PROGRAMMA VIVACE E VARIEGATO
L’assessore Maffioli presenta BA Teatro: “Una formula su cui intendo puntare”

Il nuovo esponente di giunta ha “debuttato” alla conferenza stampa di presentazione della stagione teatrale cittadina: “Grande investimento sui contenuti in cartellone. Egregio lavoro di chi mi ha preceduto”

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo il passaggio ufficiale di deleghe, il neoassessore alla cultura Manuela Maffioli ha “debuttato” oggi alla conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale cittadina, affiancata dalla sua predecessora Paola Magugliani.

Ad introdurla, il sindaco Emanuele Antonelli che ha precisato: “Il lavoro continua, non si è mai fermato, è avvenuto solo un cambio di deleghe dovuto alla politica, in perfetta sintonia tra gli assessori Magugliani e Maffioli, ma nulla cambia riguardo alla cultura”.

Nel presentare la stagione cittadina “BA Teatro”, composta dai cartelloni di Palkettostage, Manzoni, Sociale, San Giovanni Bosco e Sant’Anna, Maffioli ha elogiato la capacità di fare rete, “segno distintivo di una visione lungimirante in cui, al primo posto, c’è la cultura. Una formula su cui intendo proseguire che consentirà al pubblico di fruire di tutti gli spettacoli.  Per me è significativo debuttare oggi, con una conferenza teatrale ed un riferimento ‘azzeccato’ al palcoscenico – afferma l’assessore -. Il teatro è un ambiente che amo e che considero domus della cultura. C’è un grande  investimento sui contenuti in cartellone che non hanno nulla da invidiare a molte realtà vicine e meno vicine. Per quanto riguarda la programmazione, dobbiamo rendere merito a chi mi ha preceduto ed ha fatto un lavoro egregio: il passaggio di consegne avviene all’insegna della continuità e della collaborazione”.

La stagione teatrale cittadina si preannuncia molto vivace e variegata. Tra le novità c’è anche il nuovo sito www.bustoeventi.it in fase di ultimazione.

Al Teatro Manzoni si apre una stagione all’insegna della commedia e delle risate che vedrà sul palco volti noti come quello di Lorella Cuccarini, Geppi Cucciari, Sergio Assisi, Vanessa  Gravina, Ivano Marescotti e Max Pisu. “È un teatro che funziona perché c’è grande collaborazione tra i volontari ed abbiamo ottenuto un incremento di spettatori”, sottolinea la direttrice artistica Maria Ricucci.

PalkettoStage, rappresentato dalla direttrice artistica Cetti Fava, propone il cartellone intitolato “Tra leggenda e realtà”, in lingua originale che include “The picture of Dorian Grey”, “A midsummer Night’s Dream” , “Bodas De Sangre” tratto dal dramma di Federico Garcia Lorca, “Robin Hood” e “L’amour Médecin”. “È un lavoro di equipe che si avvale di regie collettive con cui si crea grande sinergia. Spazio Teatro è stato dedicato ad Alberto Caprioli che lo ha costruito e diretto per vent’anni con passione e dedizione ed è l’unico in Italia a programmare una stagione in lingua originale comprendendo inglese, francese e spagnolo”.

Il Teatro San Giovanni Bosco punta a “far recuperare lo stupore e la meraviglia al pubblico” attraverso il teatro contemporaneo: “La nostra sala è una piccola bomboniera con spettacoli a prezzi popolari  –  evidenzia Sergio Salmoiraghi -. Tra gli artisti avremo Arianna Scommegna, la più grande interprete di teatro contemporaneo e la Compagnia degli Scarti, tra le emergenti in Italia. Siamo convinti che lo spettatore debba uscire dalla sala con un ‘pugno allo stomaco’ o una carezza, altrimenti non vale la pena fare teatro”.

Antonio Corrado e Simone Menato presentano la stagione del Teatro Sociale che include cinque concerti di musica sia classica che leggera. Ci sarà spazio per opera e operetta, non mancherà il teatro per bambini una domenica al mese, e cinque serate di cabaret con volti noti tra cui Ale e Franz, inoltre la rassegna Educarte, serate goliardiche e l’appuntamento con Wood in Stock . Torna anche il cinema di quartiere, cui si aggiunge la rassegna in lingua inglese con sottotitoli.

Copyright @2017