INIZIATIVA MERITEVOLE DELLA CASERMA DI SOLBIATE OLONA
Le mogli del Niwik donano 10mila euro ai bimbi dell’Aias

Il Niwik, associazione benefica al femminile dell’NRDC-ITA, ha donato un assegno del valore di 10mila euro ad Aias Onlus. Servirà per finanziare la formazione dei terapisti

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un bel regalo per l’Aias Onlus di Busto Arsizio arriva dal Comando Nato di Solbiate Olona.

Il Niwic, associazione volontaria benefica cui partecipano mogli, compagne, e personale femminile dell’NRDC ITA (Corpo D’Armata di Reazione Rapida della Nato), ha donato ad Aias una somma importante per finanziare la formazione dei terapisti che si occupano delle attività di riabilitazione dei bimbi seguiti dalla Onlus.

Si tratta di un assegno del valore di ben 10mila euro: i fondi sono stati raccolti durante uno dei vari eventi di charity organizzati dal Niwik per rafforzare la presenza della caserma sul territorio attraverso un aiuto tangibile alla comunità locale. L’evento si è svolto lo scorso 19 maggio presso l’ex area Expo di Milano.

“Organizziamo  manifestazioni  a scopo benefico supportando tante realtà. Ogni anno scegliamo associazioni diverse per aiutare un po’ tutti  – ha spiegato Mariella Perretti (membro onorario del Niwik) insieme alla presidente Raffaella Lungo  – siamo felici di aver sostenuto Aias, una struttura che abbiamo visitato e di cui abbiamo ricavato immediatamente un’ottima impressione”.

In rappresentanza della Caserma Nato era presente anche il tenente colonnello Luca Dottarelli che ha sottolineato come il Niwik, una realtà molto coesa all’interno della Caserma Nato, riunisce un migliaio di famiglie svolgendo una fondamentale funzione  di interscambio con il territorio.

Grande riconoscenza è stata espressa dal presidente di Aias, Bruno Ceccuzzi: “Si tratta di una somma veramente importante, apprezzo moltissimo la scelta del Comando Nato di inserirsi nel territorio facendo opere di bene, in questo caso particolare per i nostri piccoli assistiti e loro famiglie che si trovano ad affrontare tante situazioni di difficoltà”.

L’assegno sarà destinato a corsi per psicologi, neuropsichiatri su disturbi specifici di apprendimento, logopedisti e corsi di fisioterapia per bambini ipovedenti. “La formazione deve essere costante per mantenere la qualità del servizio ai nostri standard elevati. Grazie a questa somma sarà finanziato il programma formativo per i prossimi dodici mesi”, afferma il direttore generale di Aias, Alessandro Valtolina.

Sono circa una sessantina i terapisti che operano in Aias Onlus. Come evidenzia Ceccuzzi: “Molte famiglie scelgono noi proprio perché sanno che non rimaniamo ancorati ai metodi tradizionali ma proponiamo sempre  la sperimentazione scientifica più evoluta  per migliorare la vita dei nostri bambini”.

Copyright @2018