Le “magagne” di Busto

L’Editoriale attuale lo dedichiamo a un servizio fotografico sulle “magagne” esistenti in Busto Arsizio. Non servono commenti. Ogni foto scattata dall’amico Alfredo Solbiati (Ul Pinèta) con tanto di didascalia è sin troppo eloquente...

Sotto i portici di Equitalia... forse la furia di un "tartassato"

Gianluigi Marcora

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’Editoriale attuale lo dedichiamo a un servizio fotografico sulle “magagne” esistenti in Busto Arsizio. Non servono commenti. Ogni foto scattata dall’amico Alfredo Solbiati (Ul Pinèta) con tanto di didascalia è sin troppo eloquente. Da una parte si invitano i Cittadini a “toccare con mano” l’astiosa realtà del nostro Territorio e dall’altra si invita “chi di dovere” a “porre mano” al problema. Al di là del Bilancio comunale, ci sono lavori che richiedono pochi soldi per risolvere i problemi e altri lavori che necessitano di essere messi in “agenda” per una programmata (ma veloce) soluzione.

Ora, spazio alle foto e (soprattutto) alle didascalie.

Pensilina via Ugo Foscolo con panchina esterna per abbronzatura.

Palo recante orari corse bus in viale Pirandello… abbandonato dopo l’interramento delle Ferrovie Nord.

Cabina parcheggiatore in disuso da 20 anni in via Arnaldo da Brescia.

Via Mameli angolo via Marconi… una volta l’ufficio collocamento, oggi chiamato Centro Per l’Impiego, si trovava in piazza Garibaldi.

Basamenti del tendone Expo, inizialmente in piazza San Giovanni ora giacente in piazzale Facchinetti, colmo di rifiuti e di acqua stagnante.

(Seguirà seconda parte)

Copyright @2018

DALLE RUBRICHE