il 29 e il 30 dicembre.
Venerdì mattina, nella chiesa di Santa Croce completamente gremita, i familiari, gli amici dell’oratorio, del mondo del volontariato, della parrocchia di Moneglia (dove Barbara trascorreva diversi periodi), i bambini delle scuole elementari e tantissimi bustesi  si sono stretti intorno al dolore di papà Alessandro, mamma Daniela e della sorella maggiore Valentina.

“Le tragedie ci scavano dentro, siamo qui in tantissimi, ognuno di noi ha il suo mondo di pensieri, parole e sentimenti che si affastellano e ci arrovellano la mente. Vorremo farci illuminare da Barbara, per ricevere luce e forza”, ha detto don Emilio Sorte ricordando la giovane. “Barbara amava intensamente la vita, era piena di entusiasmo, di energia, appariva quasi ingenua nel regalare tempo e spazio agli altri, si caricava dei problemi e delle ansie delle persone, era molto sensibile. Non verrà a mancare questa cifra della sua esistenza, ma continuerà per sempre a donare il suo cuore ed il suo tempo e ad arricchire le nostre esistenze con la vitalità del suo bene. Quando incontriamo persone così, dobbiamo farne tesoro”.

Don Emilio ha ricordato i tanti momenti trascorsi da Barbara facendo volontariato nella parrocchia: “Ha saputo essere libera da condizionamenti e cogliere la sostanza della vita. Dobbiamo custodire questa perla e far crescere il suo carisma anche dentro di noi. Restando vicini a lei, nel ricordo, possiamo elaborare cose molto belle sul senso dell’esistenza”.
Al termine delle esequie, le amiche le hanno dedicato una lettera commovente: “Cara Barbara, descriverti non è semplice. Eri un insieme di caratteristiche uniche, ci mancheranno i pomeriggi trascorsi con te tra abbracci e risate, si parlava dei viaggi, del futuro, delle tante cose che avremmo voluto fare insieme.  Rimarrai sempre vicino a noi, pronta a confortarci con il tuo sorriso, come facevi sempre. Ti amiamo di bene”. Anche don Silvano, emozionato, ha ricordato la sua grande  disponibilità verso gli altri anche a costo di sacrificare tempo per la sua famiglia: “Ti diciamo grazie Barbara e ti porteremo sempre nel nostro cuore”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA